FOX  

The Walking Dead 8, Morgan in una scena dall'episodio 13

di -

La guerra non dà tregua. The Walking Dead ci mostra Morgan alle prese con i suoi fantasmi, mentre i Salvatori guidati da Simon avanzano verso Hilltop: un'altra battaglia ci attende...

149 condivisioni 0 commenti

Condividi

Tu sai di cosa si tratta. Tu sai cos'è.

Sono le parole che il fantasma insanguinato di Gavin rivolge a Morgan, la cui coscienza è tormentata dal senso di colpa. Anche in passato, prima di ritrovare Rick e di ritrovare se stesso, Morgan in The Walking Dead sentiva delle voci. Nello splendido episodio Clear (stagione 3 episodio 12),  Morgan viveva in questo stato da tempo. Tormentato, allora, per la morte del figlio, ucciso dalla madre - trasformata in zombie - alla quale Morgan non aveva avuto il coraggio di sparare.

Rimasto solo, determinato a ripulire la zona dai morti viventi e sull'orlo della follia - parlava da solo, sentiva delle voci e non aveva riconosciuto Rick - Morgan stava per ritrovare se stesso. Non sappiamo se stavolta saranno i suoi fantasmi, nello specifico quello di Gavin con il suo messaggio, ad avere la meglio. Ma sappiamo che, prima di scoprirlo, assisteremo a una nuova battaglia che determinerà il corso degli eventi in The Walking Dead.

I Salvatori stanno arrivando. Le sentinelle piazzate da Hilltop lungo le strade che portano alla comunità includono anche Morgan. E ora per lui, come per gli altri, non c'è più tempo. Bisogna correre. Bisogna avvisare tutti: i Salvatori stanno arrivando. La battaglia sta per avere inizio. Simon guida i suoi uomini verso quello che considera un attacco definitivo, ignorando i precedenti ordini di Negan. Quando Negan non c'è, Simon si dà alla pazza gioia. L'ha già fatto alla discarica, è garantito che lo farà anche a Hilltop. Ce l'aveva già anticipato.

Lunedì sera su FOX, in prima assoluta, ci aspetta quindi un altro episodio - il numero 8x13 - carico di azione e di tensione. Un altro episodio di una stagione che scava a fondo nell'anima dei personaggi, mettendoli continuamente alla prova. E mettendo alla prova anche noi spettatori, con una guerra di cui chiunque, a questo punto, potrebbe rimanere vittima...

Condividi

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.