FOX

Game of Thrones, gli attori e i personaggi della serie dei record

di -

A beneficio dei nuovi fan di Game of Thrones, abbiamo deciso di dedicare uno speciale con i personaggi maschili più importanti dello show di punta HBO che tornerà nel 2019 con l'ultima deflagrante stagione.

Chi sono i protagonisti maschili di Game of Thrones? Scopriamolo insieme

58 condivisioni 0 commenti

Condividi

Game of Thrones non tornerà prima del 2019. Questa notizia ha gettato abbastanza nel panico un fandom parecchio nutrito che probabilmente non saprà darsi pace prima della messa in onda dell'ultima attesissima stagione.

Per ingannare l'attesa e magari anche per rendere più digeribile l'ingresso nella serie ai novizi, abbiamo voluto raccogliere tutti gli attori che con le loro performance e i loro personaggi hanno contribuito a rendere Game of Thrones uno degli show più visti della TV.

Jon Snow (Kit Harington)

Jon Snow

Nell'universo di Game of Thrones il cognome Snow non è facile da portare. Infatti di solito vengono chiamati così i figli bastardi dei signori che dominano il Nord.

Ma il cammino che attende Jon Snow non è così scontato. Col passare delle stagioni questo ragazzotto perennemente imbronciato diventerà il vero protagonista della serie nonostante gli venga in più di un frangente ricordato di non sapere nulla.

Tyrion Lannister (Peter Dinklage)

Tyrion Lannister

Probabilmente il personaggio più amato di Game of Thrones, cattura la simpatia dello spettatore sin dal primo episodio della serie. Sarà per il suo parlar chiaro o per il suo incredibile ingegno ma tutti amano Tyrion. O almeno tutto il pubblico.

Già perché nei Sette Regni il nanismo da cui è affetto lo rende una sorta di mostro repellente o uno spettacolo da baraccone. La sua presenza infastidisce soprattutto sua sorella Cersei che non riesce a perdonargli il fatto che venendo al mondo Tyrion abbia ucciso loro madre.

Ned Strak (Sean Bean)

Ned Stark

L'uomo che con il suo agire ha involontariamente messo a soqquadro i Sette Regni. Il senso di giustizia e di lealtà di un uomo come Ned Stark sono anacronistici nell'abbietta società dei Sette Regni.

Non riuscendo ad adattarsi al cambiamento Ned condanna sé stesso e la sua famiglia a un indicibile serie di sofferenze e lutti. Il suo operato tuttavia non è da criticare poiché ispirerà durante tutta la serie le azioni dei suoi figli che continueranno a ricordarlo come il più amorevole dei padri.

Jaime Lannister (Nikolaj Coster-Waldau)

Il più valente cavaliere di Casa Lannister
Jaime Lannister

Se il viaggio di Jon Snow non è stato semplice, quello di Jaime Lannister è stato a dir poco impossibile. Cresciuto nella bambagia, convinto che tutto gli fosse dovuto per diritto di nascita, Jaime durante il suo viaggio per i Sette Regni ha scoperto il significato della parola perdita.

Al contempo ha imparato anche che cosa significhi davvero essere un uomo d'onore e che nella vita non contano solo il numero di vite che si riescono a togliere con la spada ma quante se ne salvano usandola nel modo più virtuoso possibile.

Jorah Mormont (Iain Glen)

Jorah Mormont

La passione con cui Jorah Mormont si è consacrato alla causa di Daenerys Targaryen ha dell'inumano. Nonostante inizialmente fosse stato mandato per spiare i movimenti della Madre dei Draghi, a poco a poco non ha potuto far altro che lasciarsi conquistare dai suoi ideali.

Ora Ser Jorah sarebbe pronto ad affrontare a mani nude l'esercito di Estranei del Re della Notte se la sua Regina dovesse chiederglielo. Ovviamente come spesso accade dedizione fa rima con amore.

Sam Tarly (John Bradley)

Sam Tarly

Nella vita tutti avremmo bisogno di un amico come Sam Tarly. Ne sa qualcosa Jon Snow che probabilmente non sarebbe mai riuscito a diventare Re del Nord se non lo avesse auto dalla sua parte.

Anche se non eccelle nell'arte del combattimento, cosa che gli è costata l'amore e l'affetto paterno, il buon Sam è riuscito a capire che la vera forza non è quella che risiede del corpo bensì quella della mente.

Khal Drogo (Jason Momoa)

L'indomabile Khan Drogo
Khal Drogo

Khal Drogo è il fiero e invincibile condottiero dei Dothraki, la più grande tribù nomade di Game of Thrones. Il suo rapporto con Deanerys nasce, cresce e muore tutto nella prima stagione dello show.

È proprio per onorare la memoria del marito scomparso che l'ultima dei Targaryen chiamerà Drogon il più potente e maestoso dei suoi terribili draghi, nati proprio dalla pira funebre del suo defunto sposo.

Jaqen H'Ghar (Tom Wlaschiha)

Jaqen H'Ghar

Uno di personaggi più misteriosi e al tempo stesso più affascinanti di Game of Thrones. Jaqen H'Ghar è il "capo" della confraternita di assassini nota come gli Uomini Senza Volto, l'uomo che più di ogni altro si è preso a cuore le sorti della giovane Arya Stark.

Ancora non si conosce la sua vera identità che probabilmente rimarrà un segreto anche dopo la fine dello show cosa che contribuirebbe a rendere ancora più leggendario questo imperscrutabile adoratore del Dio dai Mille Volti.

Davos Seaworth (Liam Cunningham)

Ser Davos Seaworth

Se fossimo costretti a descrivere in una sola parola Ser Davos Seaworth di sicuro sceglieremmo pragmatismo. È questa la sua dote principale anche se fino all'ultimo istante saremmo stati indecisi se lodarlo per questa o per l'altra sua caratteristica predominante: la fedeltà.

Ne sanno qualcosa Stannis Baratheon e soprattutto lo stesso Jon Snow che deve proprio alla sua intercessione con Melisandre la sua seconda possibilità di camminare tra i vivi e di combattere l'esercito del Re della Notte.

Petyr Baelish (Aidan Gillan)

Petyr Baelish

Se Ser Davos è l'emblema della fedeltà, Petyr Baelish è quello dell'inganno. In questa arte è il più abile in tutto Game of Thrones. Un esperto burattinaio che ha tirato le fila per gettare i Sette Regni nel caos e trarre per sé i più grandi benefici dalla conseguente instabilità.

Sfortunatamente per lui, proprio quando pensava di essere ormai vicino al suo obiettivo ha dovuto fare i conti con l'ingegno delle sorelle Stark che lo hanno costretto a inginocchiarsi e a rispondere per i suoi innumerevoli peccati.

Varys (Conleth Hill)

Lord Varys

Chiunque abbia solo pensato di avere un segreto in tutti i Sette Regni ha commesso un terribile e potenzialmente fatale errore. Già perché gli "uccellini" di Varys hanno orecchie ovunque e nulla può sfuggirgli.

Inizialmente dalla parte dei Lannister, pur di salvare la vita a Tyrion, ingiustamente incolpato per un crimine non commesso, Varys decide di rischiare la sua posizione ad Approdo del Re e di mettersi al servizio della causa di Daenerys.

Bronn (Jerome Flynn)

Bronn

Date un castello a quest'uomo! Dopo essere stato elevato al rango di cavaliere dalla famiglia Lannister, il soldato di ventura Bronn decide di acquisire il titolo di Ser delle Acque Nere.

Purtroppo, l'unica cosa che gli manca è appunto un bel castello per cui sarebbe disposto a fare qualsiasi cosa. Ma bisogna fare attenzione. La lealtà di questo straordinario personaggio non va solo al denaro benché egli faccia di tutto per farlo sembrare ma è rivolta soprattutto all'onore di chi glielo sta offrendo.

Bran Stark (Isaac Hempstead-Wright)

Bran Stark

Si può dire che la disputa tra Stark e Lannister sia stata generata dalla sua curiosità. Se il buon Bran avesse ascoltato i consigli di sua madre Catelyn le cose sarebbero andate diversamente ma i fan non avrebbero potuto gustarsi 7 stagioni di Game of Thrones.

Il suo romanzo di formazione inizia proprio lì, sul ciglio di quella finestra a strapiombo sul vuoto in cui verrà gettato dopo aver scoperto l'oscuro segreto di Cersei e Jaime Lannister. Scoprirà che dentro di sé si annida l'incredibile potere di un metamorfo che gli permette di prendere possesso della mente degli altri esseri viventi e di leggere tra le pieghe del tempo.

Ramsay Bolton (Iwan Rheon)

Ramsay Bolton

Insieme a Re Joffrey Baratheon, Ramsay Bolton è probabilmente uno dei personaggi più detestabili di tutto Game of Thrones. Crudele, spietato, perverso e psicopatico il figlio bastardo di Lord Bolton si è macchiato di ogni genere di crimine.

La sua condotta durante la "Battaglia dei Bastardi" combattuta contro Jon Snow per il dominio di Grande Inverno è solo la punta dell'iceberg di una lunghissima lista di atrocità. Ne sa qualcosa la povera Sansa, vittima impotente di una lunga serie di violenze fisiche e psicologiche infertele da Ramsay per puro divertimento.

Sandor "Il Mastino" Clegane (Rory McCan)

Sandor "Il Mastino" Clegane

Se sei "Il Mastino" la tua reputazione ti precede. E se poi tuo fratello Gregor "La Montagna" decide di sfigurarti per futili motivi, creandoti una serie infinita di problematiche psicologiche è abbastanza normale che tu scelga la via della strage nei Sette Regni.

Forse solo il viaggetto "padre e figlia" accanto alla giovane Arya Stark è riuscito a smussare un po' gli angoli di un carattere a dir poco spigoloso. Quello o la sonora sconfitta nel duello con Lady Brienne di Tarth che lo ha lasciato più morto che vivo.

Hodor (Kristian Nairn)

Hodor

Il destino di Bran e quello di Hodor sono legati a doppio filo. Infatti se il gigante buono è stato per un lungo periodo le gambe del rampollo di casa Stark dopo il suo terribile incidente, quest'ultimo è il responsabile dell'avvenimento che lo ha privato della parola.

L'unico suono che questo personaggio riesce a pronunciare è appunto "hodor" che nella sesta stagione di Game of Thrones si scoprirà essere la dolorosa e ultima frase proferita prima di morire.

Joffrey Baratheon (Jack Gleeson)

Joffrey Baratheon

Un monito per gli educatori del modo reale: se qualche bambino sin dalla tenera età manifesta evidenti segni di delirio di onnipotenza e sadismo probabilmente sarebbe meglio fargli fare una visita da uno specialista.

Purtroppo nei Sette Regni a quanto pare non esistevano psicologi dell'infanzia e al buon Jeoffrey fu concesso di crescere nell'eccesso e nello sfogo più violento dei suoi vizi e delle sue pulsioni.

Robb Stark (Richard Madden)

Robb Stark

Il maggiore dei figli di Ned Stark e Lady Catelyn, Robb Stark è l'erede al trono di Grande Inverno, non esitò a scendere in campo per vendicare il tentativo di omicidio di suo fratello Bran.

Purtroppo le sue azioni furono guidate troppo dal cuore e troppo poco dalla ragione cosa che lo spinse a tradire la parola data a Walder Frey e a imbattersi nel suo tragico destino. Le "Nozze Rosse" restano uno degli avvenimenti più drammatici e sconvolgenti di tutto Game of Thrones.

Tormund (Kristofer Hivju)

Tormund

Un altro beniamino assoluto dei fan di Game of Thones. Attualmente disperso nella caduta della Barriera - l'enorme e ancestrale muro di ghiaccio che separa il territorio degli uomini da quello degli Estranei - siamo sicuri che gli sceneggiatori abbiano in serbo per lui un ritorno in scena in grande stile.

Tormund Veleno dei Giganti appartiene al popolo libero del Nord che ha deciso di vivere oltre la Barriera per non dover sottostare a nessuna regola. Dopo essere rimasto impressionato dal coraggio di Jon Snow, decide di mettere la sua ascia al suo servizio nella guerra contro gli Estranei.

Stannis Baratheon (Stephen Dillane)

Stannis Baratheon

Per molti fan di Game of Thrones Stannis Baratheon avrebbe dovuto ereditare il Trono di Spade dopo la misteriosa morte di suo fratello Robert. Tuttavia le subdole macchinazioni dei Lannister lo hanno privato di questo presunto diritto facendo piombare i Sette Regni nella Guerra dei Cinque Re.

La sua cieca fiducia nelle parole di Melisandre - la Donna Rossa sacerdotessa del culto del Culto del Signore della Luce - lo hanno spinto a sacrificare la sua intera famiglia, alienandogli il rispetto e l'onore del suo esercito e dei suoi consiglieri più vicini.

Theon Greyjoy (Alfie Allen)

Theon Greyjoy

Accolto a Grande Inverno da Lord Stark, Theon è stato cresciuto come uno dei suoi figli. Ma può un uomo delle Isole di Ferro accettare un cambiamento tanto radicale? Quale sarà la sua reazione nel momento del bisogno.

Uno dei personaggi più controversi di Game of Thrones che si è spesso macchiato di atti meschini che tuttavia ha sempre pagato a carissimo prezzo. Dopo essere stato brutalmente torturato da Ramsay Bolton, l'unica persona che lo ha spinto a reagire per cercare di ritrovare l'onore perduto è stata Sansa Stark.

Che ne pensate dei personaggi maschili di Game of Thrones? Chi è il vostro preferito? Chi aggiungereste alla lista?

Condividi

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.