FOX

Sofia Viscardi: succede che le Serie TV uniscono le generazioni

di -

Le Serie TV salveranno il mondo, o forse semplicemente permetteranno a diverse generazioni di dialogare tra loro. Ne abbiamo parlato con il cast di Succede, film tratto dal romanzo di Sofia Viscardi

12 condivisioni 0 commenti

Condividi

Ha 33 anni, ha visto le puntate di Friends in diretta TV! Ecco, questo non è proprio quello che un trentenne vorrebbe ascoltare, soprattutto al cinema. Questa  battuta però è la ciliegina sulla torta in un dialogo tra la protagonista (Margherita, detta Meg) e la sua migliore amica (Olimpia, detta Olly), tratto dal film Succede, adattamento cinematografico dell'omonimo romanzo di Sofia Viscardi, racconto generazionale degli adolescenti di oggi.

Ambientato in una Milano inedita, il film è una cartina tornasole di quello che noi ex adolescenti di oggi forse non riusciamo ancora a vedere in maniera chiara. In un momento in cui la serialità televisiva e il cinema celebrano gli anni '80 e '90 (dal successo di Ready Player One a quello di Stranger Things), facendo sentire al giusto posto nel mondo ogni trentenne e quarantenne, questi adolescenti (nonostante ce la mettano tutta) non ci fanno sentire vecchi, anzi, ci mostrano ancora una volta la fortuna di essere nati in quegli anni che oggi i media celebrano con insistenza. 

Quattro adolescenti che condividono tutto: da un’alba milanese, a un rifugio sul tetto, le sneakers blu, la camicia di jeans, la musica nelle cuffie, la scuola e i primi baci. C’è questo e molto altro nel film tratto dal romanzo di Sofia Viscardi.

I riferimenti cross-generazionali in Succede sono notevoli, e vanno una versione più giovane e socialmente "skillata" di Joey Potter di Dawson's Creek, fino alla legittimazione di essere un binge watcher. Se fino a qualche anno fa infatti essere un patito di serie tv risultata patetico (soprattutto guardarle in lingua originale) ora invece è diventata un'attività socialmente elitaria. Segno che i tempi stanno cambiando, e cambiano per il meglio.

La serialità televisiva come linguaggio universale

Per questo motivo il film Succede è indirizzato non solo al pubblico degli adolescenti, ma anche a chi adolescente non lo è da un po' o molto tempo, perché aiuta a capire i gusti delle nuove generazioni e accende un faro di speranza che prima non avevamo, rappresentato proprio dalle Serie TV. E' proprio la serialità televisiva infatti che, forse non salverà il mondo, ma aiuterà a far dialogare le diverse generazioni fra loro, diventando un linguaggio universale fatto di citazioni e passioni. 

Il poster del film Succede
Il poster di Succede, dal 5 aprile al cinema

In attesa di vederlo in sala vi lasciamo con i primi cinque minuti del film. Succede è prodotto da Warner Bros Entertainment Italia, Indigo Film, Roman Citizen in collaborazione con Show Reel e uscirà nelle sale il 5 aprile distribuito da Warner Bros. Pictures.

Condividi

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.