FOX

Terminator 6: Paramount sposta di tre mesi l'uscita del reboot (ma non a causa della salute di Schwarzenegger)

di -

L'uscita dell'atteso reboot di Terminator è stata rimandata di tre mesi. Ma Paramount ha assicurato che si tratta di una decisione presa indipendentemente dalle recenti condizioni di salute della star del franchise, Arnold Schwarzenegger.

Primo piano di Arnold Schwarzenegger nei panni di Terminator Mental Floss

151 condivisioni 0 commenti

Condividi

Nuovi aggiornamenti dal mondo degli androidi: come si legge su Variety, Paramount Pictures ha infatti deciso di rimandare di tre mesi l'uscita nelle sale americane di Terminator 6, l'attesissimo reboot della saga creata dal premio Oscar James Cameron.

Ma attenzione: la decisione presa dallo studio non ha nulla a che vedere con le recenti condizioni di salute di Arnold Schwarzenegger, volto e simbolo del franchise di successo, che la scorsa settimana si è dovuto sottoporre ad un'operazione d'emergenza a cuore aperto.

Stando a quanto riportato da Variety, la data d'uscita del film, prevista inizialmente per 26 luglio 2019, slitterà quindi al 22 novembre dello stesso anno, giorno che sui calendari americani coincide con i festeggiamenti del Ringraziamento. 

Arnold Schwarzenegger in Terminator 2 - Il giorno del giudizioHDAwards Circuit

Paramount ha inoltre dichiarato che il cambio di data era stato stabilito già diverse ore prima che Schwarzenegger fosse ricoverato al Cedars-Sinai Medical Center per la sostituzione di una valvola cardiaca.

D'altronde, l'ex Mister Olympia, in seguito alle complicazioni che hanno fatto preoccupare non poco i suoi fan, ha rassicurato tutti con un tweet che non lasciava dubbi:

È vero: sono tornato! Sono andato a dormire aspettando di svegliarmi con una piccola incisione e mi sono svegliato con una grossa [incisione, n.d.r.] - ma indovina?  Mi sono svegliato, ed è qualcosa di cui essere grato. Grazie ai dottori e alle infermiere. E sono davvero grato per tutti i bei messaggi [ricevuti dai fan, n.d.r.].

Insomma, si tratta di una decisione dettata evidentemente da strategie di produzione che sicuramente aumenterà la curiosità dei fan del franchise, forse un po' delusi dai film usciti tra il 2003 e il 2015. 

Ma questa volta ci sono ottimi presupposti: il coinvolgimento di Cameron, la regia di Tim Miller e il ritorno di Linda Hamilton nel ruolo di Sarah Connor. 

Naturalmente stiamo parlando sempre del rilascio americano dal momento che l'uscita nelle sale italiane non è stata ancora rivelata. Ma varrà la pena aspettare tre mesi in più? 

Terminator 6: Cosa sappiamo del reboot

La trama di Terminator 6 è avvolta nel mistero come pure il suo titolo ufficiale. Ma sappiamo che il sesto capitolo della saga sarà il primo di una nuova trilogia, completamente reiventata da James Cameron in persona. Questo nuovo arco narrativo dovrebbe quindi rilanciare le sorti del franchise prestando maggiore attenzione ai personaggi di Terminator e Sarah Connor con l'obiettivo di creare qualcosa di nuovo.

Inoltre, secondo quanto dichiarato da Schwarzenegger, la trama del sesto film dovrebbe ignorare i sequel a cui Cameron non ha partecipato (quindi Terminator 3 - Le macchine ribelli, Terminator Salvation e Terminator Genisys). 

Tornare a quasi trent'anni di distanza all'idea originaria del franchise comporta però una serie di problemi. Il più importante di tutti riguarda l'età della sua star, Arnold Schwarzenegger, oggi 70enne: all'epoca di Terminator 2 - Il giorno del giudizio aveva 44 anni.

Ma l'età della star non sarà un ostacolo per la storia del nuovo film: i T-800 indossano infatti un endoscheletro che riproduce artificialmente i tessuti umani. Si tratta di un rivestimento in grado di guarire dai possibili danni, ma ciò non significa che i T-800 non possano invecchiare.

A dirigere Terminator 6 sarà - come già annunciato - Tim Miller, l'acclamato regista del primo Deadpool, e le riprese inizieranno la prossima estate.

Il cast del film vede naturalmente il nome di Schwarzenegger e il già citato ritorno di Linda Hamilton. A questi va aggiunta inoltre la possibile presenza dell'attrice canadese Mackenzie Davis (recentemente vista in Blade Runner 2049), attualmente ancora in trattative per un ruolo di primo piano nel film in arrivo a novembre 2019. 

Naturalmente rimangono comunque altri quesiti ancora senza risposta su questo misterioso sesto film, ma per conoscerne la risposta dovremo pazientare ancora un bel po'.

Condividi

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.