FoxCrime

Bill Cosby è una vittima: la nuova strategia della difesa dell'attore

di -

Bill Cosby è il carnefice o la vittima? La difesa dell'attore prova a ribaltare la prospettiva. Intanto, in aula arrivano nuove testimonianze contro la star de I Robinson.

Bill Cosby in aula al processo contro di lui

48 condivisioni 0 commenti

Condividi

Fin dalle prime battute, è apparso chiaro che il nuovo processo a Bill Cosby sarà una battaglia senza esclusione di colpi.

Dopo che l'attore ha ammesso di avere raggiunto un accordo milionario con Andrea Constand per archiviare la denuncia di violenza sessuale avanzata dalla donna nei suoi confronti, è sembrato evidente che il procuratore distrettuale Kevin R. Steele utilizzerà l'accordo monster stipulato nel 2006 come prova di colpevolezza (se la star de I Robinson fosse stata innocente, perché avrebbe pagato tutti quei soldi?).

Ma la difesa (ovviamente) non ha intenzione di stare a guardare. Come riporta Deadline, l'avvocato Thomas Mesereau (famoso per avere difeso Michael Jackson dalle accuse di molestie) ha ribaltato la prospettiva e ha presentato ai giurati il suo assistito come la vera vittima della situazione:

[Andrea Constand, n.d.r.] non era attratta da [Bill Cosby, n.d.r.], ma era follemente innamorata della sua fama e dei suoi soldi. Lui era solo e turbato [per la morte del figlio Ennis, assassinato nel 1997, n.d.r.] e ha commesso il terribile errore di confidare a questa persona quello che stava vivendo.

La dichiarata intenzione dell'avvocato è di fare passare l'accusatrice dell'attore come una donna avida e priva di scrupoli. E per riuscirci, ha rinnegato la vecchia strategia di difesa del "papà d'America".

Andrea Constand in tribunaleHDGetty Images
La difesa di Bill Cosby vuole dimostrare che Andrea Constand è una donna avida e senza scrupoli

Nella sua dichiarazione introduttiva, il precedente legale di Cosby, Brian McMonagle, aveva descritto il rapporto tra l'attore e Andrea Constand come una "relazione romantica". Invece, Mesereau ha subito insinuato nella giuria il dubbio che la donna abbia agito con cinica premeditazione per diventare ricca e famosa.

Al proprio scopo, l'avvocato ha citato la dichiarazione di una ex collega di Constand, Marguerite Jackson. All'epoca della presunta violenza, le due lavoravano insieme alla Temple University di Philadelphia. La prima come allenatrice della squadra di basket femminile e la seconda come impiegata.

Stando alla ricostruzione di Mesereau, la signora Jackson avrebbe seguito la squadra in molte trasferte, condividendo la camera d'albergo con Constand. E proprio in una di queste occasioni, l'allenatrice avrebbe parlato alla compagna di stanza dell'aggressione da parte di Cosby, affermando:

[Posso, n.d.r.] diventare famosa e ottenere molti soldi per la mia scuola e il mio business.

La difesa del "papà d'America" aveva già provato a utilizzare la dichiarazione di Marguerite Jackson nel primo processo, ma poiché Constand aveva negato sotto giuramento di conoscere la donna, la corte non l'aveva ammessa. Tuttavia, sembra che Mesereau disponga di due nuovi testimoni pronti ad affermare il contrario.

Nell'attesa di giocare le sue carte, l'avvocato si è congedato dalla giuria con una dichiarazione durissima nei confronti della principale accusatrice della star de I Robinson:

Penso che resterete sorpresi, quando scoprirete chi è [Andrea Constand, n.d.r.]. Vi mostreremo chi è. Ieri, l'accusa ha parlato di tradimento. Ma è stato il signor Cosby a tradire lei o la signora Constand a tradire lui e a spillargli più di 3 milioni di dollari?

Le nuove accuse a Bill Cosby

L'accusa di Andrea Constand è il perno anche del secondo processo contro Bill Cosby. Ma altre 5 donne (delle oltre 50 che hanno dichiarato di avere subito violenza o molestie da parte dell'attore) hanno accettato di testimoniare al dibattimento contro la star de I Robinson. La prima è Heidi Thomas, che all'epoca dei fatti era una insegnante di musica del Colorado e una aspirante attrice.

Stando a quanto riportano Deadline e Variety, la donna ha conosciuto Cosby nel 1984, quando la sua agenzia JF Images le ha procurato delle lezioni di recitazione con l'attore. Thomas ha raggiunto il "papà d'America" a Reno, ma non in albergo, come credeva. Bensì, nel ranch poco fuori città dove viveva Cosby.

La star de I Robinson avrebbe preparato per lei la scena di una donna ubriaca e poi le avrebbe offerto del vino bianco. Dopo averne bevuto un sorso, tutto si sarebbe offuscato.

La donna ha riferito che dei 4 giorni seguenti ha solo delle "piccole istantanee" e due sono drammatiche. In una, ha ricordato che era a letto con Cosby e che lui cercava di forzarla a un rapporto orale. In un'altra, che era ancora sdraiata nel letto e che l'attore non c'era più, ma le diceva che "il suo amico sarebbe tornato".

A tale proposito, Thomas ha spiegato che l'attore ha sempre parlato di sé in terza persona, chiamandosi "Mr. C" o "il tuo amico".

Bill Cosby a un evento pubblicoHDGetty Images
L'accusa vuole dimostrare che Bill Cosby agiva secondo uno schema e che ha abusato di più donne

Con le nuove testimonianze, l'accusa vuole dimostrare che Bill Cosby agiva secondo uno schema e che ha abusato di numerose donne, in modo da sciogliere tutti gli eventuali dubbi circa la denuncia di Andrea Constand.

Per sapere se ci riuscirà, non resta che aspettare. Il nuovo processo al "papà d'America" si annuncia più combattuto che mai e l'esito è davvero imprevedibile.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.