FoxCrime

DOGMAN, il trailer del film di Matteo Garrone in concorso a Cannes 71

di -

01 Distribution ha pubblicato il trailer di DOGMAN di Matteo Garrone: il film trae ispirazione dalla storia del canaro della Magliana e sarà in concorso a Cannes 71.

9 condivisioni 0 commenti

Condividi

Matteo Garrone rappresenterà l’Italia al prossimo Festival di Cannes insieme a Valeria Golino e Alice Rohwacher. Il regista sarà in concorso con il suo ultimo film DOGMAN, di cui 01 Distribution ha appena pubblicato il trailer.

Garrone torna a Cannes con un film molto diverso da Il racconto dei racconti con cui ha partecipato nel 2015. DOGMAN, infatti, è ambientato in una periferia triste e degradata con protagonisti un uomo mite e semplice e un ex pugile prepotente e violento.

Il trailer si sofferma subito sul tema centrale del film, vale a dire il rapporto di sudditanza esistente tra Marcello (Marcello Fonte) e Simoncino (Edoardo Pesce). In fondo, i due uomini sono diversissimi. Marcello vive del suo modesto lavoro di toilettatore e nutre un profondo amore per i cani e per la sua unica figlia Sofia, mentre Simoncino è un ex pugile abituato a terrorizzare la gente del suo quartiere.

DOGMAN di Matteo GarroneHD01 Distribution
Marcello, protagonista di DOGMAN di Matteo Garrone

Il canaro della Magliana

Il film è ispirato a uno dei casi di cronaca più efferati della fine degli anni ‘80, noto come il delitto del canaro della Magliana. Come ha chiarito Matteo Garrone, non si tratta di una ricostruzione dei fatti ma di una libera ispirazione che gli ha permesso di raccontare la sua storia nella storia. I fatti reali infatti sono accaduti nel 1988, mentre il film è ambientato ai giorni nostri.

Nel lontano 1988 il toelettatore (canaro) Pietro De Negri fu accusato del tremendo omicidio di Giancarlo Ricci, ex pugile dilettante e delinquente di quartiere. Negri attirò l’uomo nel suo negozio e lo torturò per ore rinchiudendolo nella gabbia dei cani. Ricci era colpevole agli occhi del suo assassino di averlo vessato con maltrattamenti ed estorsioni di denaro, soprattutto a seguito di una rapina di cui erano stati complici.

Durante il processo, Negri fu giudicato affetto da disturbo paranoide e incapace di intendere e di volere a causa dell’intossicazione acuta da cocaina. Nonostante la perizia psichiatrica, l’uomo fu condannato ed è uscito dal carcere nel 2005.

È questa la storia che ha colpito Garrone e a cui ha cominciato a lavorare 12 anni fa. Lui stesso ha dichiarato di averla ripresa più volte senza portarla mai a termine e di aver finalmente trovato la strada giusta dopo l'incontro con l’attore Marcello Fonte:

La sua umanità mi ha permesso di capire come affrontare una materia così cupa e violenta e il personaggio che volevo raccontare: un uomo che tenta di riscattarsi dopo una vita di umiliazioni e si illude di aver liberato se stesso e il suo quartiere e forse persino il mondo.

La sinossi di DOGMAN racconta, infatti, di un tentativo di riscatto da parte di Marcello e di un piano di vendetta messo in atto dopo l’ennesima sopraffazione da parte di Simoncino.

Una scena tratta da DOGMAN di Matteo GarroneHD01 Distribution
Simoncino e Marcello in DOGMAN di Matteo Garrone

Dopo aver dato un’occhiata al trailer siete curiosi di vedere il film? Non dovrete aspettare molto, DOGMAN uscirà nelle sale italiane il 17 maggio 2018.

Condividi

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.