FOX

Joaquin Phoenix non è intimidito dal Joker di Heath Ledger

Il concetto di "Joker migliore di sempre" dovrebbe essere abbandonato: per Joaquin Phoenix, ogni interpretazione dei personaggi dei fumetti è unica ed irripetibile. E nemmeno il confronto con Heath Ledger va temuto.

Il Joker dietro le sbarre ne Il Cavaliere Oscuro

76 condivisioni 0 commenti

Condividi

Questo film sul Joker si farà oppure no?

È dallo scorso mese di agosto che i rumor attorno al progetto DC/Warner si rincorrono senza sosta. Si è parlato di possibili ambientazioni (un film sulle origini), del suo collegamento con altri film del franchise (probabilmente nessuno) e dei possibili interpreti del protagonista (fuori Jared Leto, dentro qualcun altro?). Per la parte del principe del crimine si sono proposti in molti, persino il "disaster artist" Tommy Wiseau, che è arrivato a mostrarci il video del suo surreale provino.

Ma, tra tutti i nomi in gioco, quello che più ha risuonato è quello di Joaquin Phoenix, che sarebbe davvero in trattative con Warner Bros. per diventare il nuovo volto del Joker. Nessuna conferma ufficiale, solo "chiacchiere" a questo punto: ma l'attore ha già messo in chiaro che, se davvero dovesse ottenere la parte, non si farebbe spaventare dall'ombra di Heath Ledger.

Ledger è probabilmente il Joker più amato (e memorabile) del cinema. Con la sua interpretazione diretta da Christopher Nolan, l'attore è riuscito a far dimenticare persino la performance di Jack Nicholson nel Batman di Tim Burton (da sempre amatissima dai fan dell'Uomo Pipistrello). Da allora, è iniziata la "maledizione del Joker": chiunque avrebbe interpretato il personaggio dopo di lui, si sarebbe trovato ad affrontare un inevitabile test di paragone.

Possibile look di Joaquin Phoenix nel ruolo del Joker in una fanart di BossLogic

Nonostante le pesanti critiche che hanno investito Jared Leto per il suo ruolo in Suicide Squad, Phoenix non sembra davvero preoccupato dalla possibile sfida. Secondo lui, infatti, il problema non sussiste: ogni versione del personaggio è diversa dalla precedente e, proprio per questo, non è possibile paragonarle.

Non posso parlare di quel personaggio o di quel film [Joker ne Il Cavaliere Oscuro, n.d.R.], ma penso che sia interessante che nei fumetti ci sono diversi sceneggiatori e disegnatori che si alternano. È una situazione diversa da quella di un personaggio della letteratura, che è quella cosa e basta. Ci sono diverse interpretazioni.

Phoenix ha portato ad esempio le opere teatrali, dove a ogni rappresentazione è resa unica dalle particolari condizioni sul palco, sempre irripetibili. Allo stesso modo, ogni attore interpreta lo stesso personaggio in modo diverso dai suoi colleghi, cambiando anche il tono (o il significato) del film in modi più o meno marcati.

Credo che il genere dei fumetti si presti abbastanza ad avere diverse persone come interpreti dello stesso personaggio, interpretato in modo diversi. È una cosa intrinseca del materiale originale, in un certo senso.

La storia cinematografica e televisiva non solo del Joker ma anche di molti altri personaggi dei fumetti sembra dare ragione a Phoenix.

Spesso gli eroi e i villain dei fumetti vengono drasticamente reinterpretati, anche solo per essere proposti a diverse fasce di età. Inoltre, le storie stesse dei personaggio sono di frequente vittime di operazioni di retcon, reboot e altre "deviazioni di rotta" capaci di cambiare, anche in profondità, la natura stessa dei suoi protagonisti.

Forse, il modo per giudicare al meglio l'interpretazione di un attore, è proprio considerarla una performance a sé stante, in un certo senso slegata dall'universo fumettistico. Sarà questo l'approccio che Phoenix adotterà, nel caso dovesse indossare davvero i panni del Joker? Per ora, non possiamo che attendere notizie ufficiali da Warner Bros. e DC Comics.

(via CinemaBlend)

Condividi

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.