FoxAnimation

Bao: una clip dal nuovo corto animato Disney Pixar

di -

Un raviolo cinese prende vita assumendo sembianze umane nella clip in anteprima di Bao, il nuovo cortometraggio animato Disney/Pixar. A dirigerlo è, per la prima volta nell'universo Pixar, una donna, l'artista di storyboard Domee Shi.

208 condivisioni 0 commenti

Condividi

Vi abbiamo già parlato di Bao, il nuovo cortometraggio animato Dinsey Pixar che uscirà insieme a Gli Incredibili 2, l'atteso sequel diretto da Brad Bird (un po' come è successo già l'anno scorso con Frozen - Le avventure di Olaf, uscito insieme a Coco, premio Oscar per il miglior lungometraggio animato).

Una clip in anteprima da questo film di breve durata (il minutaggio è ancora sconosciuto) che trovate all'inizio di questo articolo ci illustra trenta secondi importanti della narrazione.

Si tratta del momento in cui un piccolo raviolo cinese, adagiato su una foglia di lattuga nel fondo di una cesta, prende improvvisamente vita assumendo sembianze umane. Il tutto sotto gli occhi sbalorditi di una solitaria casalinga.
Al termine di questa breve clip, sul volto della donna lo stupore cede infine il posto alla tenerezza.

Bao, sinossi del corto animato Disney/Pixar

Bao racconta di una matura cino-canadese che soffre di sindrome del nido vuoto e sogna una seconda maternità. Un'occasione che le si presenta proprio quando uno dei suoi ravioli fatti in casa prende incredibilmente vita.

Naturalmente il "cucciolo" presto crescerà divenendo un bambino vivace e sbruffone e la madre dovrà imparare un'importante lezione: niente rimane piccolo per sempre.

Curiosità su Bao

La novità di questo cortometraggio è quella di essere diretto - per la prima volta nell'universo Pixar - da una donna. Si tratta dell'artista di storyboard Domee Shi, anch'ella canadese ma di origini cinesi come la madre protagonista del film, la quale ha già collaborato con lo studio in film quali Inside Out e Il viaggio di Arlo.

È stata proprio quest'ultima a spiegare il doppio significato della parola "bao", che da un lato designa un panino cotto al vapore, dall'altro indica qualcosa di prezioso, quindi un tesoro.

Nelle sue dichiarazioni precedentemente rilasciate ad Entertainment Weekly, la regista ha inoltre raccontato:

Troppe volte ho avuto l'impressione che mia madre mi trattasse come un prezioso ravioletto cinese: voleva assicurarsi che fossi al sicuro, che non uscissi tardi e cose del genere. Così ho voluto creare questa fiaba magica, moderna, un po' come la storia di un uomo di marzapane cinese.

Come potete immaginare, le tematiche familiari trattate nel corto non sono certo passate inosservate. A raccontarcelo è sempre la stessa regista: 

Abbiamo ricevuto un sacco di e-mail di gente che si identificava con il personaggio della mamma o con il personaggio del raviolo esclamando: 'Aspetta, quello sono io' o 'Questi sono i miei genitori' oppure 'Sto vivendo questo proprio adesso'.

Come già detto, Bao uscirà insieme a Gli Incredibili 2, un sequel che vedrà ancora più centrale il personaggio di Helen Parr/Elastigirl. Due madri coraggiose vi aspettano quindi al cinema il prossimo 19 settembre

Ma  - come si legge su EW - c'è una madre anche dietro alla lavorazione di Bao, quella della stessa Shi, Ningsha Zhong. Quest'ultima si è infatti offerta come "consulente di ravioli" accettando di lasciarsi fotografare dal team di Bao durante la lavorazione dei suoi tradizionali ravioli fatti in casa. Questi scatti sono poi stati utilizzati dai tecnici di Pixar come riferimento per l'animazione.

Insomma, questo cortometraggio sembra alquanto appetitoso.

Che ne pensate? Vi è già venuta voglia di ravioli cinesi cotti al vapore?

Condividi

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.