FOX

Stranger Things 3: la teoria sulla morte di Jonathan

di -

Chiudete le finestre e tenete le stufe accese, il Mind Flayer potrebbe tornare più cattivo che mai, o almeno questo è quello che sperano i fan.

I quattro nerd di Stranger Things alle prese con il Sottosopra

370 condivisioni 0 commenti

Condividi

Dovremo aspettare il 2019 per vedere la nuova stagione di Stranger Things, la serie TV di punta della piattaforma Netflix, ma nel frattempo le ipotesi e le curiosità non mancano ad arrivare.

In attesa di rivedere Undici e gli altri ragazzi alle prese nuovamente con il Sottosopra e il Demogorgone, i fan di Stranger Things iniziano a fare pronostici su ciò che vedremo nella terza stagione della fortunata serie ideata da Matt e Ross Duffer.

Le ipotesi che circolano sul web sono molteplici circa l’evolversi della pericolosa situazione nella ignara cittadina di Hawkins, ma ciò che tiene maggiormente banco tra le discussioni e le teorie degli “esperti” riguarda la prossima morte di spicco.

David Harbour, Millie Bobby Brown e altri attori della serie

Come ben ricordiamo, nella prima stagione il triste ruolo toccò a Barbara Holland, la migliore amica di Nancy, risucchiata dal demogorgone durante una pessima festa in piscina. Il ruolo di Barb in sé non fu determinante, ma il significato della sua morte fu un elemento predominante nella seconda stagione. Fu grazie al senso di giustizia e alla necessità di dare una risposta alla scomparsa di Barb se Nancy e Jonathan si avvicinarono maggiormente, portando alla luce gli insabbiamenti del laboratorio segreto nella seconda stagione.

Nel secondo capitolo di Stranger Things ad immolarsi fu invece il povero Bob Newby. Il gentile e ingenuo compagno di Joyce Byers, interpretata da una bravissima Winona Ryder, sacrificò la sua vita per salvare quella degli altri, diventando l’antipasto dei demo-cani.

A differenza della impercettibile Barb, Bob era riuscito a farsi posto nel cuore dei fan della serie proprio per i suoi modi gentili nei confronti dello sfortunato Will e per il suo contributo concreto alla causa.

Nella terza stagione a chi toccherà essere la “vittima del Sottosopra”?

Per gli esperti del web questo ruolo spetterebbe a Jonathan Byers. A riportarlo è il sito ScreenRant che, dopo aver fatto una lista di pro e contro è giunto a questa conclusione.

Secondo un’attenta analisi condotta dal sito, il personaggio interpretato da Charlie Heaton ha raggiunto il suo livello massimo di crescita e di interesse e morire adesso renderebbe giustizia al suo ruolo e sarebbe il salto di qualità che manca alla serie per diventare un cult.

L'attore Charlie Heaton interpreta Jonathan Byers

Jonathan è sempre stato un adolescente maturo e responsabile nei confronti del fratello e della madre, molto introverso e profondo anche in fatto di gusti musicali e di hobby sensibili come la fotografia.

Dalla prima stagione queste prerogative non sono mutate e l’unica novità è stata la relazione con l’indecisa Nancy. D’altra parte il ruolo di fratello maggiore di Will e figlio di Joyce renderebbe la sua morte ancora più significativa e destabilizzante per l’intero gruppo di impavidi.

Joyce, dopo aver passato due stagioni a proteggere Will, come affronterebbe la morte di Jonathan? E i giovani Will, Mike, Dustin e Lucas rimarrebbero sconvolti da una morte a loro così vicina?

Secondo gli analisti del web, dopo aver cercato di mantenere intatto il cast principale è arrivato il momento di smuovere le acque ed elevare Stranger Things da serie fantasy noir adolescenziale a thriller maturo in chiave horror.

Soltanto in questo modo il Sottosopra potrebbe fare veramente paura.

Ma gli sceneggiatori seguiranno i consigli suggeriti dai fan o si concentreranno su altri aspetti evolutivi della storia?

Nuovi amori e "papà Steve" in Stranger Things 3

Come ricordiamo, nel finale della seconda stagione abbiamo visto sbocciare i primi amori all'interno del gruppo. Innocenti baci e tenerezze si sono visti tra gli inseparabili Mike e Undici e anche tra la nuova coppia formata da Lucas e Max. Non dimentichiamoci del simpatico Dustin che, nonostante la scarsa fortuna col gentil sesso, ha stretto un rapporto di fratellanza e ammirazione proprio con Steve Harrington, il personaggio rivelazione.

In Stranger Things Joe Keery veste i panni di Steve Harrington

Pare proprio che il ruolo di Steve, interpretato da Joe Keery, sarà maggiormente sviluppato nella nuova stagione di Stranger Things. L'immaturo Steve infatti, da superficiale e pessimo fidanzato qual era, è diventato un responsabile fratello maggiore per Dustin e il resto del gruppo, mettendo spesso a repentaglio la sua vita pur di proteggere i piccoli nerd.

Questo gli ha permesso di guadagnarsi un posto speciale nella classifica dei fan della serie, che mai lo sacrificherebbero per il bene della trama.

È ancora presto per sapere qualcosa di certo sulla terza stagione di Stranger Things, nonostante le indiscrezioni forniteci dal produttore Shawn Levy, ma siamo sicuri che nei prossimi mesi ne sentiremo delle belle e chissà che qualcuna di queste ipotesi non incontri i gusti degli sceneggiatori e diventi "realtà".

Il qui di Stranger Things

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.