FOX

Un Uragano all'improvviso: intervista ad Alexandria Daddario

di -

Arriva in Italia dal 16 aprile il nuovo film con Alexandra Daddario, Un uragano all’improvviso disponibile dal 16 aprile nei digital Store. Ecco cosa ci ha raccontato l'attrice

Intervista ad Alexandria Daddario per un uragano all'improvviso

1 condivisione 0 commenti

Condividi

Arriva in Italia dal 16 aprile il nuovo film con Alexandra Daddario, Un uragano all’improvviso disponibile dal 16 aprile nei digital Store

Co-Protagonista con Alexandria Daddario, che interpreta Kate, nei panni di Meg anche Kate Upton. In seguito diverse delusioni sul fronte lavorativo le due amiche prenotano una vacanza all’ultimo minuto per una meta esotica, decide a rilassarsi passando un piacevole weekend senza stress, ma un uragano dirotta il loro volo e sono costrette a un atterraggio di fortuna a St. Louis, ma non tutte i problemi vengono per nuocere. 

Sul volo conosceranno infatti Ryan, un ragazzo che entrambe cercheranno di conquistare, con risvolti epicamente fallimentari.

Una battaglia all’ultimo sangue che si risolverà in maniera inaspettata.

Alexandria Daddario sul set del film

In occasione dell’uscita del film in Italia abbiamo intervistato Alexandria Daddario, recentemente al cinema con Baywatch al fianco di Zac Efron e Dwayne Johnson, e precedentemente nella serie televisiva True Detective e al cinema con Percy Jackson

Generalmente i viaggi in aereo e gli atterraggi d’emergenza non sono mai così divertenti come nel film. Ti è mai capitato di viverne uno come quello vissuto da Meg e Kate?

No purtroppo! In realtà mi è capitato una volta di aver un ritardo sul volo di otto ore, è stato divertente solamente perché ho cercato di dimenticarmi anche il mio nome! Cercavo di distrarmi in tutti i modi ma è stata un’esperienza assurda e singolare, per fortuna! Delle volte devi prendere il lato positivo anche delle situazioni negative, e con il senso dell’umorismo trovare i lati positivi delle cose.

Il film nonostante sia una commedia leggera e piacevole mostra quando in realtà sia difficile mantenere un’amicizia anche consolidata, quando un ostacolo si frappone. Ma le donne riescono sempre a trovare un modo per risolvere le cose, non trovi?

In realtà in questo caso la scusa di provarci entrambe con lo stesso ragazzo mette in luce le loro insicurezze più profonde, sia dal punto di vista personale che lavorativo. Grazie a questa esperienza capiscono cosa devono migliorare in loro stesse, e di pari passo questo migliora la loro amicizia. 

E come reagiresti in una situazione del genere?

Le volte in cui ho litigato con le mie amiche era per qualcosa di diverso, di concreto, perchè purtroppo delle volte può capitare, ma ci devi lavorare sopra e andare avanti, superando insieme gli ostacoli. Cerco di non litigare su cose futili, anzi cerco di non litigare in primo luogo con le persone che ho al mio fianco, ma non significa che non sia frustrata di certi atteggiamenti delle volte, cerco solo di concentrarmi sulle cose più importanti.

La "preda" contesa fra le due amiche

C’è una scena nel film che ricorda molto Trainspotting, il film con Ewan McGregor. Hai preso ispirazione da quella scena per girare la scena nel bagno della stazione di servizio?

O mamma, quella scena è stata davvero tosta da girare, soprattutto molto realistica! Devo dire che la scena di Trainspotting ha fatto storia, quindi sicuramente ci siamo ispirati a quello, ma a livello inconscio. E’ stata una delle cose più disgustose che abbia mai dovuto girare, anche se alla fine è stato molto divertente.

Nel film interpreti una maestra, è qualcosa che ti piacerebbe fare arrivata a questo punto della tua carriera? Insegnare agli altri come diventare attrice?

Sicuramente è una cosa che mi piacerebbe fare, ma non mi sento ancora pronta perché ho molto da imparare ancora da questo mestiere. La cosa divertente è che sarei diventata una maestra se non avessi avuto successo come attrice!

Il film si trasforma in un road movie, quali sono secondo te la canzone che non può mancare in una playlist di un viaggio on the road?

Bella domanda! Fammici pensare, sicuramente Bohemian Rhapsody dei Queen, che adoro cantare quando sono in macchina, e sotto la doccia!

Condividi

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.