FOX  

Perchè ci affascina Negan di The Walking Dead?

di -

Perchè non riusciamo a resistere al fascino di Negan? Ecco i segreti di un cattivo, quello di The Walking Dead, che fa della catarsi artistotelica il suo punto di forza

561 condivisioni 1 commento

Condividi

Da quando è entrato a far parte dello show, Jeffrey Dean Morgan e il suo Negan hanno dato una scossa a The Walking Dead, fornendo quello che il pubblico bravama da tempo: un degno antagonista per Rick e il suo gruppo. Negan è inoltre a tutti gli effetti un alter ego perfetto per Rick. Due sguardi diversi che si fondono in uno, attraverso il gioco di specchi che spesso abbiamo visto negli episodi trasmessi in questi due anni, da quando Negan e Lucille sono comparsi sul piccolo schermo.

Dal fumetto alla serialità televisiva, Negan deve molto del suo fascino al carisma del suo attore, Jeffrey Dean Morgan, ma anche alla complessità del suo personaggio. Come tutti dopo l'apocalisse è dovuto diventare più forte, nascondere il suo lato più umano assumendo un nuovo ruolo, quello di leader. In una serie che è sempre stata un trattato di sociologia e antropologia post apocalittico, Negan offre una delle riflessioni più profonde sull'animo umano.

Negan con Lucille
Negan e Lucille

Il passato di Negan nei fumetti

Ex professore di educazione fisica al liceo, anche nella vita prima dell'avvento degli Walkers non era propriamente uno stinco di santo. Sempre beffardo e con un humor pungente, Negan non era fedele alla moglie, che invece è rimasta sempre al suo fianco. Una moglie che lo ha sempre protetto, che lo faceva sentire al sicuro nonostante tutto.

Negan comprende di aver sbagliato quando la moglie viene a mancare a causa di un cancro, in piena apocalisse. Da lì cambia, comprendendo i suoi errori e trovando un nuovo scopo. Si lascia scivolare addosso le morti, non si affeziona a nessuno dei suoi compagni di viaggio, troppo deboli per sopravvivere al caos lanciato dagli walkers. Si isola e trincera costruendo un personaggio forte, deciso, sicuro di sé e spavaldo, un vero leader, quello dei salvatori. L'unica cosa che continua a tenere viva la sua vita passata è la sua compagna, la sua arma, la sua forza: Lucille, la mazza da baseball a cui dà il nome della defunta moglie:

La verità è che ho incontrato solo un gran numero di persone incapaci di diventare un po' più spietate per salvare i loro cari. Loro cedevano, la gente moriva. E morivano loro. Gente debole, gente spaventata. Stando accanto a quelle persone, ho imparato una cosa. Osservandoli morire uno dopo l'altro... Perché erano troppo deboli...troppo spaventati... troppo maledettamente tristi. E io? Io non provavo niente. Ci ho messo parecchio a capire perché. Era grazie a Lucille. Lei mi proteggeva, mi aveva messo in una bolla dove niente mi avrebbe toccato. Mi ha reso forte. Mi ha aiutato a sopravvivere. 

In questo estratto tratto da Negan è qui, edito da Saldapress, si evince l'importanza di Lucille e il legame che il capo dei salvatori ha con lei, e la missione che ha deciso di seguire, trasformandosi in un comandante, con regole ferree e spesso spietate.

Negan e la catarsi aristotelica

Ma perché affascina un personaggio così? Considerato che stiamo parlando a tutti gli effetti di un villain? Oltre alla fascinazione del male, o per dirla in termini nerd le lusinghe del lato oscuro della forza, Negan rispetta anche uno dei principi filosofici più importanti, quello che Aristotele definiva catarsi. Per Aristotele la tragedia greca era considerata un forma sublime di immedesimazione. Imitando ed estremizzando la realtà l'assistere a uno spettacolo permetteva allo spettatore di vivere le passioni in maniera intensa, liberandolo da un determinato stato sentimentale.

In che modo però la catarsi aristotelica si rapporta a Negan? Il simpatizzare per lui non implica che i suoi fan siano degli psicopatici o degli assassini è chiaro, perché nella realtà nessuno supporterebbe un personaggio del genere, semplicemente il suo carisma, il suo atteggiamento beffardo, il suo umorismo pungente e la sua capacità di fare esattamente sempre quello che vuole, affascinano lo spettatore. Uno spettatore costretto spesso a veder fallire il suo eroe, Rick, nell'attesa che si rialzi e riprenda. Negan è il diversivo perfetto, quel pizzico di sale che rende saporito uno show come The Walking Dead.

A Londra abbiamo incontrato il cast del film e scherzando abbiamo chiesto loro il motivo per cui Negan ha così tanto fascino sui fan italiani, e non solo. Merito forse delle sue doti in cucina? Il leader dei salvatori si è dimostrato infatti un perfetto cuoco, preparando per Carl e Judith un bel piatto di spaghetti...

The Walking Dead tornerà ad ottobre su FOX, nel frattempo continuate a seguirci per tutte le novità e anticipazioni dello show, e non solo.

 

Condividi

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.