FOX

Tutto sul nuovo God of War per PS4

di -

La furia di Kratos sta per abbattersi sulle nostre PlayStation 4. In attesa del debutto del 20 aprile 2018, scopriamo cosa poterci aspettare dalla prossima incarnazione di God of War.

Un primo piano di Kratos invecchiato in God of War

92 condivisioni 0 commenti

Condividi

Uscirà il prossimo 20 aprile il nuovo episodio di God of War, pronto a marchiare con il sacro fuoco della guerra le nostre PlayStation 4 e PlayStation 4 Pro.

Un capitolo, quello sviluppato ancora una volta dai ragazzi di Santa Monica Studio, che reinterpreta l'intera saga, assolutamente bisognosa di una ventata di aria fresca e di idee genuine dopo l'arrivo della versione rimasterizzata di God of War III sulla console di ultima generazione a marchio Sony. Il team californiano ha deciso di osare e di provare una strada evidentemente differente, ma illuminata a giorno come sono solo le operazioni di rilancio in chiave moderna.

Le novità di questo ''soft-reboot'' dell'action game più iconico per la grande famiglia PlayStation non passano solo dalla volontà di conferire un'impronta più incisiva alla narrazione - un po' come avvenuto in Uncharted -, ma anche e soprattutto sul fronte del gameplay, ora più ragionato e votato all'esplorazione, passando poi per l'evoluzione del suo protagonista, il sempre possente Kratos, e per un drastico cambiamento nell'ambientazione. 

Per prepararci al meglio al debutto nei negozi, è dunque doveroso mettere nero su bianco tutto ciò che ci attende nella più recente avventura dello sterminatore di divinità di casa Sony, accompagnato per l'occasione da un giovane aiutante, il figlioletto Atreus. Nato tra i ghiacci e in futuro temprato proprio dal gelo della mitologia norrena. 

God of War: dal mito greco alla tradizione nordica

Come dicevamo, le novità più evidenti di God of War su PS4 riguardano l'ambientazione e lo stesso protagonista. 

Dopo la caratterizzazione ellenica dei capitoli precedenti, il titolo sceglie di sedurci tra le fredde lande scandinave, segnando il contatto con una mitologia completamente diversa come quella nordica, che secondo le indiscrezioni potrebbe caratterizzare anche le prossime uscite della serie. È inevitabile che, con un sensibile cambio di registro, Santa Monica abbia dovuto concepire e plasmare un cast tutto nuovo di creature e boss, di bestiari e divinità che trasudano mitologia norrena da ogni poligono.

La rottura di God of War passa anche per il suo antieroe, forgiato da mille battaglie sulle precedenti console Sony e deciso a compiere il suo destino anche su PlayStation 4. Kratos è diverso nell'estetica, visibilmente invecchiato e agghindato con una barba fiera e feroce, e nel carattere, con il rapporto con Atreus a rappresentare la base fondamentale su cui è strutturato l'intero videogame.

Sia chiaro, il ''pelatone'' più amato del videoludo è ancora lo stesso Dio della Guerra dall'indole bollente, ma appare dotato di un'umanità prima sconosciuta al brand. Umanità che proprio Atreus è riuscito ad imprimere su quello che, fino ad una manciata di anni fa, si presentava come un action game nudo e crudo, in cui la trama era un mero pretesto per seminare distruzione e morte tra le divinità.

La presenza del giovane figlio di Kratos trova un interessante riflesso anche nel sistema di progressione e in quello di combattimento, a dimostrare quanto la sua introduzione non sia stata dettata solo dalla volontà di arricchire God of War di un impatto emotivo più consapevole, ma anche dalla necessità di rimodernare una serie che, con molta probabilità, non aveva più nulla da dare agli appassionati. 

Allo stesso modo, anche la regia devia percorso, incaricata di raccontare una storia più strutturata e predominante rispetto a quanto visto nelle precedenti incarnazioni di God of War. E che delinea una nuova epopea piuttosto longeva, che richiederà circa 25 ore per essere completata - estendibili poi a 40 nel caso vogliate dedicarvi alla raccolta dei collezionabili e all'abbattimento di diversi boss opzionali, già confermati dalla produzione.

L'azione che coinvolge Kratos e Atreus viene mostrata sfruttando sempre la stessa inquadratura, quasi che si trattasse di un lungo piano-sequenza senza tagli, stacchi o cambi di campo. E se vi suona come una sfida registica senza precedenti per il team, sappiate che i Santa Monica ne vanno - giustamente - molto fieri.

God of War: la nuova guerra

È però il gameplay ad aver incuriosito - e sì, anche instillato qualche dubbio ai ''veterani'' - i videogiocatori fedelissimi di God of War. 

D'altronde il sistema di gioco va ora a proporre un sistema di combattimento rivisitato e un maggior focus sugli enigmi, eliminando del tutto il tasto adibito al salto. L'esplorazione diviene elemento centrale, e l'ambientazione - più aperta e dotata di percorsi opzionali da esplorare anche con l'ausilio di barche a altri mezzi di trasporto alternativi - stimola l'interazione con le location, assai più importante nell'economia del gioco. 

Intendiamoci, God of War non vi terrà impegnati con puzzle particolarmente complessi, ma gli enigmi incarnano la già discussa intenzione degli sviluppatori di spezzare l'azione tra i combattimenti e vivacizzare il ritmo della campagna principale. Le situazioni sono diverse, e vi chiederanno di trovare utilizzi alternativi per le armi o modi differenti di interagire con gli elementi dello scenario, imponendosi solo come interessanti digressioni di una struttura comunque consolidata.

Tra le giustificabili paure dei fan, spicca anche il nuovo equipaggiamento di Kratos. Appese al chiodo le amatissime Lame del Caos, il guerriero spartano imbraccia adesso una temibile ascia - l'Ascia del Leviatano, per l'appunto -, accoppiata ad uno scudo. Entrambi offrono diversi utilizzi sia nell'eliminazione degli avversari che nella risoluzione degli enigmi. 

Non è un segreto che il combat system sia decisamente più strategico che in passato: per avere la meglio sulle diverse creature che infestano God of War dovremo studiare i loro schemi di attacco, analizzarne i punti deboli e sfruttare alcuni elementi dello scenario a nostro vantaggio, così come gli attacchi con l'arco sulla distanza di Atreus, che va ad incarnare la figura del personaggio di supporto.

Kratos, infatti, può indicare al piccolo guerriero quali tiri eseguire e sfruttare l'immobilizzazione causata dalle frecce per scatenare con maggiore effetto i propri colpi devastanti. 

Anche l'evoluzione e la progressione degli ''attori'' principali ha subito un deciso restyling, permettendoci di assimilare poteri diversi e differenti abilità con l'applicazione di rune dal potere diverso sull'Ascia del Leviatano e l'arco di Atreus. 

God of War: uscita e edizioni speciali su PS4

La data da segnare a più tinte di rosso sul calendario è quindi quella del 20 aprile 2018.

God of War, come impone la tradizione, arriverà sul mercato non solo in edizione ''lisicia'', ma anche in più golose edizioni limitate - sia fisiche che digitali.

La sontuosa Collector's Edition, ad esempio, offre una splendida statuetta di 23 centimetri, realizzata da Santa Monica Studio in collaborazione con il team di Gentle Giant. La mappa di stoffa è invece una compagna inseparabile per il nostro viaggio, nonché una vera e propria opera d'arte. Le statuine incise dei fratelli Huldra sono poi dettagliate esattamente come i loro personaggi in gioco.

Solo da Unieuro, potremo invece mettere le mani su una ricca Limited Edition. Disegnato come se venisse direttamente dalle fucine di Midgard, lo SteelBook nero e argento è effigiato del logo di Huldra Bros e comprende anche una copia fisica dell'artbook di Dark Horse. Naturalmente, sono inclusi anche alcuni fantastici extra in-game, come il Death's Vow Armor Set, lo scudo Exile Guardian e un tema di God of War per PS4.

A chiudere, abbiamo la Digital Edition, dedicata a chi ama il digitale. Indosseremo il leggendario Death's Vow Armor Set per aumentare la nostra forza e onorare la solenne promessa che dà il via al viaggio di Kratos e Atreus nelle terre norrene di Midgard e oltre.

La Digital Edition di God of War

Il fumetto digitale di Dark Horse, numero 0, inizia a svelare la storia di Kratos, prima dell'inizio della sua missione con Atreus. Inoltre, sia il fumetto digitale che il mini artbook saranno accompagnati da un esclusivo commento audio degli sviluppatori.

La copertina ufficiale del nuovo capitolo di God of War

E voi, quale edizione di God of War vi porterete a casa fra una manciata di giorni?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.