Maradona vs. FIFA 18: dopo Konami, il Pibe de Oro si scaglia contro EA

di - | aggiornato

Impostando una partita tra Juventus e Napoli in FIFA 18, il viso di Diego Armando Maradona appare nella curva della squadra torinese, per giunta in tinte bianconere. E l'ex campione azzurro minaccia azioni legali.

La versione virtuale di Maradona in FIFA 18

0 condivisioni 0 commenti

Condividi

Diego Armando Maradona si infuria con una simulazione calcistica. Di nuovo!

Ricorderete il caso che coinvolse il Pibe de Oro e Konami, accusata dall'ex calciatore argentino di aver sfruttato indebitamente la sua immagine in PES 2018. Una diatriba che si concluse poi a favore del buon Diego, ora PES Ambassador fino alla fine del 2020.

Ebbene, nel mirino di Maradona vi è ora la serie rivale per eccellenza, ed in particolare la sua ultima incarnazione: FIFA 18. Stando a quanto riportato da Eurosport, sta infatti facendo il giro della rete un'immagine scovata dal giornalista Paolo Trapani e che ritrae il volto della Mano de Dios come simbolo della curva juventina. Il fattaccio accade nel corso di una partita tra Napoli e Juventus nello sportivo di Electronic Arts, proprio nella curva dell'Allianz Stadium.

La gaffa di FIFA 18 su MaradonaHDEurosport

La gaffe del colosso americano non è dunque passata inosservata, ed è stata considerata un vero e proprio affronto a tutti i tifosi azzuri, Diego Armando Maradona compreso. Ancora innamorata dei partenopei, la stella argentina ha dunque tuonato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli, minacciando azioni legali: 

C'è qualcuno che sta facendo delle cose sbagliate e questo è un dolore al cuore, per questo ho dato mandato ai miei avvocati perché non si possono sbagliare in un gioco così diffuso. Ho dato mandato ai miei avvocati per la mia immagine raffigurata nella curva della Juve sulla Playstation. Non si può fare così in un gioco così diffuso. Qualcuno ha voluto fare il furbo e la pagherà.

Insomma, il battagliero Maradona ha avviato un'altra delle sue crociate. Voi per chi ''tifate'' in questa curiosa vicenda?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.