True Lies: il tango con Schwarzenegger e le scene più memorabili del film

di - | aggiornato

True Lies è il divertente action diretto da James Cameron e interpretato da Arnold Schwarzenegger e Jamie Lee Curtis. Ecco le scene più memorabili.

Arnold Schwarzenegger balla il tango in True Lies

44 condivisioni 0 commenti

Condividi

Tre anni dopo il cult fantascientifico Terminator 2 - Il giorno del giudizio il regista James Cameron torna a dirigere Arnold Schwarzenegger nel pirotecnico spy movie True Lies. La pellicola, che all'epoca destò scalpore per il budget extra-large (oltre 100 milioni di dollari stanziati dai produttori), è in sostanza una parodia dei film di James Bond così come dell'intera carriera di Schwarzy, qui autoironico come spesso gli è accaduto.

Dietro l'apparente veste di rappresentante di prodotti per l'informatica, Harry Tasker (Schwarzy) cela la propria identità di agente segreto in forza alla Omega Sector, un'agenzia statunitense che opera per assicurare la sicurezza nazionale (al cui comando troviamo un Charlton Heston versione "Nick Fury").

Gli impegni di lavoro e gli orari proibitivi costringono Tasker a trascurare la propria famiglia. Come conseguenza immediata osserverà sua moglie Helen (Jamie Lee Curtis) cedere alle avances di un rivenditore d'auto (Bill Paxton) che millanta di essere uno 007. Come se non bastasse, un'organizzazione terroristica - che ha legami con l'affascinante e cinica trafficante Juno Skinner (Tia Carrere) - medita di compiere una serie di attentati negli Stati Uniti. Riuscirà il protagonista a salvare capra - il suo matrimonio - e cavoli (gli USA)?

True Lies è un concentrato di humour e azione, ricordato per gli strepitosi effetti speciali e per un cast che abbina i muscoli di Schwarzenegger al fascino delle coprotagoniste Carrere e Lee Curtis (nel film appare inoltre Grant Heslov, futuro sceneggiatore di molti film di George Clooney e regista del demenziale L'uomo che fissa le capre).

La pellicola diretta da Cameron a metà anni '90 regala diverse scene cult. Ripassiamole insieme:

Il tango di Schwarzy

Harry, anche quando lavora, "ha sempre tempo per il tango". Accade nella scena iniziale di True Lies, un chiaro omaggio ai film di James Bond che verrà curiosamente ripreso due anni dopo in Mission: Impossible di Brian De Palma (una serata di gala in una lussuosa tenuta). L'ex Mr. Olympia, nel girare la celebre scena del tango assieme alla sexy Tia Carrere (beato lui, aggiungiamo noi), ha affrontato una delle sfide più difficili della propria carriera, arrivando a prendere numerose lezioni di ballo per non sfigurare con Al Pacino, che due anni prima aveva girato Scent of a Woman - Profumo di donna, esibendosi in una scena simile.

Il tango presente nel film è il celebre "Por una cabeza", composto da Carlos Gardel nel 1935. Lo si può ascoltare, tra gli altri, anche nel drammatico Schindler's List.

Subito dopo aver ballato con la perfida Juno Skinner, il protagonista si dà alla fuga (il suo collega nel furgone gli intima: "lascia la bagascia"), impegnandosi in una rocambolesca corsa sulla neve che rende omaggio agli inseguimenti di 007.

Scena del bagno

Due terroristi cercano di uccidere Tasker in un bagno pubblico che viene devastato da proiettili e azzuffate. Il tutto avviene mentre un vecchietto impaurito cerca di espletare i propri bisogni. Naturalmente Schwarzy, dopo aver messo k.o. uno dei due gorilla, si concede anche una battuta delle sue.

Inseguimento a cavallo

Perché non inseguire una moto di grossa cilindrata con un cavallo? Una pensiero geniale sfiora la mente del protagonista, che al galoppo dà la caccia al terrorista Salim Abu Aziz (lo interpreta il britannico di origine pakistana Art Malik) per le strade e in un hotel a cinque stelle, salendo addirittura sul tetto per mezzo di un ascensore e provando a lanciarsi dal parapetto, emulando il gesto del fuggitivo (atterrato poi in una piscina di fronte). Fortuna che il cavallo ha più sale in zucca del suo cavaliere.

Lo striptease di Jamie

Jamie Lee Curtis non è mai stata un'icona sexy, diciamolo chiaramente. Eppure in questo film mette in mostra (non solo) il suo lato più sensuale, esibendosi in una danza hot dinanzi allo sguardo compiaciuto - e a dire la verità un po' sorpreso - di suo marito, seminascosto nell'oscurità. Qualche anno dopo la soubrette Rossella Brescia imiterà il balletto sexy dell'attrice di True Lies in un noto spot di una marca di orologi.

Attacco aereo sul ponte

Una delle scene più memorabili del film, realizzata grazie ai portentosi effetti speciali del film e alla fornitura del Governo USA (lautamente ricompensato da Cameron e soci) di tre Hawker Siddeley Harrier, il celebre caccia a decollo verticale impiegato dall'esercito britannico nella guerra delle Falkland. Il velivolo fu ribattezzato dagli argentini "la muerte negra".

Arnold pilota un Hawker Siddeley Harrier

Uccide, balla, guida come un pilota/stuntman e siede addirittura ai comandi di un caccia. Se ti chiami Arnold Schwarzenegger nulla è impossibile, nemmeno lanciare un missile a cui è appeso il tuo nemico e centrare l'elicottero dei terroristi. Chapeau.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.