FoxAnimation  

Bart Simpson? E' come Sabino durante la maratona di Londra

Il runner barese ha deviato il percorso dell'ultima maratona di Londra battendo il record del campione olimpionico Farah, una cosa simile era già successa in un episodio de I Simpson.

798 condivisioni 0 commenti

Condividi

Quanto accaduto alla maratona di Londra lo scorso 22 aprile è senza precedenti. Spopola in rete infatti la notizia dell'italiano Sabino Rinaldi, corridore 59enne di Bari che alla medesima maratona ha pensato bene di accorciare il percorso e saltare 16 chilometri, a dispetto dei 42 previsti dalla gara. Questo lo ha portato a tagliare il traguardo in sole 3 ore e 19 minuti, con un tempo record nella seconda parte della gara addirittura migliore del campione olimpionico Mo Farah, anche lui presente alla manifestazione sportiva.

La cosa però non è passata inosservata agli occhi degli addetti ai lavori e della stampa. Infatti il "Times" ha smascherato la vicenda etichettando l'accaduto come una "truffa". Il runner barese ha provato a giustificarsi ai microfoni inglesi dichiarando che il suo obiettivo era quello di divertirsi e non di cronometrare la sua performance. Forse il suo scopo era semplicemente quello di rimanere nella storia, e senza dubbio ci è riuscito.

Maratona di Londra: la previsione de I Simpson

Una storia simile i Simpson l'avevano già anticipata nell'episodio della dodicesima stagione andato in onda in Italia il 17 ottobre 2001. Infatti uno degli episodi della suddetta stagione inizia con la maratona di Springfield, alla quale Homer decide di partecipare nonostante non sia proprio un uomo sportivo.

Tutto normale fino a quando però, a 450 metri dall'arrivo, Bart sbuca da uno dei marciapiedi che costeggiano la gara travestito da corridore, con i baffi ed una t-shirt raffigurante il tricolore italiano. Il primogenito della famiglia Simpson si intrufola nella gara e riesce a spuntarla sui due atleti dell'Australia e del Gibuti, fino a quel momento in testa al torneo, vincendo (slealmente) la gara. Peccato però per l'inconveniente accaduto durante la premiazione...

Condividi

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.