FOX

Alice Rohrwacher presenta al Festival di Cannes Lazzaro Felice

di -

Presentato il primo dei due film italiani in concorso al Festival di Cannes, Lazzaro Felice, di Alice Rohrwacher, con protagonista la sorella, Alba, che torna a dirigere dopo Le Meraviglie, Gran Prix della giuria nel 2014 a Cannes.

Alice Rohrwacher presenta al Festival di Cannes "Lazzaro Felice" Getty Images

14 condivisioni 0 commenti

Condividi

Presentato Lazzaro Felice, in concorso alla 71^ edizione del Festival di Cannes, il film di Alice Rohrwacher, regista già premiata con il Grand Prix della Giuria alla kermesse francese nel 2014 per "Le meraviglie". Il film è uno spaccato senza tempo su un'Italia rurale, sulla scia della fine della mezzadria, che trova la sua collocazione temporale a metà degli anni novanta, grazie alla selezione musicale scelta dalla regista stessa, come ha raccontato alla stampa italiana durante l'incontro nell'Italian pavillion dell'hotel Majestic.

Per la prima volta ha utilizzato la musica extradiagetica per creare la giusta atmosfera nel film, inserendo anche una canzone dance molto popolare nel 1994: Dreams Will Come Alive dei 2Brothers on the 4thFloor, che è dello stesso anno di un'altra celebre canzone (T'appartengo di Ambra Angiolini) che la regista ha utilizzato nel suo film precedente.

Questo piccolo particolare ha generato uno scambio di battute molto divertente fra le due sorelle Rohrwacher. Alba è stata infatti diretta dalla sorella anche in Lazzaro Felice, e ha preso in giro la sorella minore perché ha ascoltato musica solo quell’anno, poi i genitori le hanno staccato la radio e quindi non è andata oltre il repertorio musicale degli anni '90.  La complicità fra sorelle e palese e va oltre il rapporto lavorativo, tanto che l'unico commento che ha voluto rilasciare Alba sull'essere nuovamente diretta dalla sorella è stato un ironico "ahimè è lei il capo!"

Cannes 2018, la presentazione del film italiano Lazzaro Felice HDgetty images
Cannes 2018, la presentazione del film italiano Lazzaro Felice

Chi sono i Lazzaro oggi?

Il film racconta la storia del giovane Lazzaro, che ha un carattere buono e semplice. Il ragazzo è molto amico di Tancredi, figlio della marchesa Alfonsina De Luna (Nicoletta Braschi), una donna che rappresenta nel mondo in bianco e nero diviso tra il bene e il male, la tinta più scura della malvagità. Ma l'amicizia tra i due è forte, tanto che Lazzaro aiuta Tancredi ad organizzare il suo stesso rapimento. Ma chi sono i Lazzaro di oggi?

I meno protagonisti di tutti che, per una volta, sono diventati protagonisti. Non sono mai messi in primo piano sono gli ultimi della fila e non si mettono mai in mostra. Il film è una fiaba in bianco e nero e Lazzaro in tutto questo intrecciarsi di bene e male rimane sempre esente dal giudicare gli altri. Non giudica chi ha davanti ed ha una fiducia incondizionata nel prossimo, ma non significa che faccia sempre buone azioni. 

Il film è stato accolto con entusiasmo sia dal pubblico che dalla stampa, e si presenta come una scommessa, un film bislacco e libero, chiuso al montaggio tre giorni prima della partenza per Cannes, in cui la dimensione religiosa è importante nella sua concretezza e materialità, che racconta una trasformazione antropologica grandissima, legata a un passato relativamente recente. Elsa Morante, racconta la regista, diceva che siamo passati dal primo al secondo medioevo sociale, fatto di disgregazione e lotte costanti. Ma nel film non c’è chiaramente una morale, non si stava meglio prima rispetto ad ora, perché ci sono amarezze e bellezze in tutte le epoche. Il significato lo deve cercare lo spettatore per sé stesso.

Un omaggio al maestro, e mastro, Ermanno Olmi

Dopo la recente dipartita del grande regista italiano Alice Rohrwacher si è sentita persa, dichiarando che non c'è sguardo che le manca di più. Avrebbe voluto infatti mostrare il film finito al maestro, e mastro, ma non le è stato possibile. 

Il film, distribuito dalla 01 Distribution, arriverà in Italia dal 31 maggio.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.