FoxCrime

City of Lies: il trailer del film con Johnny Depp in uscita a settembre

di -

Il rapper The Notorious B.I.G., detto Biggie, fu assassinato a Los Angeles nel 1997. City of Lies, con Johnny Depp, ricostruisce le indagini sull'omicidio. Ecco il trailer del film.

317 condivisioni 0 commenti

Condividi

Il trailer ufficiale di City of Lies restituisce immediatamente il senso del film con Johnny Depp e Forest Whitaker, tratto dalla storia vera dell'omicidio del rapper The Notorious B.I.G.

Un omicidio come questo rimane insoluto solo se la polizia non vuole risolverlo.

Il film, in uscita a settembre, vede Depp nei panni del vero detective di Los Angeles Russell Poole, che fu a capo delle indagini sull'omicidio di uno dei rapper più influenti di sempre.

Whitaker interpreta invece un reporter che lavora insieme a Poole per risolvere il caso, tutt'oggi irrisolto.

Johnny Depp e Forest Whitaker in City of LiesHDGood Film, Romulus Entertainment
Johnny Depp e Forest Whitaker in City of Lies

L'omicidio

Le indagini sulla morte di The Notorious B.I.G. furono molto discusse per diversi motivi: per il presunto ruolo di gang criminali locali, per la dichiarazioni di Poole - che abbandonò il caso affermando di sentirsi ostacolato da alcuni colleghi - e per la similitudine con l'omicidio di un altro famosissimo rapper, Tupac, assassinato nel settembre del 1996 a Las Vegas con simili modalità.

The Notorious B.I.G., all'anagrafe Christopher George Latore Wallace III, morì il 9 marzo del 1997, poco prima dell'una di notte, dopo aver partecipato alla festa di un'etichetta discografica: una Chevrolet Impala nera affiancò l'auto su cui viaggiava insieme ad altre persone e lo colpì a morte con 4 colpi d'arma da fuoco (che in seguito sarebbe risultata essere una pistola 9mm).

Dopo la sua morte, numerose teorie - da parte del Dipartimento di Polizia ma anche di prestigiosi quotidiani locali - vennero elaborate senza che nessuna trovasse mai un riscontro definitivo.

Dai debiti per il presunto mancato pagamento del servizio di sicurezza al coinvolgimento di membri delle gang cittadine, dalle teorie complottiste al legame con la morte di Tupac: si scrisse di tutto e di più sul caso.

E ora, il film scritto da Christian Contreras sulla base del libro candidato al Premio Pulitzer intitolato LAbyrinth: A Detective Investigates the Murders of Tupac Shakur and Notorious B.I.G., the Implication of Death Row Records' Suge Knight, and the Origins of the Los Angeles Police Scandal scritto dal giornalista Randall Sullivan, cercherà di ricostruire la vicenda.

Con una particolare attenzione per le accuse ai colleghi da parte di Poole che, vent'anni dopo, ancora cerca di sbrogliare la matassa per capire cosa successe davvero.

LAbyrinth: il libro di Randall SullivanCanongate Books
LAbyrinth: il libro di Randall Sullivan da cui è tratto il film City of Lies

City of Lies

Non hai idea di cosa sia capace il Dipartimento di Polizia di Los Angeles.

La sinossi del film, diretto da Brad Furman (The Lincoln Lawyer), fa riferimento proprio alla determinazione di Poole, che non ha ancora deciso di mollare e vuole vederci chiaro.

Ecco di cosa si tratta:

Il detective della Polizia di Los Angeles Russell Poole (Johnny Depp) ha passato anni a cercare di risolvere il suo caso più importante, ma dopo due decenni le indagini rimangono ancora aperte.

Jack Jackson (Forest Whitaker), un reporter che cerca disperatamente di salvare la propria reputazione e carriera, è determinato a scoprire perché. In cerca della verità, i due uniscono le forze per sbrogliare una matassa sempre più intricata di bugie e corruzione istituzionale. Inarrestabili nella loro caccia alla verità, questi due uomini ostinati minacciano di portare alla luce la cospirazione e di intaccare le fondamenta del Dipartimento di Polizia di Los Angeles e dell'intera città.

City of Lies, attualmente in fase di post-produzione e nelle sale statunitensi dal prossimo 7 settembre, non è il primo film sul caso (furono girati diversi documentari sugli omicidi di Tupac e The Notorious B.I.G.) ma è sicuramente quello destinato a far discutere maggiormente.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.