FOX

PS4 vicina alla fine del suo ciclo vitale, ma PS5 è ancora lontana

di -

La vendutissima PlayStation 4 è già entrata nei suoi ultimi anni di vita, poi dovrà lasciare spazio a PS5: questa volta le informazioni vengono direttamente da Sony.

PS4 Pro Sony

339 condivisioni 0 commenti

Condividi

PlayStation 4 sta entrando negli ultimi anni del suo ciclo vitale. A riferirlo, questa volta, non sono le indiscrezioni che circolano online ma il presidente di PlayStation John Kodera, che ha discusso della questione durante l'annuale Investors Relations Day della compagnia. Le sue parole lasciano pensare che la console rimarrà quella di riferimento per Sony almeno fino al 2021, anno in cui potremmo assistere al debutto di PS5.

PS4 a lenti passi verso la pensione

PlayStation 4, la più popolare console della corrente generazione, cammina a lenti passi verso il suo pensionamento. Comunicando i suoi dati, Sony ha fatto sapere di attendersi numeri positivi anche per l'anno fiscale 2018 (che termina il 31 marzo 2019), ma con un netto rallentamento rispetto al passato. La compagnia giapponese si aspetta di vendere 16 milioni di PS4 nel corso del periodo indicato, mentre nell'anno precedente ne aveva calcolato 19 milioni, con la crescita del reddito operativo che ammonterebbe solo al 7%.

Andrew House alla presentazione di PlayStation 4HDSony
Andrew House, allora presidente di PlayStation, alla presentazione di PS4

In questi ultimi anni di vita di PS4, Sony si concentrerà soprattutto sui suoi servizi online, con le relative entrate che sono cresciute sensibilmente "soprattutto grazie agli abbonamenti PlayStation Plus". Inoltre, arriveranno nuove esclusive: il piano è quello di "rendere dei franchise delle proprietà intellettuali di successo e rinfrescare alcune IP già esistenti", come dichiarato da Kodera. A ciò, si affiancheranno giochi che non saranno parte di una proprietà intellettuale già esistente.

Sony ha già reso note anche le sue previsioni per l'anno fiscale 2020, che si concluderà il 31 marzo 2021: in questo periodo si aspetta un netto calo del reddito operativo, che passerebbe da 190 miliardi di yen a una cifra compresa tra 130 e 170 miliardi. Proprio quelli dell'anno fiscale 2020 sarebbero gli ultimi mesi di vita di PS4, come lasciato intendere dal presidente: Kodera ha parlato di un previsto calo del brand PlayStation in quel periodo, che vivrebbe poi una nuova impennata di popolarità e successo subito dopo. Indizi che rimandano al possibile lancio di PlayStation 5 fissato proprio per il 2021.

PS4 e PS4 ProHDSony
Da sinistra: PlayStation 4 (versione slim, lanciata nel 2016) e la potenziata PlayStation 4 Pro

Se la data del 2021 venisse confermata significherebbe che il ciclo vitale di PS4 sarebbe durato da novembre 2013 a un mese non meglio precisato del 2021. Aspettativa di vita più breve per la potenziata PS4 Pro, invece, uscita a novembre 2016.

I numeri di PlayStation 4 e l'eredità per PS5

Il successo raggiunto da PlayStation 4 sarà un'ottima base di partenza per la sua erede. Dal suo lancio a oggi, PS4 ha venduto 79,8 milioni di unità in tutto il mondo – numeri che preparano il sorpasso agli 80 milioni di PS3 e che potrebbero superare anche i 102 milioni dell'originale PlayStation. Possibile, ma tutto da vedere e molto difficile, anche un sorpasso alla più venduta della famiglia Sony, PlayStation 2, che salutò con una base installata di 155 milioni di console.

Sono diventati sempre più importanti anche i numeri degli abbonati a PlayStation Plus, che conta oggi su 34,2 milioni di sottoscrittori: una crescita notevole, considerando che ad aprile 2016 erano 20,8 milioni. Notevole è anche il numero degli utenti mensili attivi su PlayStation Network, arrivato a un picco di 80 milioni – lo scorso anno si parlava di 70 milioni. Proprio questo dato è quello che interessa maggiormente a Sony per il futuro: Kodera ha spiegato che, mentre al lancio di PlayStation nel 1994 la speranza era vendere almeno 1 milione di console, oggi l'obiettivo è raggiungere 100 milioni di utenti mensili attivi. Utenti mensili che, se poi migrassero abbastanza rapidamente su PS5, renderebbero molto più semplice una veloce creazione della sua base installata e permetterebbero ai conti di Sony di non subire contraccolpi eccessivi. Secondo il presidente, l'obiettivo è quello di:

Mitigare l'impatto del ciclo vitale delle piattaforme rispetto a quanto accaduto in passato, in modo da stabilizzare la struttura del profitto.

I progetti per il lancio di PS5 cominciano insomma a farsi molto concreti, anche se non dovremmo vedere la console sul mercato prima del 2021. Di recente, Sony ha anche confermato che la sua futura PlayStation non sarà presente all'E3 2018, dove la compagnia nipponica si concentrerà sulla presentazione di nuovi giochi per PS4: un ulteriore indizio del fatto che non c'è nessuna fretta di lanciare PlayStation 5 nell'immediato.

L'originale PS4HDSony
Il design originale di PS4, poi sostituito dal modello Slim nel 2016

Sony non si è al momento mai sbilanciata sul possibile hardware di PS5 e le uniche informazioni in nostro possesso arrivano da indiscrezioni. Ci sarà da aspettare un po' prima di poterci mettere mano e di scoprire che cuore pulserà sotto la scocca della nuova PlayStation. Voi siete così impazienti che la comprereste al lancio o volete godervi PS4 ancora molto a lungo?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.