FOX

Avengers: Infinity War, gli sceneggiatori avrebbero cambiato la missione di Thanos

Christopher Markus e Stephen McFeely hanno ereditato dai precedenti film Marvel diversi elementi della trama di Avengers: Infinity War... e un numero di MacGuffin dedisamente troppo elevato!

Thanos in Avengers: Infinity War

338 condivisioni 0 commenti

Condividi

Christopher Markus e Stephen McFeely non hanno avuto vita facile. Proprio loro, infatti, sono stati scelti dagli Studi Marvel per sceneggiare Avengers: Infinity War, il titanico crossover dove i Vendicatori e i Guardiani della Galassia hanno dovuto combinare le forze per affrontare la minaccia rappresentata da Thanos.

Il duo aveva già messo alla prova la propria gestione di un cast corale in Captain America: Civil War, dove aveva collaborato a strettissimo contatto con Anthony e Joe Russo, registi di entrambi i blockbuster citati. Ma, sebbene abbia avuto l'occasione di muovere sulla scacchiera un grandissimo numero di eroi e villain del MCU, anche'esso aveva le mani legate.

L'arrivo di Thanos e il suo piano per riunire le Gemme dell'Infinito aveva cominciato a prendere forma anni prima che Markus e McFeely diventassero un'abile squadra di burattinai. I film usciti prima di Infinity War avevano già stabilito parecchio su come gli eventi del film avrebbero dovuto svolgersi, e a loro sarebbe piaciuto cambiare alcune cosette nel passato del franchise.

Thanos ottiene la Gemma dello SpazioMarvel Studios
Thanos aggiunge la Gemma dello Spazio al Guanto dell'Infinito

In una recente intervista al New York Times, gli sceneggiatori hanno rivelato come avrebbero reso diversamente la trama di Avengers: Infinity War, riscrivendo da zero le mosse di Thanos:

Se fossimo partiti da zero, non avremmo scelto di usare sei maledetti MacGuffin! Quello non è stato d'aiuto. È stato difficile inserire tutta quella roba nel film.

Per chi non fosse familiare con il termine, quello del "MacGuffin" è un espediente narrativo usato molto di frequente nelle sceneggiature cinematografiche. I protagonisti si ritrovano a inseguire per la maggior parte del tempo un obiettivo o un oggetto (il MacGuffin, appunto) che porta a vanti la trama, e che spesso serve a mettere in moto la vera storia.

Nel caso di Avengers: Infinity War, i MacGuffin sono rappresentati proprio dalle sei Gemme dell'Infinito cercate da Thanos: elementi che, uno ad uno, avevano (quasi) tutti fatto la loro comparsa nell'universo Marvel che già conoscevamo. Difficile dire come sarebbe cambiato il film se il Titano non fosse stato mosso dal desiderio di riunire i potenti artefatti per portare a compimento il proprio piano.

Stephen McFeely e Christopher Markus alla prima di Avengers: Infinity WarHDGetty Images
Stephen McFeely e Christopher Markus

Ad ogni modo, Markus e McFeely se la sono cavata piuttosto bene con l'impresa che è stata loro assegnata. Le critiche ad Avengers: Infinity War certo non mancano, ma il film sembra aver soddisfatto le (altissime) aspettative di molti fan: questo è testimoniato non tanto dagli incassi da capogiro del blockbuster (ad oggi oltre 1,9 miliardi di dollari nel mondo), ma dalle tantissime teorie che impazzano sul web.

Non scriviamo mai qualcosa senza sapere come finirà. Per esempio, Capitan America e Vedova Nera difendono più che altro la Terra in Infinity War, ma avranno un ruolo molto più importante nel secondo film. Ci siamo dati licenza di fare qualcosa di più grande in seguito.

Avengers 4 arriverà tra l'aprile e il maggio del 2019, ma i fratelli Russo si sono già trovati a confermare alcune intuizioni su Spider-Man, mentre alcuni spettatori fanno interessanti congetture sul futuro di Loki. A noi, intanto, non resta che attendere di vedere come evolverà il Marvel Cinematic Universe dopo il colosso Infinity War.

I prossimi appuntamenti al cinema sono quelli con Ant-Man and the Wasp (in Italia dal 14 agosto) e Captain Marvel (in arrivo a marzo 2019).

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.