FoxCrime

Il silenzio degli innocenti: la saga di Hannibal con l'ordine di libri e film

di -

Hannibal Lecter: il cattivo perfetto. Quello che ha conquistato milioni di lettori e telespettatori. Per essere poi in parte snaturato dal suo stesso creatore. Ecco la sua storia attraverso film, romanzi e serie TV.

Hannibal Lecter: tutti i film e i libri della saga Universal Pictures

255 condivisioni 0 commenti

Condividi

Psichiatra, serial killer, cannibale. Capace di una tale crudeltà da scolpire il suo nome nella storia della letteratura e del cinema fin dalla sua prima apparizione.

Interpretato da grandi attori, protagonista di film, romanzi e serie TV. Mostro sanguinario e inquietante. Eppure... Prima o poi, tutti abbiamo fatto il tifo per lui.

Hannibal Lecter, nonostante tutto, ci è sempre stato simpatico. Più simpatico del dottor Chilton (il suo "vecchio amico per cena"), poco ma sicuro.

Perché il mostro nato dalla penna di Thomas Harris ha qualcosa di speciale: ci affascina con la sua perspicacia, ci cattura con la sua cultura, e soprattutto mantiene la parola data.

Quid pro quo, Clarice.

Il suo patto con l'agente Starling nel film che l'ha reso un mostro sacro, si basa su uno scambio di informazioni e su un codice d'onore che il dottor Lecter rispetta con cura.

Che sia il grande Anthony Hopkins a dargli vita sul grande schermo, in quel capolavoro universalmente riconosciuto che è Il silenzio degli innocenti, o che tocchi al bravo e intenso Mads Mikkelsen in TV, protagonista di una serie ingiustamente sottovalutata dalla critica mainstream, non importa.

Perché Hannibal Lecter resta il cattivo per definizione. Il cattivo che tutti amiamo odiare. E odiamo amare.

Ecco quindi una guida alla sua storia, dall'inizio alla fine - almeno fino a questo momento.

Una storia letteraria con i romanzi di Thomas Harris, e una storia cinematografica con i film che ne sono stati tratti. Senza dimenticare la serie TV.

Siete pronti a (ri)vivere tutte le macabre avventure di Hannibal the Cannibal?

 

I film

I libri

 

La serie TV

 

I film

Manhunter - Frammenti di un omicidio (1986)

Manhunter - Frammenti di un omicidioFilmAuro
Manhunter: la locandina originale del film di Michael Mann

Indiscusso capolavoro di Michael Mann, Manhunter è il primo film in cui compare il personaggio di Lecter. In un ruolo marginale, però.

La storia è quella dell'agente dell'FBI Will Graham (William Petersen, il futuro Grissom di C.S.I.), ottimo investigatore che ha deciso di ritirarsi dopo essere miracolosamente sopravvissuto all'attacco del dottor Lecktor (il nostro Lecter, interpretato dal grande Brian Cox), a cui dava la caccia.

Quando un altro serial killer, soprannominato dalla stampa Dente di Fata, inizia a seminare il panico, a Graham viene chiesto di tornare in servizio. Per ottenere indizi sul nuovo mostro in circolazione, Will Graham visita Lecktor in prigione. Ma lo psichiatra cannibale, che conosce l'assassino, gli dà l'indirizzo di Will, mettendo in grave pericolo anche la sua famiglia...

I personaggi di Jack Crawford (Dennis Farina, Law & Order) e del dottor Chilton (Benjamin Hendrickson, A proposito di Henry) compaiono già, ma verranno sviluppati maggiormente solo in seguito.

Il killer è interpretato da Tom Noonan (Damages), mentre Joan Allen (La seduzione del male) è la donna non vedente con cui il killer intrattiene una morbosa relazione.

Benché compaia brevemente sullo schermo, il personaggio di Hannibal determina, di fatto, il corso degli eventi. E apre la strada al ruolo di primo piano che il successivo film gli riserverà, trasformando il sequel di Manhunter in uno dei film più amati di tutti i tempi.

 

Il silenzio degli innocenti (1991)

La locandina originale de Il silenzio degli innocentiOrion
La locandina originale de Il silenzio degli innocenti

Una giovane e inesperta agente dell'FBI, fresca di Accademia, viene coinvolta nel caso di un serial killer che la stampa ha soprannominato Buffalo Bill. In cerca di informazioni che possano dare una svolta alle indagini, Clarice Starling (Jodie Foster) discute col suo superiore Jack Crawford (Scott Glenn, Caccia a Ottobre Rosso) la possibilità di entrare in contatto con il dottor Hannibal Lecter (Anthony Hopkins), lo psichiatra cannibale rinchiuso in un manicomio criminale di massima sicurezza.

Lecter accetta di aiutare Starling, ma in cambio vuole qualcosa: racconti intimi della sua vita privata...

Con l'ostracismo del dirigente del manicomio, il viscido dottor Chilton (Anthony Heald, Boston Legal), e un gioco di confidenze con Lecter che diventa sempre più pericoloso, Starling affronte la proprie paure e si mette sulle tracce di Buffalo Bill.

Adattato per lo schermo da Ted Tally (Oscar per la migliore sceneggiatura non originale), Il silenzio degli innocenti ha vinto ben 5 Oscar, all'epoca evento eccezionale per un thriller così crudo.

Oltre a quella per lo script, il film ha conquistato una statuetta per la migliore regia (a Jonathan Demme), il migliore attore protagonista (Anthony Hopkins), la migliore attrice protagonista (Jodie Foster) e il miglior film, diventando il terzo film nella storia fino a quel momento a vincere le 5 categorie principali (dopo Accadde una notte, il capolavoro di Frank Capra del 1934 e il supercult Qualcuno volò sul nido del cuculo, nel 1975).

Costato meno di 20 milioni di dollari, ai botteghini di tutto il mondo il film ne incassò quasi 300.

Per prepararsi a interpretare quello che sarebbe diventato uno dei suoi personaggi più famosi, Sir Anthony Hopkins studiò i fascicoli di diversi serial killer reali, presenziò ad alcuni processi per omicidio e fece anche visita a degli assassini condannati e rinchiusi in prigione.

 

Hannibal (2001)

La locandina di HannibalUniversal Pictures
La locandina originale del film Hannibal

Questa volta è Ridley Scott a firmare l'adattamento del nuovo romanzo di Thomas Harris, ma il risultato - nonostante la presenza di Anthony Hopkins nei panni di Lecter - non è all'altezza dei precedenti. Probabilmente per l'eccessiva quantità di scene splatter, che cancella quell'aura di fascino misterioso costruita attorno al personaggio di Lecter.

Nonostante la prestigiosa firma di David Mamet, sceneggiatore fra i più studiati e rispettati, Hannibal non riesce a raggiungere le vette di tensione de Il silenzio negli innocenti, anche per la mancata alchimia fra Lecter e Starling, che questa volta è interpretata da Julianne Moore (Oscar per Still Alice).

Ambientato esattamente dieci anni dopo Il silenzio degli innocenti, il film racconta la caduta in disgrazia di Starling che, dopo un'operazione antidroga finita in tragedia, è stata demolita dai mass media e vede a rischio la propria carriera.

Per riabilitarsi, coglie l'occasione offertale dal nuovo capo Paul Krendler (Ray Liotta, Quei bravi ragazzi) di indagare su Lecter, latitante ormai da diversi anni.

Lecter si trova a Firenze sotto il falso nome di Dottor Fell e sulla sua testa pende una taglia da 3 milioni di dollari lanciata dalla sua unica vittima sopravvissuta: il miliardario Mason Verger (Gary Oldman, Oscar per L'ora più buia). Verger, irrimediabilmente sfigurato e disposto a tutto pur di farla pagare a Lecter, tenta l'ispettore fiorentino Rinaldo Pazzi (Giancarlo Giannini, Casino Royale) che, scoperta l'identità di Lecter, preferisce contattare gli uomini del miliardario per incassare la taglia piuttosto che denunciarlo ai colleghi d'oltreoceano.

Pazzi pagherà a caro prezzo la propria avidità, così come Krendler, anch'esso corrotto da Verger. Mentre Starling riprenderà i contatti con Lecter, senza però catturarlo...

 

Red Dragon (2002)

La locandina di Red DragonUniversal Pictures
Red Dragon: la locandina originale del film

Remake di Manhunter, Red Dragon - diretto da Brett Ratner (X-Men: Conflitto finale) - è tratto, come il film di Mann, da Il delitto della terza luna di Thomas Harris.

Come per Il silenzio degli innocenti, a firmare l'adattamento c'è Tad Tally e a interpretare Lecter è Anthony Hopkins.

Il ruolo di Will Graham che fu di Petersen, però, viene raccolto da Edward Norton (La 25° ora), mentre a dare il volto all'assassino (chiamato Lupo Mannaro perché agisce nelle notti di luna piena) c'è Ralph Fiennes (Schindler's List).

Il personaggio di Jack Crawford è interpretato dal grande Harvey Keitel (Le iene - Cani da rapina) mentre Reba, la donna non vedente braccata dal killer, ha il volto di Emily Watson (Le onde del destino).

La trama segue l'originale: dopo essere sopravvissuto a Lecter, Will Graham si ritira dall'FBI ma viene richiamato per fermare il serial killer Lupo Mannaro. Contattato Lecter per ottenere degli indizi, Graham si ritroverà a essere cacciato da Lupo Mannaro, insieme alla sua famiglia.

Visivamente interessante e arricchito da un grande cast, Red Dragon non aggiunge nulla alla storia di Lecter e - nonostante il dispiego di mezzi - non riesce a ricostruire le suggestive atmosfere (per regia, fotografia e uso del colore) evocate da Mann.

 

Hannibal Lecter - Le origini del male (2007)

Hannibal Lecter - Le origini del male, la locandinaFilmAuro
Hannibal Lecter - Le origini del male: la locandina originale del film

Ultimo a uscire, ma primo in ordine cronologico, racconta l'adolescenza di Hannibal Lecter.

Per la prima volta, è lo stesso Thomas Harris ad adattare per lo schermo il suo omonimo romanzo, firmando la sceneggiatura. La regia è firmata da Peter Webber (La ragazza con l'orecchino di perla).

Siamo in Lituania. Hannibal Lecter (interpretato prima da Aaran Thomas e poi, più grande, da Gaspard Ulliel) ha 8 anni e la Seconda Guerra Mondiale è in pieno corso. Invasi dai nazisti, i Lecter devono lasciare la loro casa: finiranno tutti per restare uccisi in uno scontro fra tedeschi e sovietici, lasciando Hannibal solo con la sorellina più piccola. Catturati dai nazisti, i due vengono fatti prigionieri e quando il cibo finisce, la piccola viene uccisa...

Anni dopo, in seguito alla trasformazione del castello di famiglia in un orfanatrofio per volere dei russi, Hannibal riesce a scappare e si rifugia da una zia a Parigi, dove riprende gli studi. Crescendo, medita vendetta e rintraccia uno per uno i mostri che occuparono la sua casa e uccisero la sua sorellina: non avranno scampo.

Accolto dal pubblico senza troppo entusiasmo, il film è stato criticato principalmente per la discutibile decisione di attribuire ai traumi della guerra la trasformazione di Hannibal in un mostro.

In questo modo, Harris - al cinema e nel suo romanzo - propende per una sorta di giustificazione del male compiuto da Lecter, ma soprattutto lo priva di quel fascino misterioso che riconduceva la sua follia alla sua estrema intelligenza.

Il cast è composto da attori poco conosciuti, con le illustri eccezioni di Gong Li (Lanterne rosse) nei panni della zia acquisita di Hannibal, di Dominic West (The Wire) in quelli dell'Ispettore Popil, di Rhys Ifans (Notting Hill) nel ruolo di Vladis Grutas e di Kevin McKidd (Grey's Anatomy) in quello di Petras Kolnas.

 

L'ordine in cui guardare i film

I film relativi alla storia di Hannibal Lecter vi sono stati presentati nell'ordine di realizzazione e di uscita nelle sale, in base all'ordine di uscita dei romanzi adattati di Harris. Ma per seguire la cronologia della storia di Hannibal Lecter e l'intero racconto sulla vita del personaggio, vi suggeriamo anche un ordine di visione che ne segue le gesta dall'infanzia all'età matura:

  • Hannibal Lecter - Le origini del male
  • Manhunter - Frammenti di un omicidio / Red Dragon (potete sceglierne uno o rivederli entrambi, nell'ordine che preferite: la trama è più o meno la stessa)
  • Il silenzio degli innocenti
  • Hannibal

 

I libri

Il delitto della terza luna (1981)

Una delle prime edizioni de Il delitto della terza luna di Thomas HarrisMondadori
Una delle prime edizioni italiane de Il delitto della terza luna di Thomas Harris

Intitolato in lingua originale Red Dragon, e distribuito in Italia anche con il titolo di Drago rosso, questo è il primo romanzo di Thomas Harris che introduce i personaggi che tutti, ormai, ben conosciamo.

La storia - riportata fedelmente dalle trasposizioni cinematografiche - è quella di Will Graham e della sua caccia al serial killer che uccide con la luna piena e che, dopo l'imbeccata del dottor Lecter, dà a sua volta la caccia a Will e alla sua famiglia.

Soprannominato dai giornali Lupo Mannaro per la sua metodicità nel colpire in base alle fasi lunari, l'assassino Francis Dolarhyde - impiegato presso un centro di sviluppo fotografico - si sceglie invece lo pseudonimo di Drago rosso.

Fra riferimenti artistici e letterari, Harris mantiene sempre alta la tensione regalandoci un thriller di altissimo livello. Divenuto un best-seller solo una decina d'anni dopo la sua prima pubblicazione, grazie al successo cinematografico de Il silenzio degli innocenti.

 

Il silenzio degli innocenti (1988)

Il silenzio degli innocenti di Thomas HarrisMondadori
Il silenzio degli innocenti di Thomas Harris

Jack Crawford decide di assegnare il caso di Buffalo Bill, un serial killer che scuoia giovani donne, alla recluta dell'FBI Clarice Starling.

Indirizzandola verso il dottor Hannibal Lecter, assassino cannibale rinchiuso da quasi nove anni nel manicomio criminale diretto dal dottor Chilton, Crawford mette in moto una serie di meccanismi che porteranno Clarice a instaurare un sottile gioco psicologico con Hannibal, a catturare Buffalo Bill e a diventare un'agente dell'FBI a tutti gli effetti.

Il rapimento della figlia di una senatrice degli Stati Uniti, che Clarice cerca di salvare, verrà sfruttato da Lecter per fuggire al controllo di Chilton.

Il titolo originale, The Silence of the Lambs, fa riferimento al dialogo centrale del film, in cui Clarice confessa al dottor Lecter il trauma infantile che la perseguita: le grida degli agnelli portati al macello in una fattoria del Montana.

Pubblicato 7 anni dopo il romanzo d'esordio del personaggio di Lecter, Il silenzio degli innocenti mette al centro la figura, prima marginale, del dottor Lecter. Diventando, anche grazie al film di Demme, un best-seller internazionale.

La stessa Jodie Foster aveva cercato di aggiudicarsi i diritti letterari per la realizzazione del film, ma Gene Hackman l'aveva battuta sul tempo. Il grande attore aveva inizialmente intenzione di dirigere personalmente il film, e interpretare un ruolo (era indeciso fra Lecter e Crawford). Dopo essersi rivisto in uno spezzone tratto da Mississippi Burning - Le radici dell'odio, film uscito lo stesso anno del romanzo di Harris, decise però di non interpretare altri ruoli violenti e passò il progetto a Demme, responsabile anche del casting principale.

 

Hannibal (1999)

La copertina dell'edizione italiana di Hannibal di Thomas HarrisMondadori
La copertina dell'edizione italiana di Hannibal di Thomas Harris

Dieci anni dopo essere diventata una celebrità per la cattura di Buffalo Bill, Clarice Starling è coinvolta in un'importante operazione contro il traffico di droga.

Le cose precipitano, però, e l'operazione si trasforma in una carneficina. I mass media mettono in croce Starling che, per riabilitare il proprio nome, accetta di mettersi sulle tracce di Hannibal Lecter.

Il dottor Lecter vive a Firenze sotto falso nome, ma dietro la decisione di spingere Starling a stanarlo si nasconde il miliardario Mason Verger, la quarta vittima di Hannibal.

Stupratore e pedofilo, Verger disgustava il dottor Lecter, che lo costrinse ad automutilarsi il viso. Sfigurato a vita, Verger è in cerca di vendetta e mette una taglia di 3 milioni di dollari sulla testa di Lecter. Pagherà a carissimo prezzo la decisione di dare la caccia al dottore.

Meno di due anni dopo l'uscita del romanzo, era già pronta la sua versione cinematografica. Per questo, la critica accusò Harris di aver scritto il libro pensando direttamente al film, e introducendo una serie di scene splatter che avrebbero fatto impressione al pubblico in sala.

Profondamente diverso dal romanzo precedente, Hannibal venne immediatamente sottoposto da Harris a Demme, Hopkins, Foster e Tally: il cast artistico e tecnico de Il silenzio degli innocenti.

La sceneggiatura venne riscritta oltre quindici volte perché sia a Demme che a Foster i nuovi aspetti dei protagonisti introdotti nel romanzo non piacevano.

Non a caso, entrambi decisero di non partecipare alla trasposizione cinematografica.

 

Hannibal Lecter - Le origini del male (2006)

La copertina di Hannibal Lecter - Le origini del maleMondadori
La copertina di Hannibal Lecter - Le origini del male

Hannibal Rising - questo il titolo originale del romanzo - è un prequel letterario incentrato sulla figura del dottor Lecter.

Ne viene raccontata l'infanzia, dalla vita in Lituania sconvolta dall'arrivo dei nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale, fino alla soglia dei vent'anni.

Distribuito solamente due mesi prima dell'uscita dell'omonimo film, Hannibal Lecter - Le origini del male è più un'operazione commerciale (finalizzata, appunto, a un nuovo capitolo cinematografico) che un'opera letteraria.

Harris abbandona il suo stile abituale per sviluppare in contemporanea romanzo e sceneggiatura - scrivendo, in pratica, le stesse cose con due tecniche di scrittura diverse - per timore che il film venisse realizzato senza il suo coinvolgimento.

La popolarità di Hannibal era ormai talmente grande che Harris temeva di perderne il controllo. Ma nel tentativo di mantenerlo, di fatto, ha parzialmente snaturato il personaggio cercando di trasformarlo in un eroe di guerra che si vendica dei nazisti.

Come hanno dimostrato la tiepida accoglienza del pubblico sia per il film che per il romanzo, il tentativo è fallito.

 

La serie TV

Creata da Bryan Fuller (Pushing Daisies, American Gods) e prodotta per 3 stagioni, Hannibal - la serie TV tratta dalla storia letteraria e cinematografica di Hannibal Lecter - ci ha regalato grandi emozioni.

Incentrata interamente sul rapporto fra l'agente Will Graham (magistralmente interpretato da Hugh Dancy, I Love Shopping) e lo psichiatra Hannibal Lecter (con un Mads Mikkelsen, Doctor Strange, in grande spolvero), la serie racconta il periodo in cui Hannibal coltiva la propria carriera di assassino cannibale parallelamente a quella di stimato psichiatra.

Il rapporto fra Will e Hannibal si fa sempre più coinvolgente, diventando una collaborazione lavorativa pronta a sfociare in un'amicizia. Con Graham del tutto ignaro della doppia vita del dottor Lecter...

Dal grande impatto emotivo e visivo, e con l'interpretazione di Dancy che ci precipita nel baratro di disperazione vissuto da Graham - che cattura gli assassini calandosi nelle loro menti - la serie è un capolavoro di genere. 

Due grandi attori si sfidano in una prova di bravura con l'introduzione del personaggio della dottoressa Bedelia Du Maurier, la psicoterapeuta del dottor Lecter interpretata da un'altra grande attrice, Gillian Anderson (X-Files). Mentre l'onnipresente Jack Crawford cambia completamente pelle, grazie alla convincente interpretazione di Laurence Fishburne (Matrix).

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.