FOX

[Spoiler!]

Maze Runner - La Fuga, trama e finale del film con le differenze rispetto al libro

di -

Sono i giovani velocisti più amati del genere distopico: la trilogia di Maze Runner è stata, tra il 2014 e il 2018, uno dei più grandi successi commerciali della cultura pop.

Il cast di Maze Runner in un'immagine del film Copyright 20th Century Fox

90 condivisioni 0 commenti

Condividi

Nel 2014 il genere distopico fantascientifico è stato tra i più fruttuosi e amati al cinema.
Tra i titoli consacrati nell'Olimpo del genere teen spicca Maze Runner, tratto dall’omonimo romanzo di James Dashner e diretto da Wes Ball.

Il film è stato un grande successo che ha convinto la produzione a mettere in cantiere anche i suoi sequel: il secondo capitolo, sempre diretto da Ball, è Maze Runner – La fuga ed è uscito nel 2015 e ha spianato la strada per l’ultimo capitolo della saga, uscito in ritardo a causa dell’incidente di Dylan O’Brien solo quest’anno.

La saga ha reso ancora più noti volti già conosciuti e amati dal mondo dei giovani: dalla star di Teen Wolf, Dylan O'Brien fino a Thomas Brodie Sangster e Kaya Scodelario, star britanniche rispettivamente di Game of Thrones e Skins.

Maze Runner, la trama

Quella di Maze Runner è una storia intrigante. Comincia nel modo più misterioso possibile: un ragazzo di nome Thomas si sveglia in un ascensore che lo porta nel bel mezzo di una distesa di verde, dove altri ragazzi vivono nell’area, senza possibilità di fuga.

Alcuni di loro – i più veloci a correre – si introducono nel labirinto alla ricerca di una via di fuga ma senza riuscirci. Thomas, però, si rivelerà incredibilmente bravo e riuscirà a portare via alcuni dei ragazzi. Nel frattempo, però, ricorderà molte cose sul suo passato e sul suo legame con gli altri. La grande rivelazione del primo capitolo ruota attorno al mistero del Labirinto: i ragazzi non sono altro che vittime dell'esperimento di un'organizzazione che cerca la cura ad un'epidemia che ha distrutto il mondo. Thomas e gli altri, quindi, sono inspiegabilmente immuni alla malattia.

Dylan O'Brien in Maze RunnerCopyright 20th Century Fox
Dylan O'Brien è Thomas in Maze Runner

Nel secondo capitolo, Maze Runner – La Fuga, i superstiti del Labirinto vengono trasportati in una struttura dove incontrano diversi personaggi dall'etica ambigua. Il signor Janson, tra tutti, offre cibo, acqua e servizi ai ragazzi, comportandosi come un vero padrone di casa. In poco tempo, però, Thomas si accorgerà dell'inganno: gli immuni sono sottoposti a terribili esperimenti per la ricerca della cura. Insieme ai suoi amici dovrà correre ancora per sfuggire a Janson e al WCKD.

Maze Runner – La Fuga, differenze tra libro e film

Sia il romanzo di Dashner che il film di Ball sono stati grandi successi tra le librerie e i cinema di tutto il mondo. Ma nonostante i personaggi e lo spirito della storia sia lo stesso, è possibile rintracciare numerose differenze tra libro e adattamento cinematografico. Qualche fan ha anche storto il naso per le modifiche applicate.

Ne abbiamo raccolte alcune delle più evidenti:

  • Nel libro, dopo la fuga dal labirinto, Thomas e protagonisti vengono portati in un piccolo edificio composto da tre camere per riprendersi e poi per prepararsi al prossimo compito. Nel film, invece, l'edificio è decisamente più grande e moderno – Thomas scappa quando scopre che l'organizzazione WCKD sta facendo esperimenti sui ragazzi immuni.
  • Nel libro, il gruppo di ragazzi che affronta la fuga è più numeroso, mentre nel film ci sono solo i personaggi più importanti.
  • Nell'adattamento cinematografico, Teresa viene separata dagli altri per un lungo periodo. Nel romanzo di Dashner, invece, la ragazza viene catturata brevemente per poi essere salvata da Thomas e gli altri.
  • Thomas non viene mai colpito alla spalla nel film, come invece succede nel libro.
  • Sonya e Harriet non lavorano con Teresa, piuttosto fanno parte del Braccio Destro.
  • Quest'ultimo, nel libro, non compare se non nell'ultimo capitolo della trilogia.
  • Nel libro i ragazzi vengono infettati dall’Eruzione e la loro fuga è proprio dovuta alla ricerca di una cura.
  • Il personaggio interpretato brevemente da Lily Taylor, Mary, non esiste nel libro – è stato appositamente creato per il film.
  • I fan più accaniti ricorderanno che nella storia originale Thomas, Teresa, Newt e i loro amici sono in grado di comunicare con il pensiero. Nel film non è rimasta traccia di questo dettaglio.
  • Una morte importante avviene in modo diverso tra libro e film:

Attenzione! Possibili spoiler!

Nel film, Winston muore sparandosi un colpo dopo essere stato morso da uno Spaccato, una persona infetta dal virus. Nel libro, invece, la scena è molto meno cinematografica perché il ragazzo muore nel bel mezzo della tempesta.

Il finale del film

Il finale di Maze Runner - La Fuga è forse la parte più contestata dell'adattamento cinematografico del secondo romanzo della trilogia. Come vi abbiamo già fatto notare nell'elenco di numerose differenze tra libro e film, sono diverse le cose che hanno cambiato la posta in gioco di quello che è poi stato il gran finale di Maze Runner.

Negli ultimi minuti di Maze Runner - La Fuga, Thomas scopre che Teresa ha tradito i suoi amici. L'organizzazione WCKD arriva nel posto in cui si rifugia la resistenza del Braccio Destro e distrugge il campo – uccidendo anche Mary, un'ex membro dell'organizzazione che sa come creare una cura. Quando tutto sembra perduto, Jorge (interpretato da Giancarlo Esposito) arriva a salvare i ragazzi. Nel caos, Minho (Ki Hong Lee) viene catturato e Thomas invita tutti a non scappare più, bensì ad andare verso WCKD e per liberare l'amico.

Ho promesso a Minho che non l'avrei lasciato indietro. Vado a cercarlo. – Thomas

E voi, avete preferito il libro o il film di Maze Runner - La Fuga?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.