La musica dell'Universo, registrato il 'dialogo' fra Saturno e una delle sue lune

di -

La Sonda Cassini ha finito la sua missione nello spazio nel settembre del 2017. Poco prima di finire nell'orbita di Saturno però è riuscita a registrare il suono del "dialogo" fra quest'ultimo pianeta e una delle sue lune, Encelado.

Un'immagine della sonda Cassini vicino a Saturno NASA

821 condivisioni 0 commenti

Condividi

Lo scorso settembre la sonda Cassini ha terminato la sua missione di esplorazione dello spazio finendo "risucchiata" nell'atmosfera del pianeta Saturno. Ma poco prima di questa sua fine, il modulo spaziale è riuscito a registrare quello che a tutti gli effetti è un documento straordinario: il 'dialogo' fra Saturno e la sua luna Encelado

Naturalmente non si sta parlando di parole fra pianeti, bensì di suoni generati dall'interazione fra i campi magnetici generati dai due corpi celesti.

Ecco il video che dimostra il 'dialogo' fra Saturno ed Encelado, una delle 62 lune del pianeta: 

Le registrazioni sono state realizzate attraverso il Radio Plasma Wave Science, speciale strumento presente sulla sonda Cassini in grado di misurare il variare della frequenza delle onde di plasma all'interno di campi elettromagnetici spaziali. In seguito, come ben spiegato nel video sopra, queste interazioni fra i campi elettromagnetici sono stati "tradotti" in audio, sfruttando un particolare programma in grado di convertire onde magnetiche in suoni, lo stesso procedimento usato anche dalle vecchie radio. 

Il professor Ali Sulaiman, responsabile della ricerca che ha analizzato questo fenomeno, ha spiegato che 

Saturno ed Encelado si scambiano segnali attraverso linee di forza del campo magnetico che immerge i due corpi celesti, nonostante siano distanti centinaia di migliaia di chilometri.

Si tratta di un tipo di interazione diversa rispetto a quella che succede ad esempio fra la Terra e la Luna. Infatti gli scienziati della NASA hanno puntualizzato che un simile fenomeno è possibile fra Saturno ed Encelado perchè quest'ultima è attiva dal punto di vista geologico e immersa nel campo magnetico di Saturno. Sulla superficie di Encelado infatti si ripetono con frequenza sensibile enormi rilasci di vapore acqueo e liquidi ghiacciati ricchi di sostanze minerali come sodio e potassio, in grado quindi di variare il campo elettromagnetico di Saturno.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.