FoxCrime

Black Mass - L'ultimo gangster: trama e storia vera del film con Johnny Depp

di -

Johnny Depp veste i panni di James 'Whitey' Bulger in Black Mass - L'ultimo gangster, film diretto da Scott Cooper e basato sulla storia vera di uno dei criminali più ricercati dall'FBI.

Johnny Depp Warner Bros.

155 condivisioni 1 commento

Condividi

Black Mass - L'ultimo gangster è un biopic drammatico diretto da Scott Cooper nel 2015 che racconta la vera storia della vita di James Bulger soprannominato "Whitey", un famoso gangster della Boston degli anni '70 e '80.

L'uomo è stato a lungo uno dei criminali più ricercati degli Stati Uniti, secondo solo ad Osama bin Laden. Whitey è stato il leader della Winter Hill Gang, una famosa e potente banda alla guida della mafia irlandese che operava principalmente nella regione di Boston in Massachusetts.

Bulger è riuscito a sfuggire all'FBI per oltre 10 anni ma alla fine è stato catturato nel 2011 in un appartamento di Santa Monica in California doveva viveva sotto falsa identità. L'uomo, incriminato per ben 19 omicidi, è stato poi dichiarato colpevole per 11 di questi e condannato a due ergastoli a vita. 

La sceneggiatura di Black Mass - L'ultimo gangster, scritta da Mark MalloukJez Butterworth, si basava sull'omonimo libro-inchiesta scritto nel 2001 da Dick Lehr e Gerard O'Neill, due reporter del Boston Globe. Il romanzo, ambientato in gran parte in South Boston, ha ricevuto il il premio Edgar Allan Poe per l'edizione edita da PublicAffair ed è stato uno dei libri più venduti in America.

Se siete curiosi di sapere di più sulla vita di uno dei criminali più ricercati d'America per oltre 10 anni, qui trovate la trama del film e la storia vera che l'ha ispirato.  

La trama e il cast di Black Mass - L'ultimo gangster

Presentato in anteprima mondiale fuori concorso alla 72esima Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, la trama di Black Mass - L'ultimo gangster racconta la vera storia di James Bulger che negli anni '70 è stato a capo di una nota gang criminale formata soprattutto da statunitensi di origine irlandese. 

Il film è ambientato a South Boston dove l’agente dell’FBI John Connolly (Joel Edgerton) riesce a convincere James "Whitey" Bulger (Johnny Depp) a collaborare con i servizi segreti per eliminare un nemico in comune: la mafia italiana guidata dalla famiglia Angiulo. Connolly e Bulger sono amici d'infanzia e sono cresciuti insieme nella misera periferia di Boston fino a quando nell'adolescenza le loro strade non si sono divise. 

Il poster di Black Mass - L'ultimo gangster con Johnny DeppHDWarner Bros.

I due si ritrovano così dopo molti anni e la loro alleanza permette a Whitey di aggirare la legge e consolidare così il suo potere facendolo diventare uno dei gangster più spietati e potenti degli Stati Uniti. A trarne benefici è anche l'agente Connolly che grazie alle informazioni di Bulger sugli Angiulo riesce a fare carriera nell'FBI. Ma ben presto la situazione cambia quando i mafiosi infiltrati nei servizi segreti vengono scoperti e gli agenti corrotti processati. Ha inizio così una vera e propria caccia all'uomo nei confronti di James "Whitey" Bulger. 

Nel cast artistico di Black Mass - L'ultimo gangster, diretto da Scott Cooper, oltre ai due protagonisti Johnny Depp e Joel Edgerton, troviamo Benedict Cumberbatch, Dakota Johnson, Kevin Bacon, Corey Stoll, Peter Sarsgaard e Jesse Plemons. Realizzato con un budget di 53 milioni, la pellicola non è stata proprio un grandissimo successo al botteghino ma è riuscita comunque ad incassare quasi 100 milioni di dollari in tutto il mondo

La storia vera di James "Whitey" Bulger

James Bulger, soprannominato "Whitey", è nato il 3 settembre del 1929 a Dorchester, un quartiere di Boston nel Massachusetts. Figlio di James Joseph Bulger Sr., uno scaricatore di porto canadese considerato da tutti un uomo onesto, e di Jane Veronica McCarthy, casalinga americana figlia di immigrati irlandesi. Whitey è cresciuto con la sua famiglia in una situazione economica disagiata e in un complesso di case pubbliche noto come Mary Ellen McCormick projects. Ha frequentato la scuola parrocchiale di St. Mark prima di trasferirsi in quella di St. Margaret dove fu vittima di abusi sessuali. Nel 1939 James scappò di casa per unirsi ad un circo e nel 1945 venne arrestato per la prima volta per furto quando aveva soli 14 anni. 

Bulger entrò a far parte di una gang minorile nota come I Trifogli e negli anni successivi venne arrestato più volte per diversi reati tra cui rapine a mano armata e falsificazioni. Whitey finì così nel carcere minorile dove restò fino al 1948 quando, una volta uscito, decise di arruolarsi nell'Aeronautica Militare degli Stati Uniti. Terminato il periodo di addestramento, venne mandato presso la base di Smoky Hill a Salina nel Kansas e in seguito nell'Idaho. In questi anni però continuò a commettere reati e nel 1950 fu nuovamente arrestato. Due anni più tardi fu congedato dall'Aeronautica e tornò a vivere a Boston dove riprese le sue attività illecite. 

Nel 1955 decise di unirsi ad una banda criminale con la quale assaltò diverse banche nel Rhode Island e nell'Indiana ma fu catturato nel 1956 e condannato a scontare 25 anni presso il penitenziario di Atlanta. Successivamente venne trasferito sull'Isola di Alcatraz, dove rimase per tre anni e dove fece amicizia con il detenuto Clarence Carnes, noto come "The Choctaw Kid".

Bulger venne rilasciato nel 1965 dopo nove anni di prigione e una volta tornato a Boston lavorò come custode prima di entrare a far parte degli uomini di Donald Killeen, un capo mafioso della città. In seguito però Whitey lasciò la Killen Gang per unirsi ad una nuova banda, la Winter Hill Gang di cui poi ne divenne leader. Iniziò così l'ascesa al potere di James Bulger che nel 1972 divenne l'uomo più temuto di Boston e quello che controllava l'intera cittadina del Massachusetts.

Una foto segnaletica di “Whitey” Bulger nel 1959 HDMichael Ochs Archives/Getty Images

Nel 1975 fece ritorno a Boston il suo amico d'infanzia John Connolly, anche lui di origini irlandesi e cresciuto a South Boston, diventato un agente dell'FBI. Quest'ultimo decise di sfruttare la sua vecchia amicizia con Bulger per continuare la sua carriera nel Federal Bureau of Investigation (FBI). Connolly propose così a Whitey di collaborare insieme per incastrare ed eliminare la gang mafiosa italiana dei fratelli Angiulo, acerrimi nemici della Winter Hill Gang. Bulger inizialmente rifiutò la proposta ma quando gli scontri con gli Angiulo si fecero ancora più violenti, decise di accettare e passare informazioni utili al suo amico, in cambio ottenne la possibilità di continuare indisturbato le sue attività criminali. 

Ma se il piano iniziale di Connolly era quello di trasformare Bulger nel suo informatore, negli anni '70 le cose cambiarono portando l'agente ad essere una pedina del boss mafioso infiltrata nell'FBI. L'alleanza tra Connolly e Whitey andò avanti per molti anni e permise a Bulger di controllare l'intera città di Boston e di diventare uno dei criminali più potenti degli Stati Uniti mentre Connolly riuscì a fare carriera arrestando molti membri della mafia italiana.

Tuttavia con il passare del tempo Bulger decise di prendersi ancora più libertà compiendo azioni sempre più violente che portarono il procuratore Fred Wyshak ad iniziare a raccogliere informazioni utili ad incastrare Whitey. Ed è proprio grazie alle sue indagini che alla fine degli anni '80 e gli inizi degli anni '90 molti membri della gang di Bulger vennero arrestati e processati. Fu l'inizio della fine per il gangster che nel 1994 si vide bloccare definitivamente i suoi commerci illegali e, informato da Connolly delle accuse contro di lui dell'FBI, decise di lasciare Boston.

Nel corso dell'enorme processo contro la Winter Hill Gang del 1998 vennero alla luce 276 documenti interni dell'FBI contenenti le prove che portarono poi all'arresto di tutti i membri della banda. Tra questi però mancava solo Jimmy Bulger, ormai fuggitivo, e l'FBI iniziò una caccia all'uomo che durò ben 12 lunghi anni durante i quali il noto criminale divenne il secondo più ricercato degli Stati Uniti con una taglia sulla sua cattura pari a 2 milioni di dollari. Le indagini si sono concentrate principalmente in America ed in Asia anche se nel corso degli anni il Bureau ha ricevuto molte segnalazioni su presunti avvistamenti tra cui uno anche in Italia, a Taormina nel 2007. Nel frattempo, nel 2008, finisce in prigione l'ex agente John Connolly condannato a più di 40 anni di carcere. 

La foto di Whitey dopo l'arresto nel 2011HDU.S. Marshal's Service

Finalmente il 22 giugno del 2011 James "Whitey" Bulger venne arrestato a Santa Monica in California dove viveva sotto falso nome insieme alla sua compagna Catherine Greig. All'interno della loro abitazione l'FBI trovò oltre 820mila dollari in contanti, 30 armi e moltissime munizioni nascoste nei muri.

Furono diversi i capi d'accusa nei confronti di Bulger: riciclaggio, corruzione di agenti dell'FBI, spaccio di droga, estorsione e fu accusato di aver partecipato a 18 omicidi. Venne arrestata anche la Greig che nel 2012 è stata dichiarata colpevole di cospirazione per aver coperto un fuggitivo e per frode di identità per i quali dovrà scontare 8 anni. Infine Whitey il 13 novembre del 2013 fu condannato a ben due ergastoli

E voi che ne pensate dell'incredibile storia di uno dei criminali più ricercati degli Stati Uniti?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.