FOX

Millie Bobby Brown nel primo teaser trailer di Godzilla: King of Monsters

di -

Dai mostri del Sottosopra a quelli della fantascienza giapponese, Millie Bobby Brown è la protagonista del primo teaser trailer di Godzilla: King of Monsters.

Millie Bobby Brown sul red carpet Getty Images

156 condivisioni 0 commenti

Condividi

Ci sono i mostri e c'è Millie Bobby Brown, ma non è Stranger Things. Dopo avere lottato contro il Demogorgone, i Demodog e il Mind Flayer, stavolta l'attrice se la deve vedere con i kaijū della fantascienza giapponese. E a giudicare dal primo teaser trailer di Godzilla: King of Monsters, la battaglia sarà spietata.

A più di 4 anni di distanza dal film che ha segnato il ritorno del lucertolone atomico sul grande schermo, Legendary Pictures ha condiviso su Instagram un filmato di pochi secondi in cui si vede Millie che cerca di mettersi in contatto via radio con l'agenzia governativa M.O.N.A.R.C.H. E la riposta che ottiene non è rassicurante.

Dal collegamento arrivano voci concitate e confuse, grida e soprattutto forti rumori, che non lasciano dubbi sul fatto che chiunque si trovi dall'altra parte stia affrontando qualcosa di terribile.

Reach Monarch

A post shared by Legendary (@legendary) on

Teorie e ipotesi dal teaser di Godzilla: King of Monsters

Per il momento, di Godzilla: King of Monsters non si sa molto. Secondo la sinossi ufficiale riportata da Comic Book, il sequel del film del 2014 che ha dato via al MonsterVerse di Legendary Pictures racconterà i tentativi dell'agenzia governativa M.O.N.A.R.C.H. di raccogliere maggiori informazioni sui kaijū e contenere la loro forza distruttrice:

La nuova storia seguirà gli sforzi dell'agenzia criptozoologica M.O.N.A.R.C.H. e dei suoi membri alle prese con una serie di mostri simili a dei, tra cui il potente Godzilla, che si scontrerà con Mothra, Rodan e la sua nemesi ultima, il re a tre teste Ghidorah. Queste tre antiche specie, che si pensava non fossero altro che miti, faranno ritorno sulla Terra e lotteranno tra loro per la supremazia, mettendo in discussione l'esistenza dell'umanità.

Le vicende della M.O.N.A.R.C.H. saranno strettamente connesse con quelle della scienziata Emma Russell (Vera Farmiga), di suo marito Mark (Kyle Chandler) e della loro figlia Madison (Millie Bobby Brown). Come ha rivelato il regista Michael Dougherty, Emma e Madison saranno rapite da una misteriosa organizzazione, che vuole sfruttare le competenze della donna nell'uso del sonar bioacustico per controllare i mostri "per fini tutt'altro che lodevoli", e Mark si unirà alla agenzia governativa per salvarle.

Ma come si collega una simile premessa al teaser di Godzilla: King of Monsters?

Secondo CinemaBlend, il fatto che Madison abbia le mani fasciate potrebbe significare che le è successo qualcosa che l'ha separata dalla madre. La ragazzina è da sola quando cerca di mettersi in contatto con la M.O.N.A.R.C.H. e si trova in un luogo che farebbe pensare a un avamposto militare. È in una stazione della misteriosa organizzazione che ha rapito lei ed Emma? Oppure è fuggita o è stata fatta fuggire e ha trovato rifugio in un'altra struttura attrezzata?

Di certo, come sottolinea CinemaBlend, Madison esita a contattare la M.O.N.A.R.C.H. Cosa che induce a pensare che l'agenzia abbia un ruolo tutt'altro che chiaro nella lotta contro i kaijū. D'altra parte, la M.O.N.A.R.C.H. (o almeno, la base chiamata dalla giovane) è in evidente difficoltà: si tratta di Godzilla? Di Mothra, Rodan o Ghidorah? Oppure, chissà, di un certo gorilla molto grande e molto arrabbiato?

Tuttavia, una cosa è certa. Il messaggio di Madison è stato ricevuto e questo significa che (forse) c'è ancora una speranza:

L'umanità sopravviverà all'attacco dei kaijū? Di sicuro, tutti possono dare una mano alla M.O.N.A.R.C.H. per tracciare e tenere d'occhio Godzilla e gli altri mostri sul sito creato appositamente dall'agenzia.

Siete pronti a fare la vostra parte per salvare il pianeta?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.