Facebook lancerà il proprio satellite per Internet

di -

Facebook ha intenzione di lanciare un proprio satellite nello spazio per garantire l'accesso a Internet ai paesi dove la connessione è carente o inesistente. Ecco tutti i dettagli sul progetto.

Logo di Facebook Pixabay

35 condivisioni 0 commenti

Condividi

Mark Zuckerberg, CEO di Facebook, "combatterà" ancora una volta, testa a testa, contro il magnate Elon Musk in una nuova corsa nello spazio per portare Internet in alcuni degli angoli più remoti del mondo.

Facebook, infatti, ha confermato l'intenzione di lanciare un satellite a banda larga e a bassa orbita terrestre (LEO) all'inizio del prossimo anno in quello che potrebbe essere il primo passo di una nuova "corsa ai satelliti". Un rapporto di maggio 2018 di IEEE Spectrum (Institute of Electrical and Electronics Engineers) ha fornito la prova che una società chiamata PointView Tech LLC è, in realtà, una società sussidiaria creata da Facebook per perseguire piani a banda larga con il nome in codice "Athena".

Il progetto è stato studiato per "fornire in modo efficiente l'accesso a banda larga alle aree non servite o poco servite in tutto il mondo." Si tratta di fornire dati in streaming 10 volte più velocemente di quanto avverrebbe con il sistema di Elon Musk.

Mark ZuckerbergHDGetty
Mark Zuckerberg, CEO di Facebook

Mentre i satelliti tradizionali a banda larga soffrono di latenze elevate perché orbitano attorno alla Terra a circa 35.400 km di distanza, i satelliti in orbita bassa intorno alla Terra potrebbero fornire un servizio Internet decisamente migliore. Facebook non è la sola società ad aver sviluppato dei piani per lanciare propri satelliti nello spazio: SpaceX e OneWeb sono anche più avanti nello sviluppo dei loro rispettivi progetti in tal senso.

Un portavoce di Facebook ha rivelato:

Anche se non abbiamo nulla da condividere su progetti specifici in questo momento, riteniamo che la tecnologia satellitare possa essere un importante strumento per la prossima generazione di infrastrutture a banda larga, rendendo possibile la connettività a banda larga nelle regioni rurali in cui la connettività Internet è carente o inesistente. 

Facebook prevede che i test satellitari previsti dovrebbero "durare per circa due anni dopo l'inizio delle operazioni in orbita", con l'esperimento pronto a testare sia l'accesso a banda larga fissa che mobile. Al momento, il piano di Facebook è costituito da un solo satellite, ma potrebbe rappresentare il punto di partenza per una una "costellazione LEO" se otterrà buoni risultati dai test. 

Il test potrebbe anche non portare a un servizio a banda larga commerciale. Facebook ha già testato la banda larga terrestre e l'accesso a Internet tramite droni. Recentemente però questa strategia sembrerebbe essere accantonata. 

Non ci resta che attendere per scoprire se i piani di Facebook sono destinati ad avere il successo sperato! 

Via: Telegraph

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.