I Am Paul Walker: il trailer del documentario che ricorda la star di Fast & Furious

di -

Prodotto da Network Entertainment, il documentario dedicato a Paul Walker verrà presentato il prossimo 11 agosto sull'emittente Paramount Network.

0 condivisioni 0 commenti

Condividi

"Da piccolo amava andare veloce". A dirlo è Ashlie, riferendosi a suo fratello Paul Walker. Non fatichiamo a crederle, visto come appariva a suo agio l'attore californiano nella saga high speed di Fast & Furious.

L'affermazione che vi abbiamo riportato è solo una delle preziose testimonianze di amici e colleghi di Walker contenute all'interno del documentario dedicato alla star scomparsa nel 2013 in un tragico incidente stradale mentre si trovava di ritorno - a bordo di una Porsche Carrera GT guidata da un amico - da un'evento benefico. Aveva solo 40 anni.

Paul Walker sul set di Fast & Furious 5HDUniversal Pictures

I Am Paul Walker, il documentario che ricorda la star di Fast & Furious

Prodotto da Network Entertainment, I Am Paul Walker - questo il titolo del documentario - verrà presentato il prossimo 11 agosto alle 21:00 sull'emittente statunitense Paramount Network. Un progetto partorito a 5 anni di distanza da quel tragico 30 novembre (in cui l'attore perse la vita dopo essersi schiantato contro un palo) che intende celebrare una delle star più sobrie ed eleganti di Hollywood, amante della vita all'aria aperta e dell'alta velocità, proprio come il suo alter ego più celebre Brian O'Conner.

Il documentario si avvale del contributo di famigliari, amici d'infanzia e colleghi di Walker: Tyrese Gibson e il regista Rob Cohen, il regista Wayne Kramer, i suoi cari Cody Walker, Caleb Walker (questi ultimi due lo hanno sostituito parzialmente nelle riprese finali di Fast & Furious 7), Ashlie Walker, Cheryl Walker e Paul Walker III. E poi, ancora, Oakley Lehman, Michael Domeier e il manager Matt Luber. 

Il ritratto che ne viene fuori è quello di un ragazzo genuino, solare, dotato di una gentilezza fuori del comune. I Am Paul Walker esplora il privato di Paul parallelamente alla sua carriera cinematografica: i film di successo, l'attaccamento alla famiglia, la passione per il surf e per le corse automobilistiche, l'interesse per la biologia marina e per gli squali, l'impegno nel sociale attraverso la sua ONG, "Reach Out Worldwide", infine l'amore per sua figlia.

I Am Paul Walker è, in definitiva, un'opera intima e struggente su un artista che Hollywood "non ha saputo cogliere nella sua interezza". C'era molto di più dietro quegli occhi azzurri e il sorriso travolgente.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.