L'analisi della personalità passa dagli occhi con questa nuova IA

di -

Le chiromanti leggevano la mano, le intelligenze artificiali invece leggono gli occhi.

Scan occhio per lettura della personalità cnet.com

26 condivisioni 0 commenti

Condividi

Una serie di algoritmi di apprendimento automatico sono in grado di dimostrare i collegamenti tra i movimenti degli occhi e i tratti principali della personalità umana.

L'anima fortunatamente ha un interprete, spesso inconsapevole, ma fedele: lo sguardo.

Lo scriveva Charlotte Brontë nel suo romanzo Jane Eyre e forse oggi non c'è niente di più vero: un progetto congiunto tra l'Università del South Australia e l'Università di Stoccarda ha portato allo sviluppo di una intelligenza artificiale in grado di monitorare i movimenti oculari dei 42 umani partecipanti alla ricerca.

Utilizzando un dispositivo eye-tracker video-based, di SensorMotoric Instruments, i ricercatori hanno ottenuto dei risultati da confrontare con questionari sullo studio della personalità e dei tratti caratteriali. Sono passati poi all'analisi dei "big five", i cinque tratti caratteriali che influenzano il comportamento umano: verità, coscienza, estroversione, gentilezza e nevrastenia. L'intelligenza artificiale è stata in grado di identificare in modo affidabile quattro di questi, dando risultati incerti solo sul fronte della verità.

Secondo lo studio, questa è la prima volta che i movimenti oculari vengono utilizzati per identificare i tratti della personalità, un'analisi interessante ma lontana dall'obiettivo finale dell'esperimento che è quello di migliorare le future interazioni uomo macchina.

Tobias Loetscher dell'Università del South Australia ha affermato:

Le persone sono sempre alla ricerca di servizi migliori e in grado di personalizzare l'esperienza dell'utente. Tuttavia, i robot e i computer odierni non sono socialmente consapevoli, quindi non possono adattarsi a segnali non verbali. Questa ricerca offre l'opportunità per spingere l'evoluzione tecnologica in modo che i computer possano diventare più naturali e interpretare meglio i segnali sociali degli umani.

E mentre la scienza avanza inesorabile verso scoperte del genere da una parte c'è anche la possibilità che un giorno il frigorifero possa arrivare a giudicarci: "Posa quella birra, è già la quinta oggi!"

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.