La futura console Google può contare su uno dei papà di PlayStation VR

di -

Richard Marks, che era in Sony dal 1999, ha lasciato la compagnia giapponese per unirsi alla divisione che si dedica alla produzione della misteriosa console Google. Aveva lavorato a progetti come PlayStation Move e PlayStation VR.

Richard Marks e PlayStation VR, una delle sue creature Polygon

30 condivisioni 0 commenti

Condividi

Tempo di novità in casa Sony e in casa Google: la compagnia giapponese ha infatti assistito all'addio di Richard Marks, co-creatore di PlayStation VR, che è appena passato al gigante di Mountain View per lavorare alla sua misteriosa console per videogiochi.

In Sony dal 1999, Marks faceva parte del dipartimento Magic Lab, con il quale aveva lavorato non solo all'headset per la realtà virtuale su PlayStation 4, ma anche al precedente EyeToy e al controller di movimento PlayStation Move.

PlayStation VR in uso al Tokyo Game ShowHDGetty Images
PlayStation VR e i controller PlayStation Move, due delle creazioni di Marks

Marks si unirà al team Advanced Technology and Projects di Google, come annunciato da Phil Harrison, ex Microsoft e a sua volta ex Sony, che era stato reclutato già lo scorso gennaio:

Nel tweet, Harrison scrive:

Sono felice che Richard Marks si stia unendo a Google. Sarà un'aggiunta entusiasmante per il team ATAP!

Anche Google ha diramato una breve nota ufficiale per dare il benvenuto all'ex Sony:

ATAP si trova all'intersezione tra la scienza e l'applicazione, il nostro obiettivo è risolvere problemi significativi e ridurre la distanza tra le ipotesi e l'essere. Siamo davvero entusiasti dell'arrivo di Richard, che si unirà al team senior, e siamo impazienti di scoprire il suo contributo.

Al momento è invece mistero sulle caratteristiche della chiacchierata console a cui Google sta lavorando: sappiamo che è nota con il nome in codice Yeti e che dovrebbe essere dedicata allo streaming di videogiochi, similmente a quanto Microsoft potrebbe fare con la sua futura Scarlett.

Quanto sarà importante il contributo di Marks per il futuro di Google nell'industria videoludica? Siamo impazienti di scoprirlo.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.