FOX

Ecco i tutor di Fortnite, assunti dai genitori per aiutare i figli

di -

Vostro figlio non riesce ad avere successo in Fortnite? Forse ha solo bisogno dell'aiuto di un tutor ben pagato...

Cecchini in attesa di colpire su Fortnite Epic Games

92 condivisioni 0 commenti

Condividi

Che Fortnite sia un gioco dal successo probabilmente senza eguali nell’ultima stagione videoludica è risaputo. In un titolo così competitivo e ricco di giocatori esperti, allora, è difficile riuscire a prevalere in poco tempo. La soluzione? Secondo alcuni genitori, non si può fare altro che assumere dei tutor per migliorare le prestazioni dei propri figli.

Le battaglie adrenaliniche di FortniteHDEpic Games

Secondo quanto riportato da Variety, infatti, sembra che alcuni genitori abbiano ingaggiato degli allenatori di Fortnite con la speranza di aiutare i propri figli a prevalere nelle partite online. Si tratta di un gesto d’amore non indifferente, soprattutto se si pensa che la paga di questi coach si aggira sui 20 dollari l’ora, e che per avere successo in un titolo del genere battle-royale quale Fortnite è spesso necessario accumulare tanta esperienza (e, di conseguenza, tanti fallimenti). Il titolo Epic Games, lo ricordiamo, propone infatti scontri in cui 100 giocatori si affrontano in battaglie su internet. L'ultimo sopravvissuto della battaglia è il vincitore della partita.

Cosa non si fa per i figli

Gli amorevoli genitori pronti a sborsare denaro per vedere vittoriosi i propri figli, in ogni caso, non vogliono sentire ragioni. Secondo loro, infatti, i figli percepirebbero una pressione eccessiva derivata non solo dallo scontro contro gli altri giocatori, ma anche dalla ricerca spasmodica della vittoria. Ally Hicks, madre di un ragazzino di dieci anni che ha appena ingaggiato un tutor per quattro ore di lezioni intensive, spiega:

La pressione deriva non solo dal gioco in sé, ma anche dalla necessità di essere bravi. Potete solo immaginare cosa mio figlio abbia dovuto passare a scuola per questo problema.

Alcuni genitori, però, decidono di risolvere la faccenda all’interno delle mura domestiche. Nick Mennen, che ha allenato in prima persona il figlio dodicenne, dice che grazie ai suoi suggerimenti il ragazzo è passato dall’essere piuttosto scarso al vincere decine di partite.

E se dopo tutti questi allenamenti il proprio rendimento non dovesse migliorare? I giocatori un po’ più grandi, a quanto pare, potrebbero avere di che consolarsi, vista l’uscita della parodia porno di Fortnite.

In Fortnite è possibile scontrarsi con centinaia di giocatoriHDEpic Games

Cosa ne pensate dell’iniziativa di questi genitori? Anche voi avreste bisogno di un tutor per migliorare le vostre performance in Fortnite?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.