FoxCrime

Mindhunter 2: Manson, Berkowitz e tutti gli altri serial killer

di -

La seconda stagione di Mindhunter arriverà entro il prossimo anno. Scopriamo quali serial killer vedremo nella serie, da Charles Manson a David Berkowitz.

Una scena della prima stagione di Mindhunter Netflix

11 condivisioni 0 commenti

Condividi

Mindhunter è una serie TV basata sul libro dell'ex agente dell'F.B.I. John Douglas Mind Hunter: Inside FBI's Elite Serial Crime Unit (La storia vera del primo cacciatore di serial killer americano). Lo show statunitense, prodotto da Netflix, racconta la storia di come è nata e si è sviluppata l'unità di scienze comportamentali a Quantico, in Virginia. La serie si concentra soprattutto su come gli agenti coinvolti dell'F.B.I. abbiano creato potenziali profili criminali intervistando pluriomicidi e indagando le ragioni del loro comportamento e analizzandone la psiche.

Nella prima stagione, ambientata nel 1977, l'agente Holden Ford (Jonathan Groff) e il suo collega Bill Tench (Holt McCallany) hanno viaggiato attraverso gli Stati Uniti d'America intervistando alcuni tra i più famosi serial killer statunitensi, da Ed Kemper a Richard Speck passando per Jerry Brudos. Li abbiamo visti risolvere diversi casi utilizzando i progressi fatti grazie a queste interviste.

Non abbiamo ancora una data precisa della première della seconda stagione, ma sicuramente la vedremo entro l'anno prossimo. Per ingannare l'attesa sono state rilasciate alcune speculazioni da That Hashtag Show riguardo al casting e, in modo particolare, ai serial killer che verranno intervistati dagli agenti Ford e Tench. Tra questi anche Charles Manson e David Berkowitz. Ecco la lista.

Charles Manson

Senza dubbio il più famoso. Il capo della setta che compì l'eccidio a Cielo Drive, nella residenza dei coniugi di Polanski. Manson pianificò tutto e istruì i suoi adepti che materialmente uccisero i presenti nella villa quella notte del 9 agosto 1969. 

David Berkowitz

Noto come Figlio di Sam o Il killer della calibro 44, David Berkowitz terrorizzò New York tra il 1976 e il 1977 uccidendo 6 persone tutte di giovane età, tra i 16 e i 26 anni. Alcuni sopravvissero ai suoi attacchi. Fu catturato il 10 agosto 1977 e durante il primo interrogatorio confessò tutti i suoi crimini.

Tex Watson

Si tratta del braccio destro di Charles Manson, il suo allievo più fedele della cosiddetta Manson Family. Fu uno degli esecutori materiali dell'eccidio di Cielo Drive.

Elmer Wayne Henley

È noto come uno dei complici di Dean Corll nel famoso Houston Mass Murders occorso tra il 1970 e il 1973. Nel giro di questi 3 anni a Houston torturano, abusarono e uccisero 28 o 29 ragazzi. 

William Pierce Jr.

Tra il 1970 e il 1971, tra la Georgia, il South Carolina e il North Carolina, uccise 9 persone (2 uomini e 7 donne). 

William Henry Hance

Conosciuto come Chairman of the Forces of Evil, fu un militare americano. Uccise 4 donne tra il 1977 e il 1978 tra lo Stato della Georgia e dell'Indiana. Quando fu arrestato confessò i suoi crimini, ma fu scagionato da altri femminicidi che, invece, furono opera di un altro serial killer, Gary Carlton conosciuto come The Stocking Strangler.

Paul Bateson

A New York tra il 1977 e il 1978, un altro serial killer seminò il terrore tra la gente: Paul Bateson. Le sue vittime erano soltanto omossessuali. Il suo modus operandi era accoltellarli e, una volta uccisi, smembrarli. Quando fu catturato confessò 7 omicidi e spiegò che l'unica motivazione che lo spinse fu il divertimento. 

Wayne Williams

Fu imprigionato per aver ucciso due giovani uomini. Ma fu sospettato anche per il famoso Atlanta Child Murders che si verificò tra il 1979 e il 1981. In questo periodo furono uccise ben 28 persone tra bambini, adolescenti e adulti.  

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.