Pianeta coronato da un'aurora incandescente individuato tramite segnali radio

di -

Gli studiosi affermano che non si tratta di una nana bruna, come inizialmente avevano ipotizzato.

Mock-up del pianeta con l'aurora incandescente Caltech/Chuck Carter; NRAO/AUI/NSF

1k condivisioni 0 commenti

Condividi

Un pianeta interstellare con una massa 12 volte superiore a quella di Giove è stato individuato mentre vagava nell'universo. Si tratterebbe del primo oggetto del suo genere a essere scoperto tramite segnali radio.

Il corpo celeste si muove nella galassia a circa 20 anni luce dalla Terra, completamente solo, ed effonde dal suo polo un'aurora incandescente: produce un campo magnetico 200 volte maggiore (più o meno) di quello del più grande pianeta del nostro Sistema Solare, e ciò gli consente di viaggiare senza la presenza di una stella madre.

Era stato originariamente classificato come una nana bruna - stelle che hanno una massa troppo piccola per sviluppare la temperatura necessaria per brillare. Ad avvistarlo ci ha pensato due anni fa il raggruppamento di radiotelescopi Very Large Array (VLA), nel Nuovo Messico, specializzato appunto nel rilevamento di segnali radio.

Le 27 antenne paraboliche del VLA avevano individuato cinque oggetti, ritenuti dagli esperti tutte nane brune. Tuttavia, ricerche approfondite hanno dimostrato che uno di essi, chiamato SIMP J01365663+0933473, è molto più giovane e piccolo degli altri. Così i ricercatori hanno concluso che si tratta di un pianeta interstellare, non di una nana bruna.

Melodie Kao, astronoma presso l'Arizona State University, ha spiegato:

Questo oggetto si trova proprio al confine tra un pianeta e una nana bruna, o stella mancata, e ci sta regalando delle sorprese che potrebbero potenzialmente aiutarci a comprendere i processi magnetici sia nelle stelle che nei pianeti.

La differenza esatta tra un grande pianeta gassoso e una nana bruna è tutt'oggi argomento di dibattito tra scienziati, che continuano a discutere su ciò che definisce l'uno e l'altro.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.