Tokyo 2020, prime olimpiadi con un sistema di riconoscimento facciale

di -

Per entrare alle olimpiadi di Tokyo 2020 l'unico biglietto di cui avete bisogno è il viso.

Sistema di riconoscimento facciale di Tokyo 2020 Sam Byford / The Verge

20 condivisioni 0 commenti

Condividi

NEC, Nippon Electric Corporation, parteciperà alle olimpiadi di Tokyo 2020 come campione di sicurezza.

La società giapponese fornirà un sistema di riconoscimento facciale su larga scala che verrà impiegato per identificare oltre 300mila persone tra atleti, staff, volontari e addetti stampa per tutta la durata dei giochi estivi e delle para olimpiadi.

NEC è attualmente leader mondiale nel settore delle tecnologie per il riconoscimento facciale, visti anche i recenti test effettuati dal National Institute of Standards and Technology statunitense. Il sistema che ha messo a punto sfrutta il NeoFace, un motore di intelligenza artificiale sviluppato per Bio-IDiom (linea di tecnologie di autentificazione biometrica dell’azienda) e prevede l’utilizzo da parte delle persone accreditate di un IC card, su cui verranno caricati i dati fotografici.

NEC ha dato dimostrazione pubblica di ciò che il sistema sa fare. Lo staff ha mimato l’utilizzo delle IC Card per l’ingresso negli stabilimenti, dimostrando l’impossibilità di accedere con la scheda di qualcun altro. Inoltre, con l’ausilio di un ex campione olimpionico di pallavolo alto due metri, è stato provato che il sistema funziona con tutte le altezze, senza costringere nessuno a doversi abbassare.

Infine, il macchinario impiega pochissimo tempo a riconoscere l’IC card e quindi anche grandi gruppi di persone potranno essere analizzati in breve tempo. Le olimpiadi giapponesi si rivelano essere quindi le più innovative di sempre. È infatti la prima volta che un simile sistema di sicurezza viene impiegato e non è da escludere che tante altre novità tecnologiche verranno testate qui per la prima volta.

Le olimpiadi di Tokyo 2020 si svolgeranno naturalmente in più strutture e gli eventi saranno dislocati in tutta l’area metropolitana della città. Proprio per questo motivo i partecipanti dovranno fare questo tipo di procedura all’ingresso di ogni stabilimento. Il riconoscimento facciale si rivela essere quindi un mezzo efficace, ma soprattutto veloce.

Stando alle alte temperature che stanno investendo il Giappone proprio in questo periodo, si teme che queste saranno le olimpiadi più calde nell’ultimo secolo e tutti i rischi legati alle lunghe attese sotto il sole dovranno essere fugati prima del loro inizio.

Tokyo 2020 come funziona il riconoscimento facciale

Per funzionare il sistema deve registrare i dati del viso di ogni utente su una tessera chiamata IC Card, scopriamo insieme in questo video come funziona lo scan di Tokyo 2020:

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.