FOX

Ant-Man and the Wasp: tutto su Janet van Dyne, la Wasp originale

di -

Origini, poteri, alleati e relazioni: ecco tutto ciò che dovete sapere su Janet van Dyne, tra i protagonisti del nuovo cinecomic Marvel Ant-Man and the Wasp.

Janet van Dyne Marvel Comics

54 condivisioni 0 commenti

Condividi

Dopo essere stata fugacemente introdotta nel primo capitolo della saga cinematografica di Ant-Man, Janet van Dyne, moglie di Hank Pym nonché prima donna a vestire l'identità segreta di Wasp, sarà al centro delle vicende di Ant-Man and the Wasp, dove avrà il volto e la grazia dell'attrice Michelle Pfeiffer.

In vista dell'uscita del nuovo lungometraggio dei Marvel Studios, nei nostri cinema dal 14 agosto, abbiamo deciso di proporvi uno speciale per meglio conoscere il personaggio, la cui intricata e complessa storia editoriale è cominciata quasi sessant'anni fa.

Origini e superpoteri

La prima apparizione di Janet van Dyne nei fumetti Marvel risale al 1963, più precisamente al numero 44 di Tales to Astonish, serie antologica di stampo fantascientifico in cui fece il suo esordio il supereroe di Ant-Man. Il personaggio fu creato proprio per dare una controparte femminile a quest'ultimo, così da rendere le sue avventure più fresche e consentire una maggiore varietà di dinamiche narrative.

L'esordio a fumetti di WaspHDMarvel Comics
La copertina di Tales to Astonish 44, con l'esordio a fumetti di Wasp

Inizialmente presentata come una ragazzina frivola e viziata, Janet cambiò radicalmente carattere in seguito all'incontro con il dottor Hank Pym, di cui si innamorò perdutamente nonostante fosse più anziano di lei, e alla morte del padre, lo scienziato Vernon van Dyne, ucciso da una creatura aliena che lui stesso aveva accidentalmente fatto giungere sulla Terra.

Questi due eventi, uniti alla scoperta della doppia identità di Hank, la spinsero a chiedere all'alter ego di Ant-Man di prenderla come sua partner nella lotta al crimine, in modo da poter vendicare l'omicidio del genitore e proteggere i più deboli.

Modificata geneticamente grazie all'utilizzo delle Particelle Pym, che le donarono la capacità di rimpicciolirsi e farsi crescere ali d'insetto, Janet adottò così l'identità segreta di Wasp e iniziò la sua crociata contro il male, disegnandosi da sola i propri costumi e diventando una delle prime eroine dell'Universo Marvel.

Vendicatori uniti

È a Janet che si deve l'idea degli Vendicatori e il nome del gruppo. Fu infatti lei assieme a Hank a proporre a Thor, Iron Man e Hulk di formare una squadra vera e propria dopo aver collaborato per sconfiggere Loki, un supergruppo che si riunisse per affrontare quelle minacce che singolarmente non sarebbero riusciti a contrastare.

Oltre che essere stata un membro della formazione originale degli Avengers, negli anni Janet ha anche lavorato per lo S.H.I.E.L.D. e fatto parte delle Liberatrici, dei Vendicatori della Costa Ovest e dei Potenti Vendicatori.

Il gruppo delle Liberatrici Marvel Comics
Wasp assieme alla prima incarnazione delle Liberatrici, da The Avengers 83

Hank e Janet

Benché longeva, la storia d'amore tra Hank Pym e Janet van Dyne è una delle più tormentate dell'intero Universo Marvel. Molte sono infatti le avventure che hanno visto i due litigare e scontrarsi, spesso a causa delle violente crisi di identità dell'alter ego di Ant-Man.

Uno degli episodi più tristi e controversi legati alla loro relazione è avvenuto durante i primi anni '80, quando Hank vestiva i panni del Calabrone. Confuso e insicuro di sé, il supereroe inscenò un attacco alla base dei Vendicatori solo per sventarlo e dimostrare il proprio valore ai compagni. Scoperto il piano, Janet cercò di capire le motivazioni dietro al folle gesto del marito, che di risposta si scagliò brutalmente contro di lei.

Questo abuso fisico, andato in scena sulle pagine di The Avengers 213, sancì la fine del matrimonio tra i due nonché l'espulsione di Hank dal supergruppo, rendendolo uno dei personaggi più odiati dai lettori Marvel.

Una sequenza da The Avengers 213HDMarvel Comics
La scena incriminata, da The Avengers 213

In seguito Janet perdò Pym per le sue azioni ma non accettò mai di risposarlo, nonostante la loro storia d'amore sia proseguita fino all'apparente morte di lei e alla successiva fusione di Hank con Ultron.

Dai fumetti al grande schermo

Come successo nei fumetti, anche nell'Universo cinematografico Marvel Janet van Dyne ha a lungo collaborato con lo S.H.I.E.L.D. assieme a suo marito Hank Pym (Michael Douglas) nelle vesti della supereroina Wasp, restando però intrappolata nel Regno Quantico durante una missione.

Oltre a fronteggiare il villain Ghost, in Ant-Man and The Wasp i protagonisti saranno impegnati proprio a cercare un modo per riportare nel nostro mondo la donna, interpretata nel cinecomic dall'attrice Michelle Pfeiffer.

Janet van Dyne in Ant-Man and the WaspHDDisney/Marvel Studios
Michelle Pfeiffer è Janet van Dyne in un'immagine promozionale di Ant-Man and the Wasp

Per scoprire se Scott Lang (Paul Rudd), suo marito Hank e sua figlia Hope (Evangeline Lilly) riusciranno in questa difficile impresa non dobbiamo far altro che attendere il 14 agosto, giorno in cui la nuova pellicola dei Marvel Studios diretta da Peyton Reed uscirà nei cinema italiani.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.