FOX

Michael Caine sul finale di Inception: ecco la spiegazione definitiva

di -

La star britannica ha ribadito ancora una volta il suo pensiero in merito al finale del film di Christopher Nolan.

Leonardo DiCaprio in una scena del film Warner Bros.

954 condivisioni 0 commenti

Condividi

DiCaprio e la trottola, storia di un sogno. O forse era realtà. Chi lo sa. Rima a parte, poche volte nella storia del cinema erano sorti dibattiti così accesi in merito al finale di un film così come accaduto per Inception. Viene in mente l'epilogo di Non è un paese per vecchi oppure la scena conclusiva de L'esercito delle 12 scimmie, tanto per fare due esempi di finale aperto.

Inception, però, complice il suo essere un blockbuster ambizioso diretto da un regista popolare come Christopher Nolan, continua a far discutere ancora oggi, a distanza di 8 anni dalla sua uscita nelle sale di tutto il mondo.

Noi di MondoFox vi abbiamo già fornito qualche tempo fa le linee guida per comprenderne il finale e risolvere una volta per tutte l'enigma che attanaglia lo spettatore: nel finale siamo di fronte ad un sogno oppure ciò che vediamo corrisponde a realtà? tutto dipende da una trottola impazzita, totem personale azionato dal ladro del subconscio Cobb (Leonardo DiCaprio) per stabilire in quale dimensione si trovi. Ancora una volta, però, è Michael Caine a rispondere con certezza ai dubbi di tanti.

Già in passato, infatti, l'attore britannico che nel film interpreta Miles, mentore di Cobb, si era espresso sul finale del film, incalzato dalle domande dei giornalisti. Lo ha fatto ancora una volta: ospite del Film4 Summer Screen, la rassegna estiva londinese del cinema all'aperto, Caine ha fornito una spiegazione elementare - a dispetto di un film cervellotico qual è Inception - in merito al finale, ribadendo di fatto quanto detto in passato (riportato da noi di MondoFox nel già citato approfondimento sull'action nolaniano):

Quando ho ricevuto la sceneggiatura di Inception, sono rimasto un po' perplesso e ho detto a Nolan: 'Non distinguo il sogno dalla realtà nelle scene che giriamo. Quando è l'uno e quando invece siamo in una dimensione reale?'. La risposta, da parte sua, è stata eloquente: 'Beh, quando tu appari in scena, ci troviamo nella realtà'. 

Le parole di Caine sembrano dunque smorzare in modo netto l'ambiguità del thriller sci-fi diretto da Nolan. Il regista, diversamente da Caine, non ha mai chiarito del tutto la natura del finale di Inception, preferendo alimentare il dibattito ("purché se ne parli", asseriva qualcuno).

Michael Caine e Leonardo DiCaprio in una scena del filmHDWarner Bros.

Caine, dal canto suo, ha ancora una volta avvalorato il lieto fine di una delle pellicole più ambiziose del nuovo millennio che vede protagonisti, oltre alla star DiCaprio e al veterano Caine, anche Marion Cotillard, Tom Hardy, Ellen Page, Ken Watanabe, Cillian Murphy e Joseph Gordon-Levitt.

A pensarci bene, infatti, il personaggio di Miles appare sullo schermo assieme ai figli di DiCaprio solamente nell'ultima scena che mostra l'esiliato Cobb far ritorno negli Stati Uniti. Solo una coincidenza? 

Fonte: CBR.com

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.