FoxCrime

Bond 25: Danny Boyle lascia la regia del nuovo film su 007

di - | aggiornato

A sorpresa, Barbara Broccoli, Michael G. Wilson e l'attore Daniel Craig hanno comunicato ufficialmente che Danny Boyle non dirigerà più il venticinquesimo film dedicato a James Bond.

Daniel Craig in un'immagine promozionale di Casino Royale Eon Productions

49 condivisioni 0 commenti

Condividi

Nonostante mancassero ormai poche settimane all’inizio delle riprese, il regista Danny Boyle ha abbandonato la regia di Bond 25 (ancora senza titolo ufficiale) per via di alcune divergenze creative con la produzione.

Come reso noto anche da Collider, la decisione è stata presa di comune accordo con i produttori Barbara Broccoli e Michael G. Wilson, assieme anche all'attore protagonista Daniel Craig. Boyle, regista di film incredibilmente popolari come Trainspotting, 28 giorni dopo e The Millionaire (vincitore di ben 8 premi Oscar), non ha lasciato ulteriori dichiarazioni a riguardo.

Poco sotto, il tweet ufficiale in cui si annuncia l'abbandono del regista relativamente al prossimo film della saga di James Bond.

Eon Productions e Boyle erano impegnati nelle prime fasi del casting relativo alla nuova Bond girl e al villain, in attesa dell'inizio ufficiale della produzione (prevista nel mese di dicembre). 

Cosa ne sarà quindi ora del nuovo film dedicato all'agente segreto di Sua Maestà? Tra i registi in lista per prendere il posto di Boyle circolano da tempo i nomi di Denis Villeneuve (in procinto di iniziare a girare Dune con Timothée Chalamet), Yann Demange (White Boy Rick) e il director di Hell and High Water, David Mackenzie. L'unica cosa certa, è che i tempi per la scelta di un nuovo regista saranno piuttosto brevi.

Daniel Craig è James Bond in una sequenza di SpectreHDEON Productions

Bond 25 è al momento previsto nei cinema americani a partire dall'8 novembre 2019 (nel Regno Unito è invece atteso per il 25 ottobre) come deciso da MGM, Annapurna Pictures ed Universal Pictures (quest'ultima, impegnata nella distribuzione internazionale del film).

Resta ora da vedere se l'abbandono di Danny Boyle non costringerà inevitabilmente la produzione a slittare la data di uscita di diversi mesi, sino magari al 2020.

Vi terremo aggiornati.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.