FOX

La prima partita di tennis nello Spazio si è tenuta tra il 21 e il 22 agosto

di -

Non c'erano Federer e Nadal, ma è stato comunque un match interessante.

Drew Feustel, comandante della Stazione Spaziale NASA

22 condivisioni 0 commenti

Condividi

Il tennis è uno sport molto tecnico, ma cosa accadrebbe se un match si disputasse in assenza di gravità? Abbiamo finalmente le (comunque prevedibili) risposte, giacché la prima partita nello spazio si è giocata nella notte tra il 21 e il 22 agosto.

Protagonisti dell'impresa il comandante Drew Feustel e gli astronauti Ricky Arnold, Serena Auñón-Chancellor, entrambi della NASA, e Alexander Gerst, dell'Agenzia Spaziale Europea. La preparazione fisica per il match è cominciata lo scorso dicembre sulla Stazione Spaziale Internazionale, teatro della partita spaziale, ed è stata indispensabile per gli astronauti che hanno dovuto abituarsi alle condizioni di microgravità.

L'obiettivo ultimo era quello di evitare l'indebolimento dei muscoli e delle ossa, motivo per cui si sono sottoposti ogni giorno ad almeno due ore di esercizi. Il match è stato trasmesso sui campi di Flushing Meadows a New York, dove si aprono gli US Open, così come sui vari social network dedicati all'evento.

Il tennista Juan Martin Del Potro avrebbe assistito il comandante Feustel durante la preparazione, e ha raccontato:

La difficoltà risiede nell'assenza di gravità. Le palline non rimbalzano e l'effetto ricorda un po' il videogioco Pong, dove la palla colpita va sempre dritta.

C'è una prima volta per tutto, insomma. Dopo il salto da 25mila piedi di altezza senza paracadute, è stata la volta della prima partita di tennis senza gravità!

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.