FoxComedy

Le frasi e i dialoghi più divertenti di … e alla fine arriva Polly

di -

Lei e il suo furetto, lui e le sue paranoie: sono Polly e Reuben, i protagonisti della commedia romantica … e alla fine arriva Polly.

Frame del film Universal Studios

42 condivisioni 0 commenti

Condividi

Il sorriso solare e contagioso di Jennifer Aniston e l’umorismo di Ben Stiller: … e alla fine arriva Polly è una commedia divertente che unisce ironia e amore. Ecco alcune delle frasi più belle tratte dal film.

Frasi in italiano da … e alla fine arriva Polly

Frame dal filmHDUniversal Studios

Dialoghi, massime e battute tratte dal film del 2004 che, sebbene non accolto calorosamente dalla critica, ha conquistato il pubblico ai botteghini, forse anche grazie ai nomi dei due attori, molto amati dagli spettatori.

Reuben: Che cosa fai?!
Polly: Sto, sto per …per mangiare delle noccioline.
Reuben: No, non si mangiano le noccioline nei bar, tutti lo sanno!
Polly: Ma di che stai parlando?
Reuben: D’accordo, diciamo che mediamente, non so, diciassette persone le mangiano in una data sera, va bene? Se sono qui da due settimane stiamo parlando di circa duecentotrentotto persone che hanno messo le mani lerce lì dentro.
Polly: Lerce? Perché…perché hanno le mani lerce?
Reuben: È dimostrato che solo una persona su sei si lava le mani quando va in bagno…
Polly: Oh!
Reuben: Già. Quando credi di mangiare degli innocenti salatini, in realtà ingerisci dei batteri potenzialmente micidiali da circa trentanove zozze mani di estranei. Perché mi sono beccato l’escherichia coli, uno si domanda, o la salmonellosi o l’epatite? Deve solo guardare nella ciotola dei salatini del suo bar!

Reuben: Tu invece, ci sei mai andata vicino?

Polly: A una cosa tipo matrimonio?

Reuben: Mmh, mmh.

Polly: Oddio, no. Nossignore. No, no, no, no, no, no… Non sono portata per le cose a lungo termine, per gli impegni.

Reuben: Come mai? Stai uscendo da un brutto rapporto, o... 

Polly: No, sto uscendo da circa otto brutti rapporti.

Reuben: Che ti è successo?

Sandy: Senti Ruben sono in un casino, dobbiamo andarcene...

Reuben: Ma non possiamo restare ancora un po'?

Sandy: Ti dico di no è una cosa seria... ho scagareggiato!

Reuben: Non so che cosa vuoi dire...

Sandy: Ho scorreggiato ed è uscita un po' di me**a... ho scagareggiato! Ora andiamo.

Reuben: Sei la persona più disgustosa che abbia mai conosciuto!

Polly: Ciao Reuben, eh…sono Polly…Prince. Eh…non so se hai dei programmi per stasera ma, se non ne hai, fa’ un salto al 37 di Gangsebeur Street, intorno alle 9, se ti è possibile. Insomma, niente di che, ma potrebbe essere divertente, perciò…ecco, pensaci. Bene…allora, eh…ci vediamo dopo. O forse no, insomma dipende. Ah, eh…se tu…se, se vieni, mettiti delle scarpe comode. Sempre che tu venga. Ma non sei affatto obbligato. Forse non ci sarò nemmeno io.

Reuben: Io non voglio sposarti, voglio solo portarti a cena.

Irving: Perché non ti rilassi e vai avanti nella vita; non importa quello che è avvenuto in passato o quello che credi potrebbe avvenire in futuro, importa il tragitto santo Iddio! Non c'è motivo di affrontare tutte le me**ate, se non ti godi il tragitto. Sai che ti dico? Quando meno te lo aspetti, potrebbe capitare qualcosa di bello, più importante di quello che avevi programmato.

Reuben: Restarai sul’isola con Claude?
Lisa: Sono un tantino confusa adesso Reuben. Mi ci vuole un po’ di tempo per schiarirmi il cervello?
Reuben: Cosa le hai fatto? Le hai manomesso le bombole d’ossigeno?

Claude: Una certa ippopotama non era nata dicendo “Che figata, sono un’ippopotama!’. No! Così ha provato a dipingersi dei peli addosso per sembrare un maschio, ma nessuno c’è cascato. Allora si è tatuata il nome Pippo sulla pelle per sembrare un ippopotamo ma tutti sapevano che era un’ippopotama. Perciò a un certo punto lei si è guardata alla specchio e si è detta ‘Ehi, sono un’ippopotama e non posso fare niente per cambiare le cose.’ E appena ha accettato questo fatto è vissuta felice. Pippo era una Pippa.

Reuben: Ah! Un ratto in casa!
Polly: è un furetto, non ci vede quasi più!
Reuben: Carino!

Citazioni da … e alla fine arriva Polly in inglese

HDUniversal Studios
Frame del film

Along came Polly, questo il titolo in inglese della commedia interpretata dalla Aniston e da Stiller (e da un soffice furetto un po’ cieco). Ecco alcuni dialoghi in inglese, per gustarne l’ironia in lingua originale.

Sandy: Reuben, I'm in a situation here. We have to leave now.
Reuben: No. Can we stay a couple more minutes?
Sandy: Dude, no. This is serious. I just sharted.
Reuben: I don't know what that means.
Sandy: I tried to fart and a little shit came out. I just sharted. Now let's go.
Reuben: You're the most disgusting person I've ever met in my life.

Reuben: So whose party is this again?
Sandy: It's an art opening for this Dutch guy, Jost. His art sucks, but he used to sell me really good pot... Oh, man, I'm so friggin' horny.

Cake Decorator : Hey, aren't you that kid from Crocodile Tears?
Sandy: That's right. I'm Sandy Lyle.
Cake Decorator : Man I saw that movie in high school. That bagpipes scene, that was the funniest shit.
Sandy: Yeah, we had a good time on that picture. You want an autograph?
Cake Decorator : No, thanks. It's good to see you man. I thought you died like fifteen years ago.
Sandy: No. I'm very much alive, my friend.

Sandy: Check out her expression - she's terrified.
Reuben: She's smiling.
Sandy: I'm a student of acting, Ruben - she's fakin' it. The woman got spooked, she needed to explore, which is exactly what you're gonna do - you've been given the gift of freedom, don't turn you back on that.
Reuben: I don't want freedom, Sandy, I wanna be married!

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.