FOX

Nightmare: dal profondo della notte, perché Freddy Krueger è un incubo immortale

di -

Freddy Krueger nasce dalle paure infantili di Wes Craven e diventa un mito immortale del cinema horror: scopriamo come è nato e come si è trasformato in ciò che è.

Freddy Krueger, il suo cappello e il terribile guanto armato di lame New Line Cinema

293 condivisioni 0 commenti

Condividi

"Se mi abbatti io diventerò più potente di quanto tu possa immaginare!"

Con queste parole Obi-Wan Kenobi metteva in guardia Darth Vader in Guerre Stellari: Una Nuova Speranza: la morte non sarebbe stata la fine per il vecchio Maestro Jedi ma un rito di passaggio, una transizione verso un mondo diverso nel quale Obi-Wan avrebbe trovato nuove forme di potere, nuovi modi per restare in contatto con Luke Skywalker.

Purtroppo non solo i Jedi sono in grado di trovare un sentiero che li riporti in contatto con il mondo dei vivi. Non è solo la Forza, magica energia vitale, a indicare la strada per il ritorno ma ci sono anche altri poteri. Il male, nella sua forma più oscura, ha simili facoltà ultraterrene e la capacità di far perdurare il desiderio, la volontà e la rabbia dei morti. Quei desideri oscuri, quella volontà malvagia e quella rabbia omicida hanno un nome: Freddy Krueger, e il suo volto è quello di Robert Englund. 

Freddy Krueger è interpretato dal mitico Robert EnglundHDGettyImages

Come nasce un incubo

Frederick Charles Krueger , specifichiamo che si tratta di un personaggio di fantasia per permettervi di dormire sonni tranquilli, debutta sul grande schermo nel 1984 con la pellicola Nightmare - Dal Profondo della Notte, film horror diretto da Wes Craven, uno dei più grandi maestri del genere scomparso nel 2015. Il titolo originale, A Nightmare on Elm Street, strizzava un macabro occhio a una più drammaticamente famosa Elm Strett, quella di Dallas in cui il 22 novembre del 1963 il presidente John Fitzgerald Kennedy venne ucciso. 

In più con quel titolo Wes Craven cercava di trasmettere un'ansia ancora maggiore al pubblico americano perché Elm Street è anche oggi uno dei nomi di strade più diffusi del paese: l'orrore scatenato da Freddy Krueger nella Elm Street di Springwood poteva in realtà colpire qualunque altra quieta cittadina americana. Alla base di un mostro che funzioni ci devono essere caratteristiche che lo possano rendere inarrestabile, spaventoso ma anche tremendamente quotidiano e Wes Craven è riuscito, con Freddy Krueger a coniugare tutte e tre queste caratteristiche. Come ha fatto?

Una delle location del film Nightmare - Dal Profondo della NotteHDNew Line Cinema

La genesi del protagonista di Nightmare ha origini antiche che riguardano molto da vicino Wes Craven: pare infatti che Freddy fosse il nome di un bullo che terrorizzava Wes da ragazzino, che il terribile cappello indossato da Krueger fosse molto simile a quello portato da un ubriacone che spaventava un giovane Craven e che il disturbante maglione verde e rosso sia nato dopo una lettura di una rivista scientifica. I due colori appaiati e alternati, secondo studi medici, trasmettono a chi guarda una sensazione poco piacevole di confusione e disagio. E Freddy Krueger di certo mette molto a disagio.

Freddy Krueger è interpretato da Robert EnglundHDGettyImanes

Restava un ultimo tassello da mettere al suo posto: come rendere inarrestabile il mostro, quali malvagi poteri attribuirgli? Anche in questo caso fu la realtà a venire in soccorso a Wes Craven. Al regista capitò tra le mani un articolo pubblicato sul Los Angeles Times che parlava di una famiglia scappata dalla Cambogia. Il figlio minore, una volta arrivato in America, iniziò a essere perseguitato da incubi ricorrenti così terrificanti da spingerlo a non voler più dormire per interi giorni. Quando finalmente il giovane riuscì a riaddormentarsi e quando la famiglia pensava ormai la crisi finalmente superata, grida terribili nel cuore della notte svegliarono tutti. Il ragazzi era morto nel bel mezzo dell'incubo ucciso da una visione così angosciante che solo lui, giovane, poteva vedere e doveva affrontare mentre gli adulti sembravano esserne immuni.

Era ufficialmente nato Freddy Krueger.

Freddy Krueger è interpretato da Robert EnglundHDNew Line Cinema

La storia del mostro

Nel primo capitolo di una saga che è arrivata a contare sette pellicole (solo la prima e l'ultima girate da Wes Craven), una serie TV, un reboot e uno spin-off (Freddy Vs Jason), Freddy Krueger compariva per soli sette minuti. La sua era una presenza terribile e inquietante, con pochissime battute, e molto d'atmosfera ma Frederick Charles Krueger ha una sua storia ed è nel corso di tutti i film della saga che ne veniamo a conoscenza.

Freddy Krueger, lo Squartatore di SpringwoodHDNew Line Cinema

La genesi di Freddy è terrificante. La madre, Amanda Krueger, era una suora che prestava servizio presso il manicomio criminale di Westin Hills e che rimase intrappolata per errore all'interno della struttura durante tutte le vacanze di Natale. La reclusione accidentale di Amanda fu spaventosa: la donna venne violentata da centinaia di detenuti, tutti malati mentali, e fu ritrovata in fin di vita. E incinta. La vocazione di Amanda la spinse a tenere comunque il bambino considerandolo un dono di Dio. Quanto si sbagliava.

Il piccolo Freddy fu affidato dalla madre a un uomo instabile e dedito ai piaceri dell'alcol (interpretato da Alice Cooper) che rese l'infanzia del bambino terrificante. A scuola Freddy era vittima di bullismo da parte dei compagni, quando rientrava a casa spesso veniva picchiato dal padre adottivo e nella prima adolescenza iniziò a provare una sadico piacere nell'uccidere e torturare piccoli animali oltre che nell'infliggersi ferite con un rasoio. Fu con quello stesso rasoio che, poco più che adolescente, uccise il padre. Era il primo omicidio di Freddy Krueger, il primo passo di quello che sarebbe diventato lo Squartatore di Springwood.

Alice Cooper interpreta il padre di Freddy KruegerHDNew Line Cinema

Da mostro a incubo immortale

Freddy Krueger, dopo l'assassino del padre, iniziò quella che in apparenza era una vita normale. Trovò lavoro in una fornace, si sposò, ebbe una figlia. Ma i suoi allucinanti natali e l'infanzia fatta di sangue e violenza che lo aveva formato trovarono ben presto il modo di farsi largo. Utilizzando le sue capacità di fabbro, Freddy creò un guanto con lame al posto delle dita e iniziò a mettere in pratica un vendetta terrificante.

Uccise la moglie. Rapì e uccise i figli dei suoi vecchi compagni di classe nel diabolico tentativo di mettere in pratica un'empia vendetta verso coloro che lo avevano tormentato quando era un ragazzino. Riuscì a macchiarsi le mani con le vite di venti bambini prima di essere arrestato per tutti i delitti commessi, ma uno stupido e banale errore di procedura nell'arresto fece decadere le accuse e Freddy si ritrovò libero e impunito per tutti i delitti commessi. 

Robert Englund interpreta Freddy KruegerHDNew Line Cinema

Per i genitori di Springwood giustizia doveva comunque essere fatta: gli uomini e le donne della cittadina si raggrupparono e raggiunsero Freddy nella fornace dove lavorava e dove aveva commesso i suoi atroci delitti. Freddy venne intrappolato, la fornace data alle fiamme e lui bruciato vivo. Ma mentre le fiamme ardevano, mentre la sua esecrabile risata risuonava nelle orecchie dei suoi carnefici, fu in quel momento che Freddy strinse un patto con i Demoni dei Sogni che erano arrivati a lui attratti dalla oscura malvagità che lo possedeva. I Demoni gli garantirono vita eterna permettendogli di infestare i sogni e di uccidere attraverso essi.

Freddy attese il momento propizio e anni dopo la morte uscì dall'inferno nel quale era precipitato per continuare, questa volta da mostro immortale, la sua vendetta. Un volto deformato dalle fiamme, una maglia rossa e verde, un cappello e il micidiale guanto di lame.

Freddy Krueger indossa un guanto di lameHDNew Line Cinema

Il secondo regno di terrore e la consacrazione

Da vivo Freddy Krueger aveva precipitato Springwood nel terrore ma all'epoca della prima serie di omicidi era solo un uomo, un comune mortale che, per quanto malvagio, poteva essere ucciso. Il film Nightmare - Dal Profondo della Notte, inizia a raccontare proprio il secondo regno di terrore di Freddy Krueger. Il suo ritorno come demone dei sogni, la leggenda di sangue che il suo nome dimenticato si portava appresso, la colpa e il panico nei volti degli adulti che avevano contribuito a generare un diavolo inarrestabile capace di uccidere nei sogni usando come colonna sonora per i suoi delitti una spaventosa filastrocca recitata da bambini:

Uno, due, Freddy viene per te,

tre, quattro, meglio chiudere la porta

cinque, sei, il crocifisso tieni stretto,

sette, otto, rimarrò sveglio fino a tardi,

nove, dieci, non dormirai mai più!

Un film dopo l'altro il personaggio creato da Wes Craven acquista spessore tanto da guadagnarsi, poco alla volta, sempre più spazio. Se nel primo film il minutaggio complessivo nel quale si poteva ammirare Freddy all'opera era molto ridotto, se Robert Englund (l'attore che ha dato un volto al mito) aveva poche, pochissime battute, dalla seconda pellicola le cose cambiano. Il potenziale di Freddy Krueger cresce, il fascino di una figura nata dalle paure infantili di Wes Craven aumenta di capitolo in capitolo. Tormenta e uccide gli adolescenti di Springwood, risorge di volta in volta diventando sempre più forte, si scontra persino con la figlia. Tutti iniziano a ricordarsi di lui e per un demone il ricordo è la sorgente di potere più grande

Freddy diventa famoso anche per le sue ciniche battute, per il modo che ha di giocare con le vittime, certo di essere immortale. Il personaggio viene esplorato in tutto e per tutto tanto da farlo scontrare persino con un'altra icona horror del cinema come Jason  Voorhees nel celebre Freddy Vs Jason. Ma non basta. Wes Craven decide di firmare l'ultimo capitolo della serie, Nightmare - Nuovo Incubo (1994), con un esperimento di meta cinema azzardato e coraggioso. Robert Englund e tutti coloro che hanno lavorato per dare vita al Freddy Krueger cinematografico, Wes Craven compreso, si trovano a fronteggiare nel mondo reale un'entità che è davvero Freddy Krueger. Il mito esce dalla finzione e invade la realtà.

Il mito oltre la finzione 

Freddy Krueger non è solo un personaggio del cinema. Dal 1984, anno di uscita del primo film, al 2010, anno del discutibile reboot, ha mantenuto e accresciuto il suo ruolo di icona horror. Nel 2006 il regista Scott Glosserman fa un'operazione ancora più azzardata del film Nightmare - Nuovo Incubo. Nel suo Behind the Mask - Vita di un serial killer, l'aspirante killer Leslie Vernon afferma di ispirarsi anche a Freddy Krueger lasciando intendere che con i trucchi giusti è possibile ammantare di misticismo un comune assassino seriale, suggerendo che Freddy era un vero e proprio serial killer reso mito dalle paure delle persone comuni. Tra l'altro in questo film recita anche Robert Englund, interpretando questa volta un cacciatore di mostri. Ma ci sono altre testimonianze della sua immortale (e orribile) grandezza.

Nathan Baesel interpreta il serial killer Leslie VernonHDGlenEcho Entertainment, Code Entertainment, Anchor Bay Entertainment

A Los Angeles, in occasione della distribuzione del sesto film, Nightmare 6 - La Fine (1991), nel quale Freddy viene ucciso e liberato dai Demoni dei Sogni, la New Line Cinema ha cercato di trasformare il venerdì 13 settembre nel Freddy's Krueger Day, un'occasione per celebrare il mito horror del cinema.

A Bollywood, la culla per eccellenza del cinema Indiano, Freddy Krueger ha un suo equivalente chiamato Mahakaal. Ideato dai fratelli Ramsay, Mahakaal è una pellicola talmente strana da spingere lo spettatore a chiedersi se non sta assistendo a uno degli incubi che lo stesso Freddy Krueger causava alle sue vittime. 

Will Smith, il Principe di Bel-Air, ha scritto una canzone rap ispirata a Freddy Krueger, A Nightmare on My Street che però la New Line Cinema ha sempre rifiutato di associare al franchise di Nightmare. 

E ci sono tante, tante altre apparizioni nei posti più disparati di Freddy Krueger a testimoniare che la sua immortalità, cinematografica o meno che sia, è cosa ormai certa.

La scena finale di Nightmare 6 - La FineHDNew Line Cinema

Filmografia completa di Freddy Krueger

  • Nightmare - Dal Profondo Della notte
  • Nightmare 2 - La rivincita
  • Nightmare 3 - I Guerrieri del Sogno
  • Nightmare 4 - Il Non Risveglio
  • Nightmare 5 - Il Mito
  • Nightmare 6 - La Fine
  • Nightmare - Nuovo Incubo
  • Freddy vs. Jason
  • Nightmare - reboot
  • Serie TV: Freddy's Nightmares

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.