FOX

La stanza di Marvin: trama e frasi del film con Meryl Streep e Leonardo DiCaprio

di -

Due sorelle, un padre anziano, un figlio difficile: La stanza di Marvin, melodramma del 1996, racconta di una dolorosa riconciliazione familiare. Ecco la trama e le frasi migliori del film.

Una scena de La stanza di Marvin Miramax

7 condivisioni 0 commenti

Condividi

La stanza di Marvin è un dramma familiare del sottogenere sick movie del 1996 che schiera un brillante tris di Premi Oscar: i veterani Diane Keaton e Meryl Streep, Robert De Niro affiancati da un giovane Leonardo DiCaprio. All'epoca de La stanza di Marvin l'attore aveva 22 anni e sarebbe diventato famoso a breve con Titanic, arrivando solo nel 2016 a conquistare la propria agognata statuetta.

Del cast fa parte anche Hume Cronyn, star canadese alle prese con una delle sue ultime interpretazioni nel doloroso ruolo di Marvin, anziano non autosufficiente assistito dalla figlia a sua volta gravemente malata. Diane Keaton, che interpreta Bessie, è stata candidata all’Oscar per questo ruolo.

Diretto da Jerry Zaks, La stanza di Marvin è tratto dall’opera teatrale omonima di Scott McPherson, che figura come sceneggiatore. A differenza della pièce, la trasposizione per il grande schermo ha scelto di mostrare la figura di Marvin, che sul palcoscenico era evocata ma mai portata in scena.

La Keaton interpreta la forte e intensa Bessie, malata piena di ansia e speranza. Meryl Streep è Lee, la sua ruvida sorella che non riesce a lasciarsi alle spalle il passato. Leonardo DiCaprio ha il ruolo dell'adolescente problematico Hank.

La trama

Meryl Streep e Leonardo DiCaprio in una scena de La stanza di MarvinMiramax
Meryl Streep e Leonardo DiCaprio in versione madre-figlio

La stanza di Marvin racconta la faticosa e commovente riconciliazione tra due sorelle e la celebrazione della famiglia come prezioso collante nei momenti difficili.

Lee e Bessie non si rivolgono la parola da vent’anni, a causa di antichi screzi familiari. Bessie vive in Florida con l’anziano padre Marvin - che dopo un ictus è allettato e non autosufficiente - e con la zia Ruth, patita delle soap.

Lee abita in Ohio con i due figli, dei quali l’adolescente Hank le dà molte preoccupazioni per la sua indole irascibile e difficile da gestire.

A Bessie viene diagnosticata la leucemia e ha bisogno di un trapianto di midollo osseo. Per sottoporsi al test di compatibilità, Lee e i suoi figli si mettono in viaggio per la Florida, dove ritroveranno il resto della famiglia e le discussioni mai sopite.

I figli di Lee si avvicinano alle zie: Hank, dopo un momento iniziale di freddezza e disinteresse, stringe un legame affettuoso con Bessie, mentre suo fratello Charlie trova una passione comune con Ruth nei programmi televisivi. Tra Lee e Bessie, però, la tensione è sempre alle stelle e, durante una litigata, le due sorelle si rinfacciano rispettivamente di essersi sempre disinteressate alla famiglia.

Sempre più intimo con la zia Bessie, Hank si fa raccontare da lei la storia di suo padre, facendo luce su molti aspetti della propria vita e del proprio passato. Libero e finalmente consapevole, il ragazzo offre alla zia un giro in macchina tra le onde, un momento di spensieratezza e divertimento che dà modo alla donna di distrarsi dalla grave preoccupazione della propria malattia.

Tutta la famiglia si sottopone al test per la donazione del midollo: colpita dal cambiamento di suo figlio Hank, che si mostra desideroso di aiutare la zia, Lee si riavvicina a sua sorella e decidono di trascorrere una giornata tutti insieme a Disney World, in attesa del responso del test di compatibilità, nel desiderio di dare a Bessie un momento di gioia e pace. Ma la donna accuserà un malore, affranta dalla paura di morire.

Il finale e il suo significato

Una scena de La stanza di Marvin con Marvin a lettoHDMiramax
Padre e figlia malati ne La stanza di Marvin

I risultati del test arrivano e, purtroppo, nessuno dei familiari risulta compatibile per donare il proprio midollo a Bessie. Il destino della donna sembra ormai segnato, anche se, da questo punto di vista, il finale rimane aperto. Non è improbabile che la donna muoia, ma è altrettanto possibile che trovi un altro donatore e riesca a farsi trapiantare il midollo. La sceneggiatura decide di non rispondere a questa domanda, forse perché non è lo snodo più importante della storia.

Il vero punto di svolta arriva quando Lee, vedendo sua sorella entusiasta per i giochi di luce nella stanza di Marvin, accetta di ricongiungersi definitivamente con la propria famiglia, superare le barriere dell'egoismo e delle ferite del passato e prendersi cura sia di Bessie che del padre: la donna decide di trasferirsi definitivamente, con i suoi figli, a vivere con la sorella, impegnandosi tacitamente – nel caso in cui le succeda qualcosa – a prendersi cura di Marvin.

Si tratta relativamente di un lieto fine, perché celebra il trionfo della famiglia e dell’unione proprio nel momento più difficile e dona a Bessie, come contrappunto delle sue numerose sofferenze (oltre al tempo dedicato ad accudire il padre e a gestire la propria malattia, ha dovuto rinunciare anche al suo grande amore, scomparso tragicamente), la consolazione di non essere sola.

Il dolore, l’ansia e la sofferenza di solito non servono a migliorare le persone, ma nel caso di Hank, adolescente problematico, l’incontro con un universo come quello della zia è stato decisivo per il coming of age e per rendersi conto di voler e poter essere un uomo, una persona migliore rispetto a quella che era prima. Lo stesso vale per Lee, che intraprende non solo un viaggio, non solo il classico topos del ritorno alle origini, ma anche una faticosa ma necessaria trasformazione.

Le frasi

Ecco le citazioni più belle da La stanza di Marvin.

Una scena de La stanza di Marvin con Diane Keaton e Leonardo DiCaprioHDMiramax
La corsa in auto tra le onde

"E come lo convinci ad andare al college? Non ti riesce di farlo scendere dalla macchina..."
- Bessie

"Pippo mi ha portato a casa di Topolino?"
- Bessie

"Papà sta morendo. Lo fa da una ventina d’anni, quindi no, non mi manca niente"
- Bessie 

"Sai come quando ogni dannato Natale dico: ‘Sembra che quest'anno non abbiamo ricevuto una cartolina da tua zia Bessie?’ Bene, quella è mia sorella Bessie"
- Lee

"I miei sentimenti per te Hank, sono come una palla di vetro colma di ami da pesca. Non riesco a tirarli fuori uno per volta, quando provo a prenderne uno mi vengono su tutti perciò li lascio stare dove sono!"
- Lee

"La maggior parte delle volte lo tengo per me. Ma penso spesso come sarebbe essere ... qualcun altro"
- Hank

"Non me ne frega un c*** di Disney World"
- Hank

"Come poteva una sorella essere così buona e l’altra così cattiva?"
- Ruth 

"Non perdere tempo a cercare di fare amicizia con lui. Saremo qui solo per qualche giorno"
- Lee

Bessie e Hank
Bessie: È bello averti qui, dovremmo rivederci.
Hank: Sì, magari tra altri 17 anni.

Bessie e Lee
Bessie: C'è stato tanto amore nella mia vita...
Lee: Ti hanno amato molto, è vero...
Bessie: No non perchè mi hanno amata, no... Io ho amato loro, è questo l'importante. La mia fortuna è stata quella di amare qualcuno così tanto.

Ruth, Lee e Bessie
Ruth: Bessie! Oh Bessie, te lo sei persa! Coral finalmente ha sposato Lance!
Bessie: Ma come, Lance non era sposato con la madre di Coral?
Lee: No! Coral era sposato con il padre di Lance.
Ruth: È davvero un bravo ragazzo.

Dr. Wally e Bessie
Dr. Wally: Okay, Augustina... è ok se ti chiamo Augustina?
Bessie: Il mio nome è Bessie.

Che ne pensate? Vi è piaciuto questo film?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.