FOX

Il potere del sopracciglio di Ryan Gosling a Venezia: intervista video

di - | aggiornato

Abbiamo intervista a Venezia Ryan Gosling per Il Primo Uomo, il film di Damien Chazelle in apertura a Venezia 75, nuovamente insieme dopo il successo di La La Land

436 condivisioni 1 commento

Condividi

Ryan Gosling non ha bisogno di parlare. Gli basta alzare un sopracciglio per comunicare le emozioni del suo personaggio. Da La La Land a Drive, passando per Nice Guys, un suo marchio di fabbrica è diventato proprio questo, mostrando un'espressività unica e particolare.

Lo abbiamo incontrato in Laguna durante la 75 mostra d'arte cinematografica di Venezia, dove è sbarcato per presentare Il primo uomo, nuovamente sotto la regia di Damien Chazelle, regista premio Oscar per La La Land.

Pensate che dopo un Oscar vinto a 31 anni, diversi premi dopo e con due film consecutivi in apertura al festival cinematografico più importante del mondo, l'ansia e la paura passino? A quanto pare no, così ci ha raccontato Ryan Gosling durante la video intervista. Visibilmente in agitazione prima di iniziare a girare, Damien Chazelle ha affrontato la prova del fuoco ieri sera, presentando il suo film in anteprima mondiale qui al Lido, una prova che sembra aver superato a pieni voti.

Il primo uomo: Ryan Gosling ci porta sulla Luna

Diametralmente opposto da La La Land, Il Primo uomo racconta la storia di Neil Armstrong, il primo uomo sulla Luna. Chazelle lo fa usando i toni grigi in contrapposizione alle scelte più colorate che lo avevano contraddistinto in passato, e lo fa con un rigore assoluto, mostrando il lato più brutale della sperimentazione scientifica e della corsa allo spazio che gli Stati Uniti intrapresero negli anni '60.

Più che concentrarsi sulla perfezione si concentra sugli sbagli, sui coltellini svizzeri utilizzati per sistemare all'ultimo una delle capsule di lancio, sulla precarietà della vita e sull'elaborazione del lutto, quello della figlia più piccola dell'astronauta. 

Un film che parla al tempo stesso d'amore, lo stesso che ci ha fatto commuovere in La La Land, quel sentimento in apparenza così distaccato e freddo in questo film, che arriva in crescendo, regalandoci uno dei finali più belli della carriera del giovane regista.

Il primo uomo, distribuito dalla Universal, arriverà nelle sale cinematografiche il prossimo 31 ottobre. Qual è secondo voi la migliore performance cinematografica di Ryan Gosling?

Ryan Gosling: qual è la sua migliore interpretazione?

Vota

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.