FOX

Le minifigure LEGO compiono 40 anni: ecco com'erano all'inizio

di -

40 anni di Minifigure LEGO! Dal primissimo "omino giallo" senza braccia che debuttò nell'agosto del 1978 all'umanoide di Harry Potter: scopriamo la storia e l'evoluzione delle Minifigure create dall'azienda di giocattoli danese.

161 condivisioni 0 commenti

Condividi

Le Minifigure LEGO compiono 40 anni!

I primi set LEGO furono commercializzati negli anni ’50, ma soltanto nel 1974 l’azienda danese sentii l’esigenza di introdurre nelle proprie collezioni delle building figure, cioè l’assemblaggio di alcuni mattoncini che potessero ricordare le sembianze di un essere umano, seppur privo di gambe e braccia. L'idea non funzionò visto che i primi umanoidi LEGO erano "troppo grandi" per adattarsi ai set che venivano rilasciati sul mercato.

Nel 1975, le building figure di LEGO subirono un'altra piccola evoluzione: gli umanoidi erano formati dall'assemblaggio di due soli mattoncini con l'aggiunta della testa, ma privi di braccia, espressioni facciali e con le gambe pressoché immobili. Si trattava di un modello “arcaico”, che spinse il team creativo di LEGO a studiare un nuovo modello potesse adattarsi a tutti i formati dei mattoncini colorati creati fino ad allora.

Nel 1978 con l’uscita del set The Castle, LEGO introdusse ufficialmente la prima e vera Minifigure con espressioni facciali, gambe e braccia che potessero muoversi, mani a forma di artiglio per poter afferrare gli oggetti e dal design così moderno che resterà pressoché intatto negli anni a venire.

L'evoluzione delle Minifigure LEGO: Minifigure del 1974, 1975, 1978 HDLEGO

Tra le prime Minifigure create da LEGO c'erano quella di un dottore, un pompiere, un ufficiale di polizia, un fattorino, cavalieri medioevali e l'astronauta con un elmo incrinato sul mento che diventò la prima Minifigure amata dai costruttori dei mattoncini.

L'evoluzione delle Minifigure LEGO: l'austronauta HDLEGO

Ma come è stata costruita la prima Minifigure LEGO?

L'azienda danese proprio in questi giorni per festeggiare al meglio i primi 40 anni delle sue Minifigure, ha pubblicato una serie di documenti con relative immagini che mostrano il progetto e i macchinari utilizzati per la creazione dei primi umanoidi.

Dettagli di un foto inserito nel brevetto LEGO dove viene mostrata la costruzione di una MinifigureHDLEGO

Secondo quanto riportato dal portale Kotaku, la pelle gialla delle Minifigure LEGO era legata a una scelta ber precisa da parte dei designer dell'azienda danese. Secondo un sondaggio condotto tra i bambini danesi dell'epoca, infatti, il colore preferito dai bambini era il bianco e il giallo. Inutile spiegare quale colore fu scelto per gli umanoidi.

L'evoluzione delle Minifigure LEGO: l'infermiera HDLEGO

La prima variazione del colore delle Minifigure avvenne nel 2003, quando LEGO scelse il colore marrone per il lancio del personaggio di Lando Carlissian della saga di Star Wars.

Primo piano della Minifigure di Lando Carlissian della saga di Star WarsHDLEGO

Dal 1978 ad oggi, LEGO ha creato più di 8mila nuove Minifigure: dai classici umanoidi dedicai alle svariate professioni a quelli dedicati agli animali, passando per i personaggi di brand o film celebri come Harry Potter, Star Wars, Spider-Man e Jurassic Park.

L'infografica delle Minifigure LEGO dal 1974 al 2018HDLEGO

A distanza di 40 anni, le Minifigure LEGO sono considerate dei "giocattoli senza tempo", visto che continuano ad affascinare le nuove generazioni.

Dettagli sulle Minifigure LEGO dedicate ai personaggi della saga di Harry PotterHDLEGO

Secondo voi, quali sono le Minifigure LEGO più originali di sempre?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.