FOX

Winnie the Pooh: fare cinema è quasi meglio di un barattolo di miele

di -

Winnie the Pooh ci parla del suo nuovo film, della competizione con Ewan McGregor, di stunt e della sua passione per il miele. Abbiamo intervistato l'orsetto ghiotti di miele protagonista di Ritorno al bosco dei 100 acri

126 condivisioni 0 commenti

Condividi

Non è facilissimo intervistare Winnie the Pooh: l'orsetto si distrae facilmente, non riesce ad esprimere i concetti fino in fondo e pensa costantemente alla sua unica, grande passione, il miele. Nonostante ciò siamo riusciti, a fatica, a farlo restare seduto su una sedia per qualche minuto per parlare del suo nuovo film, Ritorno al Bosco dei 100 Acri, diretto da Marc Forster. Come ha ammesso lo stesso Pooh:

Girare questo film è stato più emozionante del trovare un barattolo di miele.

Poi, però, ci ha ripensato:

Vabbè, non esageriamo.

Tra pochi mesi Winnie the Pooh festeggerà un compleanno importante: sono infatti trascorsi ben 94 anni dalla sua nascita (il che giustifica, in parte, la sua sbadataggine). Prima di creare, nel 1926, una vera e propria raccolta di storie incentrate su di lui (con le iconiche illustrazioni di E.H. Shepard), l'inglese A.A. Milne introdusse il personaggio in una poesia del 1924 intitolata When We Were Very Young.

Lo smemorato orsetto di pezza vanta svariate qualità. Nonostante sia un pasticcione e dica di possedere poco cervello, è altruista e gentile e, soprattutto, è una specie di filosofo, che prende la vita come viene. Abbiamo modo di scoprirlo proprio in Ritorno al Bosco dei 100 Acri: al centro della storia c'è un adulto Christopher Robin (interpretato da Ewan McGregor), che trascorre troppo tempo a lavorare e poco con sua moglie (Hayley Atwell) e sua figlia. Incontrare Pooh, il suo storico amico d'infanzia, lo aiuterà a capire meglio le sue priorità. Com'è stato ritrovare Christopher Robin? Decido di chiederlo direttamente a Pooh:

Beh, è molto più alto di come lo ricordassi. Ma forse anche io sono cresciuto un po'. Mi chiedo se mi riconoscerà!

Winnie the Pooh e Ewan McGregor sono i protagonisti di Ritorno al Bosco dei 100 AcriCrosscast

Non è la prima volta che Ewan McGregor collabora con Marc Forster. I due avevano già lavorato insieme molti anni fa, per il thriller psicologico Stay. Questo, però, è un progetto particolarmente speciale:

Nel Regno Unito Winnie the Pooh è un'istituzione. Sono affezionato ai libri scritti da A.A. Milne: li leggevo alle mie figlie quando erano piccole, erano le loro favole della buonanotte.

Ritorno al Bosco dei 100 Acri è ora nelle sale, distribuito da The Walt Disney Company Italia.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.