FOX

Un laboratorio russo clonerà gli animali estinti, come Jurassic Park

di -

Jurassic Park potrebbe diventare realtà! Gli scienziati dell'università federale nord-orientale russa, in collaborazione con alcuni studiosi sudcoreani, stanno aprendo il primo laboratorio di ricerca al mondo per la clonazione di animali estinti.

Il T-Rex in una delle scene più famose di Jurassic Park Universal Pictures

9k condivisioni 0 commenti

Condividi

Secondo quanto riportato da The Siberian Times, un gruppo di scienziati dell'università federale nord-orientale della Russia, in collaborazione con la SOOAM Biotech Research Foundation sudcoreana, sta aprendo il primo laboratorio di ricerca per clonare gli animali estinti - come in Jurassic Park - nella città siberiana di Yakutsk.

Il laboratorio - che costerà circa 5,9 milioni di dollari - è un hub scientifico paleo-genetico a livello mondiale.

Siete pronti a rivedere i mammut in giro per il mondo?Russia’s Northern-Eastern Federal University

Gli esperti dicono che il laboratorio punterà a studiare gli animali estinti dalle cellule viventi, e a riportare in vita creature come i mammut lanosi, i rinoceronti lanosi, il leone delle caverne e razze di cavalli ormai scomparse.

I laboratori di clonazione di tutto il mondo, metteranno a disposizione le loro ricerche agli scienziati russi che stanno già a lavorando a stretto contatto con specialisti sudcoreani.

Ma da dove vengono le cellule viventi da cui estraggono il DNA degli animali ormai estinti? Dai resti ritrovati nei terreni ghiacciati e conservati per decine di migliaia di anni.

La dottoressa Lena Grigorieva - che ha elaborato i piani per il laboratorio di ricerca - ha dichiarato:

Non esiste un materiale così unico in nessun'altra parte del mondo. Studiamo non solo gli animali del Pleistocene, ma anche la storia degli insediamenti nel nord-est della Russia. I gruppi etnici del Nord hanno una struttura genetica antica e unica. Tali studi aiuteranno nello studio di malattie genetiche rare, nella loro diagnosi, e prevenzione.

Circa l'80% dei campioni di tessuti molli di animali estinti proveniente dal Pleistocene e dall'Olocene sono stati dissotterrati nell'area di ricerca. Nonostante il progetto sia ambizioso è davvero difficile da realizzare, poiché il DNA, col tempo, si degrada.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.