FOX

Dopo 4 anni, Google rivela le origini del videogioco con il dinosauro

di -

Uno degli easter egg più apprezzati dagli utenti Google è sicuramente il famoso gioco del dinosauro, attivabile su Chrome in mancanza di una connessione internet. Ma qual è l'idea alla base delle sue origini? Scopriamolo insieme!

Ecco la schermata del videogioco di Google Chrome che ha per protagonista un dinosauro. Google

249 condivisioni 0 commenti

Condividi

Google ha sempre un asso nella manica da offrire ai suoi utenti. Persino in assenza di una connessione internet, gli utenti possono divertirsi e passare il tempo grazie a un gioco tanto semplice quanto intrigante. Si tratta della famosa corsa a ostacoli del dinosauro, il cui unico obiettivo consiste nel battere il proprio record.

Questo gioco molto basic, i cui unici comandi sono il tasto in su per saltare e quello in giù per accovacciarsi, in quattro anni è diventato una vera e propria ossessione per molti utenti Google. È così popolare che oggi è possibile giocare anche senza disconnettersi da internet, caricando questa pagina.

Ma quali sono le sue origini? Gli sviluppatori del videogioco lo hanno rivelato in una recente intervista.

Innanzitutto, non è un caso che il protagonista del videogioco sia proprio un dinosauro. Il dinosauro, infatti, rimanda all’era preistorica, ben prima dell’invenzione del Wi-Fi – o di qualsiasi tipo di forma tecnologica, in effetti. Un’altra piccola chicca condivisa dagli sviluppatori è il nome iniziale dato al progetto, “Project Bolan”, come Marc Bolan, fondatore della celebre rock band T-Rex.

Il gioco, inoltre, ricorda i cari vecchi speedrun degli anni ’90, come Sonic The Edgehog, in cui bisogna semplicemente abbassarsi, saltare e correre. Il Dinosauro di Chrome – come viene definito – ha visto la luce a settembre 2014, e in quattro anni ha raggiunto numeri incredibili rispetto a quello che avevano previsto in casa Google: più di 270 milioni di giocatori al mese pronti a battere i loro record stratosferici.

La maggior parte dei giocatori, inoltre, proviene da quei paesi in cui la connessione internet è ancora poco stabile, o troppo costosa per essere accessibile a tutti, come India, Brasile, Indonesia e Messico.

Inoltre, se giocherete in questi giorni, potrete notare come il piccolo dinosauro sia “vestito a festa” per il suo quarto compleanno: all’inizio della sua corsa potrete raccogliere una torta, e sulla sua testa comparirà un cappellino colorato.

Sarà comunque difficile arrivare alla fine, dato che la durata del gioco è stimata a circa 17 milioni di anni – quasi quanto quelli in cui il T-Rex è vissuto sulla Terra.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.