FOX

Addio a Inbox: il client mail cesserà di esistere a marzo 2019

di -

BigG vuole concentrarsi esclusivamente su Gmail.

Inbox su smartphone Mashable/Elizabeth Pierson

13 condivisioni 0 commenti

Condividi

Inbox, il client mail di Google che vive parallelamente a Gmail, chiuderà presto i battenti. Una notizia un po' triste per gli utenti, che avranno comunque tempo fino a marzo 2019 per passare al servizio di posta elettronica principale.

Google ha lanciato Inbox quattro anni fa e tutt'oggi deve rendergli grazie, perché di fatto ha portato un sacco di nuove idee. Molte delle funzionalità di Inbox sono state apprezzate da BigG e il client è considerato una sorta di "incubatore" di quelle che sono state aggiunte a Gmail, tipo gli snooze (i solleciti).

Di seguito riportiamo il saluto di Inbox ai suoi utenti tramite il profilo Twitter (c'è anche il link che rimanda alle istruzioni per passare a Gmail).

Google non ha spiegato le ragioni che l'hanno spinta a "staccare la spina" a Inbox, ma possiamo immaginare che il client non sia mai riuscito a conquistare una grande fetta di pubblico - a differenza di Gmail. L'azienda dice che ci sono ancora alcune funzionalità che migreranno da Inbox nel prossimo futuro, in particolare i "bundle", che raggruppano e-mail simili in un unico blocco.

Nel complesso, è positivo che Google si concentri su un solo servizio di posta elettronica. Stando a quanto riferito da The Verge, nessun dipendente del team di Inbox sarà licenziato.

Un finale un po' agrodolce.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.