FOX

George R.R. Martin su Game of Thrones: "Avremmo potuto continuare fino a 11, 12, 13 stagioni"

di -

George R. R. Martin ha rivelato che Game of Thrones avrebbe potuto andare avanti fino a 13 stagioni, ma che David Benioff e D.B. Weiss hanno voluto chiudere la serie prima.

George R. R. Martin a un evento ufficiale Getty Images

519 condivisioni 0 commenti

Condividi

George R. R. Martin non guarda in faccia nessuno, quando si tratta di fare morire qualche personaggio dei suoi libri. E i fan di Game of Thrones lo sanno bene. Per questa ragione, lo scrittore ha spiazzato un po' tutti affermando che avrebbe voluto fare sopravvivere la serie molto più a lungo.

Il creatore delle Cronache del ghiaccio e del fuoco lo ha dichiarato a Variety, sul red carpet degli Emmy Awards, da dove GoT ha portato a casa due prestigiosi riconoscimenti, per la Migliore serie drammatica e il Migliore attore non protagonista (Peter Dinklage):

Avremmo potuto continuare fino a 11, 12, 13 stagioni.

A decidere di concludere prima le storie di Jon, Daenerys e compagnia sono stati gli storici showrunner David Benioff e D.B. Weiss. Secondo Martin, i due hanno sempre avuto in mente di realizzare un numero contenuto di stagioni:

David e Dan hanno ripetuto per 5 stagioni che la settima sarebbe stata l'ultima. Li abbiamo fatti arrivare alla 8, ma non oltre.

Giusto per fare aumentare nei fan il rimpianto per quello che avrebbe potuto essere e non è stato (o per meglio dire, non sarà, dal momento che GoT 8 arriverà nel 2019), lo scrittore ha aggiunto che lui ha perorato la causa di 10 stagioni, ma non ha avuto successo:

C'è stato un momento, 5 anni fa, in cui loro dicevano che volevano realizzare 7 stagioni e io dicevo che ne volevo fare 10. Ma hanno vinto loro. In effetti, sono loro che ci stanno lavorando.

Per non fare passare David Benioff e D.B. Weiss come i "cattivi" della situazione, vale la pena ricordare che la serie ha superato cronologicamente i libri (anche se gli archi narrativi non sono gli stessi) e che il penultimo volume della saga, l'atteso (da 7 anni) Winds of Winter, non uscirà nemmeno nel 2018.

Insomma, se George R. R. Martin voleva andare avanti di più, forse avrebbe dovuto contribuire con un po' di materiale.

Game of Thrones 8: Jon e DaenerysHDHBO
Jon e Daenerys non saranno negli spin-off di GoT

Provocazioni a parte (la complessità delle Cronache del ghiaccio e del fuoco e la qualità dei romanzi giustificano la lentezza realizzativa), i fan non resteranno comunque orfani di storie del mondo fantastico creato dell'autore. 

Martin ha confermato i lavori in corso per 5 spin-off della serie:

Sono in fase di sviluppo 5 serie, 5 prequel, basati su altri periodi e storie di Westeros. Alcuni sono ambientati 100 anni prima dei fatti narrati in Game of Thrones, altri 5mila.

Lo scrittore ha aggiunto che i nuovi progetti non coinvolgeranno nessuno degli attori di GoT:

Li conosco tutti e so quanto sono bravi. Ognuno di loro non vede l'ora di andare avanti e recitare in altre parti. Non vogliono passare la vita a interpretare un solo ruolo. È comprensibile, è un cast straordinario.

Insomma, l'epopea di Game of Thrones è davvero conclusa. Ma prima dell'ultima scena dell'ultimo episodio della stagione 8 c'è ancora tempo. Fino ad allora, i fan possono continuare a preoccuparsi e sperare per la sorte dei loro beniamini...

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.