FOX  

Romolo + Giuly, tutte le citazioni contenute nei primi episodi

di -

Le citazioni cinematografiche di Romolo + Giuly la fanno da padrone, insieme agli innumerevoli riferimenti alla cultura, alla tradizione, all'attualità e alla storia italiana. Ecco il nostro approfondimento.

278 condivisioni 1 commento

Condividi

Le citazioni inserite dagli autori nei primi due episodi di Romolo + Giuly, che hanno debuttato ieri sera su FOX (e su MondoFox.it), sono davvero tantissime. Scopriamole insieme!

Le citazioni del primo episodio di Romolo + Giuly

Ogni episodio pilota ha un compito molto importante: oltre a presentare personaggi e ambientazione, deve restituire l'atmosfera della nuova serie.

Il primo episodio di Romolo + Giuly ci riesce benissimo, anche grazie all'introduzione di riferimenti - ironici e provocatori - all'attualità e alla storia italiana (vedi la figura del Sindaco di Roma, la questione dei rifiuti smaltiti illegalmente, il richiamo a Silvio Berlusconi fra i massoni, le battute sulla mercificazione del corpo femminile e molto altro).

Ma c'è anche molto di più:

  • La citazione de La grande bellezza di Sorrentino, innominabile per Don Alfonso perché incentrato su "quella cloaca di città"
  • La frase di Gomorra, la più celebre fra quelle pronunciate dal personaggio di Fortunato Cerlino, pronunciata da Giorgio Panariello per avere salva la vita
  • I matrimoni che riparatori "vanno un casino" (come Hansel in Zoolander)
  • La massoneria di Mastrota (la "Centrale del Male" di Milano) raccontata come i covi dei più grandi criminali dei film tratti dai fumetti
  • Tciu - il pupazzo spietato - che cita una delle scene più famose de Il Padrino chiedendo se bisogna far trovare la testa di Gigi D'Alessio nel letto di Don Alfonso per convincerlo a collaborare

Le citazioni del secondo episodio di Romolo + Giuly

Romolo + Giuly: la guerra mondiale italiana è una di quelle serie che migliorano episodio dopo episodio, perché hanno bisogno di "scaldarsi" in partenza mentre ci fanno conoscere i protagonisti.

Il secondo episodio è ricchissimo di citazioni e di momenti esilaranti. I richiami all'attualità e alla storia italiana sono le battute su Ponte Milvio (con le sue sirene, sconfitte solo grazie ai tappi nelle orecchie), la statuina del presepe che riproduce i personaggi famosi, in questo caso Don Alfonso, nella tradizione delle botteghe napoletane, i riferimenti al Regno delle Due Sicilie, a Garibaldi, alla trasmissione Bim Bun Bam! in cui Paolo Bonolis (ospite con un cameo geniale) divideva la scena con il pupazzo UAN e, di nuovo, a Berlusconi che cantava sulle navi da crociera prima di fondare il suo partito, le mamme italiane che rimpinzano i figli fino a farli scoppiare per timore che siano denutriti, il santino di Totti, il panettone ripieno e via dicendo.

Ma sono le citazioni cinematografiche a farla da padrone:

  • L'inquadratura del battente sul portone di Castello Copulati, che omaggia Frankenstein Jr. e la famosa scena "Mai visti due così..."
  • Tre metri sopra il cielo: il film tratto dall'omonimo romanzo di Moccia è la chiave d'accesso al mondo di Roma Nord come film preferito
  • Mastrota sorprende Tciu insieme a ben tre splendide donne richiama le fembot di Austin Powers, sorpreso da Vanesssa
  • Romeo + Juliet di Baz Luhrmann compare nel primo incontro fra Romolo e Giuly, con le bocce dei pesci rossi (doppia citazione: qui c'è Boris) al posto dell'acquario fra i due futuri innamorati
  • Scarface (l'originale del 1932, seguito dal remake di De Palma), lo sfregiato, diventa Arfio Montacchi con la cicatrice della carta di credito gold di Copulati
  • "Me sembri Legolas fregna", dice Giangi a Giuly, citando Il signore degli anelli
  • L'incursione nella "terza classe" di Romolo e Giuly, che ballano nei locali della servitù come in Titanic (storia dell'amore impossibile fra una nave e un iceberg)
  • Manuel sussurra alla ragazza di Roma Nord, che gli chiede "Dimmi qualcosa in francese", come Jamie Lee Curtis faceva in Un pesce di nome Wanda con le lingue straniere, per eccitarsi
  • La colonna sonora che richiama Apocalypse Now di Francis Ford Coppola al momento dell'attacco per fuggire dalla festa

Chissà quante e quali altri esilaranti parodie e citazioni ci aspettano nei prossimi episodi, lunedì in prima assoluta su FOX!

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.