FOX

Stranger Things, fotografo accusa la serie di violazione di copyright

di -

Sembra che Undici, Will e gli altri non dovranno fare i conti solo con il Sottosopra, ma anche con la legge sul diritto d'autore.

Una iconica immagine di Stranger Things 2 Netflix

1 condivisione 0 commenti

Condividi

Un fotografo americano ha iniziato la sua personale battaglia contro Stranger Things e Netflix: la disputa, ancora prima che nei tribunali, si sta consumando in queste ore sui social network, come è possibile leggere nel post seguente:

Il fotografo Sean R. Heavey, pertanto, ha scagliato parole di fuoco contro la società americana:

Mi piacerebbe chiedervelo nuovamente… pensate che la nuvola dell’immagine in cima sia quella della mia fotografia? Netflix dice di aver usato una 'simile composizione di nuvole' e che io non posso avere il diritto d’autore su tutte le formazioni di nuvole. Secondo me queste sono tutte stronzate, perché a me pare che non si tratti di una 'simile composizione di nuvole', ma proprio della MIA composizione di nuvole.

La foto sarebbe stata utilizzata in una puntata di Stranger Things e nell’episodio 3 di Beyond Stranger Things, la miniserie che svela i segreti dello show con protagonisti, tra gli altri, Millie Bobbie Brown e David Harbour. Ma non basta: Heavey afferma che la stessa immagine sarebbe visibile anche al minuto 42 del film How It Ends, disponibile proprio su Netflix.

Sean R. Heavey, fotografo americanoHDTribune Photo/Kristen Inbody

Una foto al centro delle attenzioni

Secondo quanto riportato da Upi, all’inizio del mese Heavey ha citato in giudizio Netflix presso la corte distrettuale di Great Falls, Montana. Sulla versione online del Great Falls Tribune, inoltre, si legge che l’azione giuridica si basa sul sottolineare la grande quantità di tempo che Heavey ha dovuto impiegare per creare l’immagine. Questo processo, infatti, non si è esaurito esclusivamente nello scatto della foto, ma anche nello sforzo profuso per seguire la tempesta e combinare insieme varie istantanee in modo da ottenere un risultato di qualità. Questi i termini usati nella documentazione depositata dai legali di Heavey:

L’immagine è il risultato di numerose sequenze e sperimentazioni con differenti angolazioni, composizioni, movimenti e tempi di esposizione.

Vale la pena sottolineare che la foto, chiamata The Mothership, è stata scattata nel 2010 e registrata presso lo United States Copyright Office, l’organismo che registra le opere soggette alle norme sul diritto d’autore negli Stati Uniti. L’immagine, in seguito, ha conquistato più volte la ribalta internazionale, apparendo in siti internet, pubblicazioni e uno spot Apple.

Alcuni dei personaggi principali di Stranger Things 2HDNetflix

Le beghe legali, in ogni caso, non dovrebbero fermare l’uscita della prossima stagione di Stranger Things, prevista per l’estate del 2019. Nell’attesa dei nuovi episodi, pensate che l’immagine usata da Netflix sia proprio quella di Heavey?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.