FoxCrime  

Harrow: ecco la nuova serie da non perdere a ottobre su FoxCrime

di -

Un medico legale che, forse, è anche un criminale: vi ricorda qualcosa? Forse sì, ma la storia qui, se possibile, è ancora più complicata... Signore e signori, ecco Harrow!

299 condivisioni 0 commenti

Condividi

Un protagonista carismatico, affascinante, di quelli che ti tengono incollato allo schermo. E con un terribile segreto che potrebbe cambiare tutto: la sua vita, la sua famiglia, il suo lavoro… E la percezione stessa che abbiamo di lui. Un protagonista che potrebbe essere il più astuto dei criminali.

Una storia ricca di complicazioni, private e lavorative, e di relazioni personali così difficili e commoventi da coinvolgerti emotivamente. Un collega insopportabile che rappresenta tutto ciò che di pigro, sbagliato e incompetente c’è nel sistema pubblico.

Creata da Stephen M. Irwin (Secrets & Lies) insieme a Leigh McGrath (Home and Away), Harrow - coproduzione fra USA e Australia, dov’è ambientata - ha debuttato con successo in patria alla fine dello scorso marzo. Tanto da essere subito rinnovata per una seconda stagione.

La storia è quella del dottor Daniel Harrow (Ioan Gruffud, Reed ne I Fantastici 4), medico legale sui generis che - grazie al talento e alla preparazione - si permette di scegliersi le autopsie con il capo e di proiettarsi film sul lavoro.

Il suo capo, Maxine Pavich (Robyn Malcolm, Il signore degli anelli) sa bene che Harrow finirà per metterla nei guai, ma è sua amica e crede nel suo talento. Perciò, continua a farlo lavorare, scegliendo di correre i suoi rischi. 

Harrow: il posterHDABC Studios
Harrow: in prima assoluta da ottobre su FoxCrime

Chi ha poco da scegliere, invece, è Lyle Fairly (Darren Glishenan, Dark City), il collega a cui Harrow passa i casi indesiderati.

Collega comprensibilmente ostile e perennemente arrabbiato con lui. Molto diverso l’atteggiamento del giovane assistente, Simon Van Reyk (Remi Hii, Marco Polo), che ha ben compreso l’importanza di poter osservare un patologo della levatura di Harrow per diventare, un giorno, bravo come lui.

Ma non è al lavoro che Harrow deve affrontare le sfide più impegnative: la figlia adolescente Fern (Ella Newton, Newton’s Law) è continua fonte di preoccupazioni, che Harrow divide con l’ex moglie Stephanie (Anna Lise Phillips, Revolution).

Non che sul fronte lavorativo vada meglio: Harrow viene addirittura minacciato con un fucile da chi non si fida delle autopsie fatte da Fairley perché avrebbe voluto risultati diversi. Come il padre di una vittima di omicidio che, senza Harrow, non otterrà giustizia.

Harrow: una scena dalla stagione 1ABC Studios
Harrow: una scena dalla prima stagione. Daniel Harrow insieme al suo capo Maxine Pavich

Harrow non è la classica serie TV su un medico legale - alla Quincy, per intenderci. I canoni classici del genere mescolano il medical drama con il poliziesco, l’avventura e il thriller. Senza dimenticare il family drama. 

Il tocco di genialità sta nel legare tutto a doppio filo: i problemi con la figlia sono la ragione per cui Harrow ha problemi sul lavoro, ma allo stesso tempo il suo lavoro è la ragione per cui ha perso i contatti con sua figlia. 

E quando annuncia al capo di volersene andare per poter stare con lei, con Fern, ha solo una cosa da dire:

I vivi sono più importanti dei morti.

Ma non ci crede davvero.

Sfacciato, perspicace, legato ai valori della giustizia ma non a quelli del sistema, tanto da infrangere ogni regola e arrivare a perseguitare chi crede abbia sbagliato, Daniel Harrow vi conquisterà dentro e fuori dal suo laboratorio di analisi, indagando personalmente fuori dal sistema per provare a cambiarlo. O, semplicemente, a batterlo.

Se amate i misteri, il medical drama e i personaggi che si battono per ciò in cui credono, non potete perdervi Harrow.

In prima assoluta dal 5 ottobre solo su FoxCrime.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.