FOX  

Io sono il Re di Milano: il videoclip Trap di Tciu di Romolo + Giuly

di -

Mentre a Napoli si sfidano Don Alfonso e Don Calogero per il titolo di Re del Sud, e a Roma continua la guerra fra Montacchi e Copulati, a Milano c'è un solo Re. E si chiama Tciu!

5 condivisioni 0 commenti

Condividi

Non chiamatelo pupazzo: non lo sopporta.

Non ha nulla a che vedere con i pupazzi che negli anni '80 e '90 spopolavano in TV. Nossignore: lui è un ex galeotto, e ne va fiero.

In galera ha incontrato Giorgio Mastrota - che ignorava fosse illegale televendere la propria nonna - e ha deciso di coinvolgerlo nei suoi futuri, ambiziosi progetti criminali.

Insieme, Tciu e Giorgio sono le menti dietro alla Centrale del Male di Milano, uno dei luoghi più pericolosi di tutta l'Italia.

Ma l'unico, vero cattivo d.o.c. di Romolo + Giuly: la guerra mondiale italiana è uno solo: lui, Tciu, il Re di Milano.

Così spietato, crudele e potente da... Invadere il mercato musicale con il video della sua canzone trap: Sono il Re di Milano.

Agisce nell'ombra, ma le sue zampe arrivano ovunque: Tciu controlla ogni attività criminale della metropoli lombarda ed è in contatto con tutti i malviventi locali.

Non solo.

Grazie alla massoneria - di cui è membro insieme a Mastrota, Smaila e una personalità milanese molto molto in vista - sta portando avanti due progetti fondamentali per il suo futuro: liberare Milano dai romani e trasformare Roma in un parco giochi per turisti.

A Tciu non manca nulla: soldi, donne, potere.

Mentre Don Alfonso e Don Calogero si contendono il titolo di nuovo Re delle Due Sicilie, mentre Montacchi e Copulati si sfidano per il titolo di Re di Roma, Tciu è l'incontrastato, assoluto e imbattibile Re di Milano.

Parola di (t)rapper.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.